Utente
Gentili dottori, sono una ragazza di anni 29. Ieri sono stata protagonista di uno strano episodio. Premetto che già nel corso della nottata precedente sono stata svegliata da forti crampi addominali risolti attraverso l'espulsione di aria. Dopo pranzo mi reco in bagno per defecare e avverto forti crampi addominali che non esitavano a placarsi. Anzi, sarò più precisa...tendevano ad acquietarsi lievemente dopo l'evacuazione per riprendere subito dopo. I dolori hanno causato sudorazione fredda per alcuni minuti fino ad un senso di svenimento seguito da una perdita di coscienza durata pochi secondi.

Soffro di meteorismo e aerofagia, ho la tendenza ad avere la pancia spesso gonfia.

Chiedo a Voi, quale potrebbe essere la causa dello svenimento? Conscia della delicatezza nel fornire una risposta ad un quesito virtuale, ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SPILIMBERGO (PN)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
L'episodio di breve perdita di coscienza per quanto possibile giudicare a distanza senza una visita approfondita può essere dipeso sia da una reazione vagale secondaria al dolore e quindi a un rallentamento dell'attività cardiaca e a una riduzione della pressione arteriosa. Può dipendere anche anche una ridotta portata ematica al cervello e al cuore secondarie a un sequestro di sangue a livello dell'apparato digerente.
Bisognerebbe che lei si facesse seguire dal suo medico curante per cercare di individuare i motivi di questi disturbi digestivi che potrebbero avere diverse ragioni per le quali ci sono sicuramente dei rimedi.
In particolare l'episodio ultimo da lei descritto potrebbe essere originato da un fatto virale acuto o dall'aver mangiato un alimento contaminato.
Dr. Ida Fumagalli

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta! Il mio medico di famiglia mi prescrisse un procinetico che, tuttavia, ho preferito ad oggi non assumere. Sempre conscia dei limti di un consulto a distanza, Lei ritiene opportuna una visita da uno specialista gastroenterologo ? Tanto è legato al timore che possa trattarsi di patologia grave. La ringrazio anticipatamente

[#3]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SPILIMBERGO (PN)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Se i sintomi comparsi di recente continueranno bisognerà che o il suo medico curante o un altro medico affrontino e cerchino di chiarire la natura del disturbo e che le diano intanto una dieta semplice di facile digeribilita e associata a una idratazione adeguata.
Potrebbe farsi visitare con urgenza presso il pronto soccorso eventualmente.
In queste situazioni sono necessari sia esami di laboratorio sia esami strumentali ovviamente dopo una visita completa.
Stia tranquilla e si faccia seguire dal suo medico curante .
Dr. Ida Fumagalli