Utente
Salve dottori,sono un ragazzo di 24 anni ed è da circa qualche mese che ho problemi intestinali che hanno a che vedere con meteorismo e problemi con l'evacuazione. Per ben due volte ho provato a fare la colonscopia senza risultato, in quanto il liquido da assumere il giorno precedente lo vomitavo. Premetto che ho già effettuato circa 3 mesi fa una gastroscopia dalla quale non è emerso assolutamente nulla. Il gastroenterologo mi ha consigliato una tac. Volevo chiedere se mediante essa è possibile analizzare l'intestino e se è possibile riscontrare un'infiammazione intestinale (cosa che non pensa il gastroenterologo nonostante il risultato della Calprotectina superiore a 500,in quanto ha detto che può essere falsato il risultato in quanto sono stato in cura con ipp per due mesi). Ho effettuato anche un'eco addominale circa 3 settimane fa e tutto era nella norma. Non ho dolori, non ho diarrea, ho riscontrato però a volte del muco nelle feci e inoltre sul fondo del water si deposita un alone giallo. La consistenza delle feci è normale, a forma di salame o salsiccia con crepe o altri grumi sopra. Il colore è marrone, a volte è grigio verde. Però ripeto, di feci in forma liquida o comunque diarrea non e ho avute.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente solo intestino irritabile.
Non vedo motivi per fare una colonscopia.
Al limite faccia una ecografia delle anse intestinali.
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, innanzitutto grazie per la risposta in tempi brevi. Diciamo che la tac è stata disposta anche perché mi è stato trovato un micronodulo al polmone destro e hanno detto che è meglio fare una tac addome torace sia per analizzare questo micronodulo, sia per analizzare questo problema intestinale, che comunque mi comporta anche facilmente senso di pienezza e a volte anche sensazioni di non respirare bene. Inoltre le mattine mi sveglio con una sorta di mal di gola(che scompare brevemente).

[#3] dopo  
Utente
Buonasera dottore e mi scusi per l'ora ma proprio adesso sono uscito dal pronto soccorso in quanto ho accusato problemi respiratori e dolore toracico. Ho portato con me tutta la cartella e la documentazione di analisi e visite fatte ed il dottore ha che sulla biopsia fatta nella gastroscopia è risultato negativa si la ricerca di helicobacter, ma attiva l'impronta a gastrite cronica. Ha detto che tutti questi problemi come il respiro, difficoltà di deglutizione, gonfiore e meteorismo sono tutte risalenti ad essa. Mi ha prescritto una cura a base di ipp nuovamente per un periodo di circa 6 mesi. Dalle analisi comunque tutto è perfetto, non c'è nulla di anomalo e questo già è un buon punto. Inoltre il medico mi ha detto che può esserci reflusso accompagnato alla gastrite senza bruciore ed acidità. Vorrei chiederle cosa pensa e se la cura a base di ipp va bene(20 mg la mattina e 20mg la sera).

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si, va bene.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore,volevo chiederle un'informazione. Ho notato che sulle feci ci sono puntini di sangue rosso vivo(vado duro di corpo in questi mesi), ed ho notato anche presenza di piccole quantità di muco. E' un campanello d'allarme per qualcosa di grave o nulla di particolare? Premetto che ho effettuato 3 giorni fa esami del sangue completi e sono perfettamente nella norma.Le chiedo questo perchè purtroppo in famiglia c'è stato un caso di tumore allo stomaco circa un mese fa e sono un pò preoccupato. Inoltre come già detto precedentemente qualsiasi medico mi scongiglia la colonoscopia sia per la mia giovane età sia per l'invasività del test. Volevo chiederle se a questo puntò ci sarebbe qualche altro esame non invasivo che potrei effettuare per eliminare qualsiasi dubbio in merito a ciò.distinti saluti

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Colonscopia virtuale.
Ma il sangue è, verosimilmente, emorroidario.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie per la rapida risposta. Ho capito. In effetti sento anche un leggero bruciore ano rettale al termine della defecazione. Quindi posso stare tranquillo sul mio quesito? Anche perché ripeto, dalle analisi del sangue è tutto nella norma e suppongo che se ci fosse stato altro i valori sarebbero usciti alterati. Chiedo consiglio a lei dottore per il fatto che qui da 4 mesi me la sconsigliano la colonscopia attribuendo tutto ciò esclusivamente a colon irritabile correlato anche alla gastrite cronica che sto ovviamente tenendo sotto controllo con l'assunzione di ipp.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se rilegge le mia prima risposta la sconsigliai anche io.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Sisi, appunto. La mia preoccupazione è data dal fatto di aver visto questo sangue rosso vivo ed in particolare modo dal fatto di aver avuto un caso di tumore allo stomaco in famiglia un mese fa.

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il.tumore allo stomaco non c'entra.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Nel mio caso avrei paura sia all'intestino/colon. Ma evidentemente sono solamente mie preoccupazioni inutili.

[#12] dopo  
Utente
Forse dottore è meglio se le spiego tutta la mia situazione da circa 4 mesi a questa parte. Innanzitutto continuo ad avere difficoltà nel deglutire(prima maggiori mentre adesso sono minori rispetto a prima). Effettuo la prima visita otorinolaringoiatria dalla quale emerge una faringite cronica ipertrofica di grado ben marcato causata da reflusso(e qui sia io che il mio medico di base restiamo scettici in quanto io non accusavo e tutt'ora non accuso ne bruciore ne acidità). Allora il mio medico mi dice di approfondire mediante una visita dal gastroenterologo il quale dalla prima visita palpandomi l'addome esclude sia chron che altre malattie infiammatorie attribuendo tutta la mia problematica(ovvero gonfiore e meteorismo) a colon irritabile.effettuo la settimana successiva la gastroscopia dalla quale il referto è questo:esofago regolare per motilità delle pareti ed aspetto della mucosa. Linea Z coincidente con la giunzione G E che appare in sede. Cardias beate. Stomaco normalmente distensibile con normali quantità di succo gastrico a digiuno ;regolare disegno plicale, la cui mucosa presenta un aspetto variegato come da gastrite cronica. Biopsia. Piloro in asse, mobile e pervio come di norma. Bulbo duodenale e D2 endoscopicamnte nella norma. il gastroenterologo dice che non devo fare assolutamente nulla,ne per lo stomaco ne per il colon. due settimane dopo ritiro l'esito della biopsia dalla quale emerge la negatività di helicobacter pylori ma la presenza di gastrite cronica attiva, ma per il gastroenterologo non c'è ancora una volta nulla di che. Nel frattempo effettuai una prima ecografia addominale dalla quale emerse numeroso meteorismo intestinale in sede epigastrico pancreatica ma nonostante ciò gli oragni erano perfetti. circa due settimane dopo il primario di un ospedale qui da me decide di ricoverarmi per via di un valore di potassio estremamente basso. rieffettuo tutte le analisi di rito ma tutto nella norma, esami delle urine nella norma, ecografia addominale che conferma il meteorismo ma questa volta aggiunge anche una lieve steatosi al fegato(premetto che non bevo da circa tre anni e non sono stato mai un bevitori di alcolici,ne tanto meno fumatore); aggiungono anche un quadro di tiroide autoimmune con ipotiroidismo subclinico, sindrome di gilbert ed esame di calprotectina fecale con esito positivo(526) correlando questo valore ad una possibile infiammazione intestinale(rimarcando l'infiammazione);ma anche qui niente colonoscopia. torno dal gastroenterologo il quale mi dice di assumere solamente dei fermenti lattici per circa 3 settimane e con ciò trovo giovamento(infatti dall'ultima ecoaddominale effettuata meno di un mese fa non emerge ne meteorsimo ne null'altro;magicamente però anche il fegato torna normale, e questa cosa ancora non riesco a capirla); dall'ecografia emergono nuovamente però delle formazioni adenopatiche in sede l-c attive. mi hanno fatto effettuare le più disparate visite(cardiologo,pneumologo,neurologo) risultate tutte negative. sia io che il mio medico eravamo e tutt'ora siamo convinti che il problema riguarda la zona gastrica. comunque 2 settimane fa rieffettuo anche la visita dall'otorino il quale afferma che non ho nessun tipo di infiammazione(è stato lui che mi ha mandato dal neurologo allarmato da una possibile malattia neurodegenerativa visto che ho perso circa 15 kg ma non perchè non volessi mangiare ma perchè non riuscivo a deglutire e soprattutto perchè ero perennemente gonfio come un pallone, ma il neurologo facendomi la visita e facendomi fare determinate cose non ha rilevato nulla-è anche il primario del reparto di neurologia di questo ospedale.l'unica cosa che mi ha detto è quella di una visita oculistica visto che vedo un pò sfocato dall'occhio sinistro ma tornando a quello detto dall'otorino non ha rilevato nulla). ad oggi peso 58 kg. questa mattina nuovamente il medico mi riscontra un'infiammazione della gola dandomi un'antiinfiammatorio da assumere per 5 giorni più aereosol, solo che mi dice che bisogna trovare la causa scatenante di questo mal di gola e non curarlo cosi tanto per). per questo motivo mi da un medicinale mirato alla cura antibatterica(suprax) oltre all'aereosol.quest'oggi come le ho detto ho notato nuovamente puntini di sangue rosso vivo sulle feci e non commiste(anche nei mesi precedenti ho notato ciò ma sempre sangue sulle feci e non dentro). inoltre come le ho già detto vado duro da molto tempo nonostante mangi verdura, yogurt con probiotici, assumo regolarmente più di due litri d'acqua al giorno e non sono assolutamente disidratato. inoltre nell'ultimo rx al torace mi è stato riscontrato un micronodulo parenchimale(anche qui la cosa è strana perchè a novembre durante il mio ricovero dall'rx non hanno riscontrato nulla,mentre sull'rx di dicembre hanno evidenziato questo micronodulo parenchimale). ad oggi mi ritrovo ad aver effettuato numerosi controlli,numerosissime analisi,aver speso comunque moltissimo soldi e mi ritrovo comunque sempre con gli stessi problemi.anche quando andavo al pronto soccorso i parametri erano e sono tutt'ora gli stesso(saturazione sempre tra 98 e 100-analisi perfette,elettrocardiogramma perfetto); non ho dolori all'addome, non ho mai avuto vomito in questi mesi,ne tanto meno febbre. purtroppo i miei problemi restano questi di natura respiratoria dovuti comunque a questa perenne infiammazione della gola che non va via e che non mi fa deglutire, questo problema di durezza delle feci(ecco perchè le ho riportato la mia paura di una possibile patologia intestinale di tipo tumorale). anche secondo il medico del pronto soccorso dell'altro giorno tutto ciò a a che fare con lo stomaco e con la gastrite, ed ecco perchè ho ripreso anche l'utilizzo di ipp da 40(20 mattina e 20 sera) per cicli alternati. dimenticavo di dirle che sono stato anche da uno psicologo in quanto il colon irritabile può avere cause legate allo stress ma al termine della seduta lo psicologo mi ha detto che non necessito di un supporto di tipo psicologico. a detta di tutto ciò e spero di essere stato il più esaustivo possibile spero in una sua risposta che possa quantomeno darmi rassicurazioni sul mio quadro clinico e possa indirizzarmi verso una via definitiva per appunto risolvere queste problematiche. mi scuso per l'essermi dilungato troppo ma il percorso fatto in questi mesi è stato abbastanza lungo. dimenticavo di dirle che ho effettuato anche test anti allergici al cibo come latte, pollo,grano ma tutto negativo. solamente un lieve allergene al polline ma nulla di che. in attesa di una sua risposta esaustiva le auguro un buon proseguimento di giornata.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Secondo me ha gia fatto troppi esami.
Curerei l'intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Purtroppo si, ho fatto troppi esami che purtroppo non hanno rilevato diciamo la problematica di fondo. Ripeto, la mia preoccupazione si chiama tumore al colon in quanto la presenza di sangue nelle feci non è nulla di buono, però allo stesso tempo sono anche consapevole del fatto che se avessi avuto perdite importanti i risultati delle analisi di 3 giorni fa erano alterati. Più che altro oltre a curare l'intestino irritabile (cosa mi consiglia lei) devo cercare anche di capire la causa di questo perenne mal di gola, voce rauca. Inoltre lei per quanto riguarda il micronodulo cosa mi consiglia come approfondimento?. Infine mi scusi la domanda :ma è normale avere una steosi il mese prima(lieve) e il mese successivo non averla più? Le porgo tutte queste domande anche perché come ha già visto i risultati delle ecografie e degli rx al torace sono stati piuttosto contraddittori a riguardo.

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il mal di gola potrebbe essere da reflusso.
Per la steatosi dipende dal fatto che l'ecografia è un esame operatore-dipendente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Per quanto riguarda il reflusso come le avevo detto già in precedenza non ho ne bruciore ne acidità però a quanto ho capito anche sabato il reflusso non è sempre acido. Per quanto riguarda la steatosi non ho ben capito

[#17] dopo  
Utente
Ah, adesso ho capito. Dipende dalla dimestichezza e dalle capacità di colui che fa l'indagine. A questo punto mi viene ancor più da ridere in quanto colui che ha determinato la steatosi lavora comunque in un'importante ospedale, gli altri due medici che hanno condotto l'ecografia sono chi direttore del pronto soccorso della mia città, chi della Asl. Non per denigrare il lavoro di nessuno però la cosa continua a non quadrarmi. Spero soltanto che non sia nulla di grave questa sintomatologia. Inoltre ripeto dottore, la mia più grande preoccupazione è destata dal fatto di avere qualcosa di grave all'intestino o comunque nella toracica addominale. Spero che lei possa quantomeno levarmi questi dubbi, anche perché come ha ben capito in questi mesi i medici che mi hanno visitato hanno avuto sempre la propria e mai un parere sinergico con gli altri.

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Guardi che operatore-dipendente NON è collegato alla bravura di chi fa l'esame ma alla diversa sensibilità dell'occhio di chi fa l'esame!!!!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
Ah, mi scusi. Ho fatto un'emerita figuraccia credo

[#20] dopo  
Utente
Comunque dottore mi scusi ancora per il disturbo, dopo averle spiegato tutto il mio decorso clinico e le mie sintomatologie, posso escludere la presenza di qualcosa di grave e serio livello gastrico intestinale? È diventato un chiodo fisso come lei avrà ben capito. Per quanto riguarda sia la steatosi che per la sindrome di Gilbert non c'è da preoccuparsi? Infine come avevo già sottoposto precedentemente cosa mi consiglia per l'irritazione del colon? Oltre comunque all'assunzione di ipp per controllare la gastrite (mi scusi ancora per ciò che ho detto in precedenza)

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) la prima cosa da curare (checché ne dica lo psicologo consultato) è la sua ansia
2) terapie via web non se ne danno
3) la sindrome di gilbert NON è una malattia
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente
Diciamo che l'ansia sia anche giustificata da quello che le he spiegato e dal decorso clinico che ho avuto(ripeto, la mia più grande preoccupazione si chiama tumore al colon) . Non chiedevo terapie ma consigli sul da farsi(nel senso ri contattare il gastroenterologo o direttamente dal medico di base). Ok per la sindrome di Gilbert mentre per quanto riguarda la steatosi? Mi scuso comunque per lo stress che le ho dato in questa giornata, però credo che se un paziente si rivolge ad una piattaforma di medici è per avere informazioni più dettagliate rispetto a quelle che le hanno fornito in precedenza. Mi scuso ancora per il disturbo e le auguro una buona serata.

[#23]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Rilegga le risposte che le ho dato: i consigli ci sono!!
Se lei ancora insiste a 24 anni sul tumore al colon...........
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#24] dopo  
Utente
Assolutamente, ho riletto per filo e per segno tutto ciò che mi ha detto in precedenza. Ovviamente la mia è una paura destata da quello che le ho spiegato in precedenza, però ripeto, si tratta di una paura che ha detta di tutti non sussiste. Mi scuso ancora per il disturbo e per le numerosissime domande che le ho fatto. È stato preciso e soprattutto tempestivo nel rispondermi dottore, le auguro una buona serata e soprattutto buon lavoro. Spero che se in futuro debba effettuare un nuovo consulto possa contattarla sulla piattaforma ed avere la possibilità di interagire con lei. Ancora una buona serata.

[#25]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A lei!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#26] dopo  
Utente
Salve dottore e buonasera. Volevo chiederle un'informazione :il persistere della presenza di sangue sulle feci c'è, solo che ho notato anche un alone a volte arancio a volte giallognolo che su forma sul fondo delle feci. Vorrei sapere quello da cosa potesse dipendere. Poi per quanto riguarda il sangue la settimana prossima chiederò al medico di prrscirvermi le analisi per la ricerca di sangue occulto nelle feci;se in quel caso l'esito dovesse essere positivo crede che la colonscopia sia inevitabile?

[#27]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il colore arancio è muco.
Che senso ha fare il sangue occulto quando lei lo vede ad occhio nudo??????
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#28] dopo  
Utente
Per poter effettuare la colonscopia, non che la cosa mi esalti più di tanto, ma almeno per avere un quadro ben chiaro e definito del mio intestino,dato che tutti me l'avete praticamente sconsigliata ma se quella è l'unica soluzione...

[#29]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ma ragioni: il sangue occulto serve a rilevare il sangue invisibile all'occhio.
Lei, invece, già lo vede!!!!!!
Ma a che le serve fare il sangue occulto????
Me lo spiega???
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#30] dopo  
Utente
Ho assolutamente capito quello che dice lei, ma quello che sto dicendo io è utilizzare un qualcosa di cartaceo che dopo diventa effettivo. Se io torno dal mio medico, o dal gastroenterologo, o da qualsiasi altro medico, ogni qualvolta parlo di colonscopia sembra che parlassi di non so cosa, ma se è l'unica alternativa per poter risolvere i miei problemi non vedo alternative. Non di certo posso prescrivermela da solo...

[#31] dopo  
Utente
Salve dottore e mi scusi per. Il quesito ma vorrei sottoporle questo referto, sperando che lei sappia interpretare ciò che c'è scritto. Si tratta di un rx torace ed il referto è il seguente : l'indagine eseguita nelle due proiezioni ortogonali, non ha dimostrato evidenti lesioni parenchimali con carattere di attività. Micronodulo parenchimale nel lobo superiore di destra in peri-ilare. Circolo polmonare normodistribuito. Alcuni aspetti bronchitici basali soprattutto a Sn. Emidiaframmi regolari con seni costo frenici liberi da versamenti in atto. Immagine cardio-mediastinica con diametri regolari in asse. L'rx è stato effettuato più di un mese fa ma a causa di problemi di posta è arrivato questo pomeriggio. Lei saprebbe dirmi qualcosa a riguardo?

[#32]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nulla di patologico.
Probabilmente esiti di Tbc come ha il 99,99% delle persone.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#33] dopo  
Utente
Il fatto è che il paziente non ha avuto ne tosse, né raffreddore, né febbre, nulla di tutto questo. Ed il micronodulo nell'rx del mese precedente era assente, mentre quello successivo appare.

[#34]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non mi stupisce.
Dipende da come sono stati eseguiti e letti gli esami.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#35] dopo  
Utente
Salve dottore, volevo chiederle un'informazione. Questa mattina durante la defecazione(molto dura) ho notato la presenza di sangue rosso vivo sulle feci(esclusivamente sull'ultimo pezzo, un importante striscia di sangue rosso vivo). Cosa mi consiglierebbe di fare in questo caso? La cosa strana è che sento solo un piccolo bruciore anale(minimo) per l'esattezza.

[#36]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabilmente è un problema emorroidario.
Visita gastroenterologica.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#37] dopo  
Utente
Devo preoccuparmi di questa situazione o è stupido pensare a patologie gravi?

[#38]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non deve preoccuparsi
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#39] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, un'ultima domanda:io sono in cura con ipp la mattina da 40 e la sera da 20 e con gaviscon un cucchiaio dopo i pasti e prima di dormire. Può centrare qualcosa con questo? Gli ipp e il gaviscon li sto utilizzando per la gastrite cronica ad impronta folicolare. Inoltre vorrei chiederle se tutto questo ha a che fare con il fatto che la mattina mi sveglio con un leggero bruciore alla gola che scompare dopo colazione. Poi dottore vorrei sottoporlo questa problematica: ogni qual volta esco fuori di casa perdo la voce, e la cosa è alquanto strana. Può essere collegato il tutto?

[#40]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessun collegamento con il sangue rettale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#41] dopo  
Utente
Mentre tralasciando il sangue rettale il resto potrebbe essere correlato alla gastrite?

[#42]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#43] dopo  
Utente
Le faccio questa domanda perché il gastroenterologo due settimane fa aveva detto che questa correlazione(non quella del sangue rettale) non era possibile.

[#44]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Decida lei a chi credere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#45] dopo  
Utente
Senza dubbio mi fido di lei, e non lo dico solo per compiacerla, ma perché almeno potrei dare una spiegazione a tutto ciò,ovvero che la causa di questa perdita della voce, di svegliarsi con i bruciore di gola mattutino, di difficoltà nella deglutizione, pesantezza allo stomaco abbia il nome di gastrite e non ansia, perché questo è quello che mi è stato risposto. Il gastroenterologo ha detto che non dovevo fare nessuna cura per la gastrite mentre il medico di base mi ha prescritto ipp per 1 mese e mezzo con il gaviscon. Ecco anche perché avevo fatto una cura per mal gola con amoxicillina e cortisone, con aereosol e via dicendo senza successo.

[#46]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non è gastrite ma reflusso gastroesofageo.
Si faccia prescrivere una terapia adatta.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#47] dopo  
Utente
Volevo chiederle se quella che sto facendo va bene, e se reflusso può esserci anche senza bruciore e senza acidità,anche perché come le ho detto solo la mattina sento questo bruciore leggero in gola.

[#48]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Troppo leggera.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#49] dopo  
Utente
E per l'altro quesito?

[#50]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Reflusso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#51] dopo  
Utente
No, nel senso se il reflusso può esserci senza bruciore ed acidità, perché questa sensazione la sento minima ma solo al mattino

[#52]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo, ci può essere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#53]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Reflusso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#54] dopo  
Utente
Salve dottore, mi trovo costretto a contattarla perché da due giorni ho avuto sanguinamento rettale a seguito della defecazione(dura come che, e che va avanti da quasi 3 settimane e più), ma purtroppo ieri ed oggi ho avuto questo sanguinamento. Ieri sono stato al pronto soccorso ed il chirurgo ha detto che ho delle emorroidi interne ma mi ha consigliato di fare la colonscopia per analizzare meglio questa stitichezza che va avanti da molto tempo. Devo dire la verità che questo mi ha colpito molto perché adesso sono parecchio spaventato. Inoltre il primo giorno disponibile è l'8 di aprile e fino ad allora ho paura di questa situazione. Ho paura che possa trattarsi di qualcosa di serio.