Utente
Buonasera a tutti, ho 28 anni e premetto che nella mia vita sono stato sempre un soggetto poco sicuro di se’ stesso e con qualche attacco di ansia o panico avuti negli anni ma mai curati con importanza vista la poca influenza nella mia vita. Dopo svariati avvenimenti causati dalla fine di alcune storie, la separazione dei miei, varie problematiche causate a lavoro sono arrivato a Marzo 2017 a raggiungere un livello di ansia e problematiche importanti che nel giro di 1 anno mi hanno fatto perdere quasi 15 kili. Mangiando e vomitando ogni minima cosa, arrivando così ad uno stato di ansia e paura che mi bloccava ma che non era poi così invalidante. Arrivati a agosto 2018, dopo un viaggio ad Amsterdam ho avuto un attacco di panico importante dovuto alla marijuana. Da lì i miei problemi sono peggiorati molto così ho deciso di smettere di fumare sperando di sistemare la situazione. Purtroppo andando avanti ho continuato a perdere peso così il 2 ottobre dopo circa 3 giorni che non toccavo cibo sono crollato in preda ad un attacco di panico e debolezza. Sono stato portato all’ ospedale. Ho effettuato analisi del sangue perfette anche oltre quelle effettuare dall’ ospedale, pressione ok, elettrocardiogramma ok. Ho effettuato anche una gastroscopia che mi ha rilevato la presenza del Helicobacter pylori. Dopo aver iniziato la cura con antibiotici più lucen sembrava che ero riuscito a riprendere qualche kilo. Purtroppo dopo un periodo ancora problematico mi sono fatto prescrivere lo xanax 0.5 x3 dalla mia dottoressa. Inizialmente lo prendevo al bisogno. Adesso purtroppo ho una forte ricaduta. Dopo 4 mesi di non vomito e di ansia relativamente tranquillo mi sono ritrovato nuovamente a perdere appetito, sentirmi spossato, stomaco chiuso, dimagrimento, attacchi di panico e ansia completamente tutto il giorno. Sto seguendo la terapia di xanax segnata dalla dottoressa ma a volte aiuta a volte no. Ho smesso di bere alcolici e anche di fumare le sigarette ma purtroppo ho spesso pensieri brutti, avete capito, inoltre ho notato di aver spesso mal di testa e leggera perdita della vista dall’ occhio sinistro dopo un evento di abbassamento della vista con visione nera il giorno 24/12. Da quel giorno sto malissimo e non riesco a riprendermi, non ho più voglia di fare nulla e spesso quando posso scappo da tutte le situazioni e preferisco rimanere a casa a letto o da solo. Secondo voi e’ Collegato con la possibilità del Helicobacter pylori che mi sta causando nuovamente problemi? Ho fissato appuntamento con una psicologa il giorno 03/01. Purtroppo il mio sintomo sta diventando invalidante tanto che ieri ho dovuto passare mezzanotte di capodanno a letto dopo un attacco di panico con relativo vomito. Mi sono divulgato un po’ per far chiara e precisa la situazione. Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Credo che lei debba farsi aiutare al più presto da uno psichiatra.
Lasci perdere l'helicobacter come causa dei suoi mali.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta. Come dicevo il giorno 03/01 ho già fissato un appuntamento con la psicologa che spero riuscira ad aiutarmi o eventualmente indirizzarmi verso uno psichiatra o verso una cura dedicata per poter sistemare questa situazione.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi aggiorni se le fa piacere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Certamente. L’ unica mia indecisione era quella se iniziare la terapia con la psicologa oppure eventualmente bypassare e andare direttamente dallo psichiatra visto il suo consiglio abbastanza diretto. Se lei ha un parere anche su questo potrei prenderlo in considerazione. Ho cercato di spiegare al meglio i miei sintomi anche per essere indirizzato nella via migliore per cercare di far fronte a questi problemi il prima possibile. Grazie ancora.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo psichiatra può anche utilizzare farmaci.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia