Utente 506XXX
Buongiorno,
Scrivo in merito alla perdita di peso involontaria di mio padre, di 66 anni.
In virtù di questo sintomo ha eseguito le analisi del sangue, in cui l'unico valore alterato è il ca 19.9ovvero a 168', l altro marcatore Cea è nella norma, emocromo ok, così come nella norma anche i valori legati alla funzionalità epatica.
Ha inoltre eseguito gli esami per la ricerca del sangue occulto che è negativo, mentre la calprotectina a 172.
Ovviamente abbiamo già prenotato la visita specialistica, purtroppo non è possibile eseguirla prima di un mese.
So che per confermare una patologia sono necessari esami endoscopici, ma in base alla Vs esperienza quanto è possibile si tratti di una neoplasia?
Ho letto un po' di statistiche a riguardo e pare che i valori, seppur alterati sono considerati borderline.

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ci chiede l'impossibile. Ci sono neoplasie asintomatiche che vengono diagnosticate solo con accertamenti endoscopici.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Credevo potessero esserci statistiche/studi in tal senso, chiedo venia.
Ad ogni modo, seppure calprotectina e l'antigene 19.9 in qualche modo si confermano, potrebbe trattarsi anche di una infiammazione nonostante l' ultimo sia un marcatore tumorale?

La ringrazio infinitamente per il tempo accordato

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente, non bisogna pensare in modo assoluto alla patologia tumorale.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 506XXX

Buonasera dott.

Le riscrivo in relazione ai nuovi esami fatti da mio padre in virtù del calo ponderale e calprotectina aumentata. Ha affettuato una ecografia addominale che è risultata negativa e la colonscopia.
L'esame evidenzia valvola ileocecale tagliente e ulcerata, ulcere superficiali aftiformi, per cui sono state effettuate biopsie multiple. Al termine del referto la sigla (IBD?).
Purtroppo lo specialista non ha aggiunto altro, Le chiedo se per IBD si intende il sospetto di malattia infiammatoria intestinale da derimere attraverso la biopsia?
Grazie mille per la disponibilità