Utente 565XXX
Buonasera,
Sono un ragazzo che pratica pesi e ho una dieta ipercalorica con qualche integratore per l’aumento della massa magra.
Sono ipocondriaco e ansioso e ho alle spalle 3 interventi per pnx spontaneo.
Inizio a raccontarvi il mio problema dai primi giorni di settembre per farvi avere un quadro il più chiaro possibile.

Il 3 settembre vado a fare prelievo e visita per donare il sangue. Il dottore mi dice che mi sente il fegato ingrossato ma è insicuro perché non capisce se sia il muscolo addominale; alla fine mi dice che va tutto bene, e risulto idoneo alla donazione anche per quanto riguarda le analisi del sangue (negativo ad hiv epatite b/c e transaminasi nella norma) e fissiamo la donazione alla settimana successiva il 10 settembre.

Continuo ad allenarmi e la sera prima della donazione ho una cena di pesce dove bevo parecchio vino. La mattina vado a donare e dopo una decina di giorni mi arriva una lettera dall’ospedale che mi avverte che le mie transaminasi del giorno della donazione erano alte (circa il doppio entrambe).

Vado allora dal medico curante che mi sente il fegato e dice che al tatto è nella norma nonostante un po’ di gas intestinali e mi consiglia di non allenarmi per due giorni e non bere alcolici e quindi rifare gli esami delle transaminasi.
Sto due giorni senza fare pesi e un giorno senza alcol e ripeto gli esami, che risultano AST 46 (0-35)
E ALT 41 (0-45)
Allora il medico mi dice che i valori stanno rientrando nella norma e di stare tranquillo.

Ultimamente ho notato che le mie urine sono più scure rispetto a come erano in estate, sono di un colore giallo chiaro nonostante beva molta acqua e urini anche più di 10 volte al giorno.

Adesso da una quindicina di giorni avverto un fastidio (Non un dolore) al fianco destro, mi viene da fare respiri profondi per espandere il torace e poi da contrarre i muscoli addominali alti a destra. Non so se è una cosa mentale perché ci penso spesso e mi sale l’ansia. Vorrei fissare un ecoaddome ma l’ecografo della mia città è in ferie quindi non so cosa fare.
Voi cosa ne pensate? Dovrei rivolgermi a qualcuno? Cosa può essere?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le ho già risposto ad analogo quesito.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia