Utente 284XXX
Buongiorno, scrivo per mia figlia 13 anni alta 170 e pesa 55 kg.

Nel mese di ottobre ha avuto diarrea con 4/5 scariche al giorno, poi piano piano agli inizi di novembre si sono ricompattate le feci, è stata curata come virus o gastroenterite acuta dalla pediatra prescrivendo solo fermenti lattici, debridat e catidral.

Abbiamo fatto le analisi: emocromo completo celiachia coprocoltura parassitologico sangue occulto e calprocteina, questo ultima è l unico valore alterato, prima era 79 e adesso 181.
L altro valore alterato è l intolleranza al lattosio (moderata) esami di genetica.
Abbiamo fatto anche l eco addome delle anse intestinali dove è risultato un forte meteorismo.
Per il resto tutto ok.

Comincio a togliere il latte e prendo le compresse di lattasi per aiutarla, a distanza di tempo le feci si sono ricompattate, ma come le ho dato vellutata di minestrone, fagioli passati (giusto un cucchiaio) e un cornetto una mattina è andata a diarrea e poi tutto è tornato normale.

La ragazza non presenta nessun sintomo aldilà della diarrea quando comincio a reintrodurre qualcosa nell' alimentazione.

Vi chiedo gentili medici se è preoccupante l'unico valore alterato della calprocteina se è indice di un possibile inizio Morbo di Crohn o di altre patologie importanti?
Spero che sia stata solo una brutta colite e che forse l intestino debba riprendersi piano piano.

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Natale Sacca'

24% attività
16% attualità
8% socialità
CATANZARO (CZ)
MONTEPAONE (CZ)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2018
Il valore elevato della calprotectina fecale è indice di infiamnazione intestinale. Sarebbe opportuna una valutazione da parte di un gastroenterologo per valutare il caso
Dr. natale sacca