Utente
Gentili dottori, sono un uomo di 34 anni e da circa una decina soffro di gastrite cronica. Ho fatto innumerevoli esami quali: 2 gastroscopie con biopsia (l ultima lo scorso agosto), ph metria esofagea delle 24h, coprocoltura, ecografie addome completo e svariate visite specialistiche. Per fortuna nessuna patologia, solo parete edematosa riscontrata nelle gastroscopie, niente helicobacter dalle biopsie. Diagnosi:gastrite nervosa e colon irrirabile. Ho fatto svariate cure e l unica che ad ora mi ha dato sollievo è stato il nexium 20mg 1 cpr al mattino a digiuno. Lo sto prendendo da maggio 2017 (in passato ho preso x 5-6 mesi il pantorc 20 e ranitidina 300 per altri 8 mesi). Appena interrompo il nexium per qualche giorno ritorna l'inferno nel mio stomaco. Il gastroenterologo che ho visto 2gg fa mi ha detto che devo prendere il gastroprotettore vita natural durante e lo ha sostituito con la ranitidina 150mg 1cpr al mattino a digiuno. Mi ha detto di provare a sospendere a fine marzo gradualmente e vedere come va. Sono un tipo estremamente ansioso e in questo ultimo periodo anche molto ipocondriaco per alcuni aventi personali. Oggi la mia paranoia è che ranitidina o nexium esso sia seppur mi fanno stare bene possono portarmi scompensi ed effetti collaterali a lungo andare... Questo pensiero mi accresce inevitabilmente lo stato d ansia. Volevo sapere se secondo voi la mia ansia è immotivata e se c'è altro che posso fare . Da poco ho intrapreso un percorso con uno psicologo ma ancora senza esiti positivi. Ringrazio tutti anticipatamente. Saluti

[#1]  
Dr. Mario Verta

24% attività
0% attualità
0% socialità
RENDE (CS)
COSENZA (CS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2013
Salve,
l'utilizzo dei "gastroprotettori" così come vengono chiamati gli inibitori della pompa protonica, non può essere fatto vita natural durante; sono veri e propri farmaci, sicuri ma con effetti collaterali a lungo termine. E' necessario non interromperli improvvisamente per evitare il picco acido di ritorno; è opportuno assumere antiacidi da contatto al bisogno (alginati etc) e modificare dieta ed abitudini di vita per poter stare meglio.
Dr. Mario Verta
Gastroenterologia, Endoscopia Digestiva, Epatologia Cosenza.
CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO CURANTE

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Verta, innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.
Considerando che prendo nexium 20 da maggio 2017 ed oggi avrei dovuto iniziare ranitidina 150, volendo provare ad interrompere la cura lei come mi consiglierebbe di procedere? Non so se può indicarmi una modalità di interruzione graduale. Inoltre nel frattempo ed al termine cosa dovrei assumere per tamponare? Ed in che modo? Io a casa dispongono di riopan gel bustine. Pensa che questo è un periodo giusto per interrompere oppure meglio aspettare in primavera? La. Ringrazio anticipatamente. Saluti

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori non c'è nessuno che può aiutarmi? Come da risposta al dott. Verta mi sarebbe molto di aiuto un suggerimento circa uno schema da seguire visto che in accordo col dottor Verta sono contrario all'uso di inibitori a vita come suggeritomi invece dal mip gastroenterologo. Ieri l'altro su suo suggerimento ho interrotto nexium 20 sostituendolo dopo 8 mesi con ranitidina 150 ed in accordo col mio curante ho deciso di iniziare a scalare assumendo ranitidina 150 a giorni alterni, quindi in questa settimana ho assunto lunedi l'ultima cpr di nexium 20,martedi nulla, mercoledì ranitidina 150, oggi giovedì nulla e così via dicendo a giorni alterni. Ma gia da subito ho iniziato ad accusare ed oggi mi sono ritrovato di nuovo col bruciore di stomaco che ho pensato di tamponare con riopan gel (visto che oggi non ho preso nulla). Qualcuno potrebbe consigliarmi uno schema da seguire? Ho paura di intossicarmi con i gastroprotettori per cui ho l ansia nel prenderli e voglio eliminarli una volta per tutti. Grazie in anticipo a tutti gli specialisti. Saluti

[#4]  
Dr. Mario Verta

24% attività
0% attualità
0% socialità
RENDE (CS)
COSENZA (CS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2013
Salve,
Come scrivevo nella prima risposta può usare antiacidi da contatto (es maalox, neobianacid Etc..) e riprendere il PPI in caso di recidiva dei sintomi. In genere questi farmaci possono essere assunti in maniera intermittente o anche on demand
Dr. Mario Verta
Gastroenterologia, Endoscopia Digestiva, Epatologia Cosenza.
CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO CURANTE

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per la celere risposta. In realtà gli inibitori non mi danno nemmeno il tempo di sospenderli che mi ritorna il fastidio. Mi è bastato sostituire nexium con ranitidina presa a giorni alterni per soli due giorni che sono di nuovo con il bruciore di stomaco. Ho provato il neo bianacid cpr che tra l'altro è naturale e quindi non dovrebbe avere effetti collaterali ma non ha sortito effetti. Forse in passato ricordo di essermi trovato bene col maalox plus. Quest ultimo non da problemi anche se preso per periodi lunghi? (intendo anni). Potrei riprovare. Nell ultima visita il gastroenterologo oltre a sostituire il nexium con la ranitidina mi ha tolto il riopan e mi ha prescritto geffer buatine e enterolactis plus da prendere 7gg al mese per sempre. Come mi consiglia di procedere? Intanto l interruzione del gastroprotettore la stp facendo gradualmente (e va male), in contemporanea prendo il maalox? Quante volte al di? Solo nei giorni in cui non prendo ranitidina o sempre? La ringrazio. Saluti