Utente 574XXX
Buongiorno, mi chiamo Davide ho 25 alto circa 1, 75 e peso 68 kg costante.

Già da qualche tempo, non saprei dire con precisione, lamentavo occasionale lieve disfagia per i solidi, rigurgiti acidi, raucedine abbassamento della voce e frequenti eruttazioni.
Anche se non mi fu mai diagnosticato ho sempre trattato questi piccoli fastidi con farmaci da banco come gaviscon o malox che hanno sempre risolto il problema.
Per lavoro, mi capita spesso di mangiare male, spesso ad orari improponibili, come per esempio le 22, 30 e per la stanchezza caricarmi subito dopo, e lavorare, dopo pranzo, con il cibo ancora sullo stomaco.
Faccio il magazziniere.
Ultimamente però, dopo aver assunto per 4 giorni una volta la sera un antiffiamatorio per il tunnel carpale, mi sono comparsi i seguenti sintomi che ho ancora oggi.

Disfagia credo in zona clavicole, bassa gola, sento come la presenza di muco, o qualcosa di liquido.
Quando deglutisco non mi soffoco, non tossisco ne Inalo o rigurgito, sento solo un accentuato passaggio del bolo, molto fastidioso.
Ogni tanto, con cibi molto secchi, pane o faccia, faccio fatica a deglutirli e sento sia piccoli pezzi, come ss mi rimangono attaccati in gola.
Frequenti eruttazioni dopo i pasti, bruciore retrosternale e di stomaco, alitosi e eccessiva salivazione, ma quest l'ho sempre avuta da quando ero piccolo.
In più ho notato spesso feci poco formate e una lieve riduzione nell'andare in bagno.
Prima andavo 2 volte al gionro ora una sola.
Sono stato dal gastroenterologo che ha sospettato malattia da reflusso, e mi ha dato lucen 40 due volte al giorno per 3 settimane, dopodiché se non passa, si dovrà fare gastroscopia.
Nel frattempo ho fatto altri esami, emocormo, ves pcr, ana ena transaminasi helicobacter tutti negativi.
Solo eosinofili lievemente aumentati.
Ora sto prendendo lucen da 2 settimane, ma non vedo migliorie, solo il bruciore allo sterno sembra essersi ridotto.
La cosa che mi causa più fastidio é la disfagia, essendo io molto ansioso.
Bi chiedo gentilmente dalla descrizione secondo voi, di cosa potrebbe trattarsi?
Temo una causa neurologica della disfagia, anche se ho fatto una visita neurologica completamente negativa oppure acalasia esofagea ecc...Secondo voi da cosa potrei essere affetto?
Nel frattempo non ho perso peso

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di esofagite eosinofila: in corso di gastroscopia chieda che le vengano fatte biosie all'esofago!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 574XXX

La lieve positività agli eosinofili nel siero può essere correlata? Dovrei temere cause più gravi come acalasia o disfagia neurologica?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) No
2) No
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 574XXX

Va bene dottore. La ringrazio. Il gastroenterologo mi ha detto di continuare la terapia fino a fine anno e se non migliora esegue gastroscopia ad inizio gennaio. Fosse esofagite eosinofila, rischierei ad aspettare così tanto tempo?
Quale potrebbe essere la causa?
Il fatto che abbia difficoltà alla base del collo, vicino alle clavicole indica un problema esofageo o della orofaringe?