Utente 499XXX
Buongiorno, mi ero stato diagnosticato il morbo di crohn nel 2013.
In seguito sono stata in terapia con mesalazina e 4 anni fi immunosoppressori.

Da circa 15 giorni ho frequenti scariche di diarrea acquosa (6/7 vokte al giorno in media) , non noto la presenza di sangue visibile.

Ho scritto alla mia gastroenterologa e mi ha detto di fare le analisi non appena torno in sede, per il momento mi ha dato oltre alla nesalazina, flagyl 4 compresse al giorno per 10 giorni e fermenti lattici, che pare non facciano però effetto dal momento che la sintomatologia è rimasta invariata
La cosa che volevo chiedervi è:
Dal momento che pare io abbia rimosso i sintomi di una riacutizzazione di malattia e’ dovuto al crohn il dolore di riflesso dietro i reni, bruciore alla bocca dello stomaco e attorno all’ombelico e tendenzialmente alla parte sinistra dell’addome?

Sono diventata molto ansiosa negli ultimi anni e naturalmente penso sempre alle cose peggiori: tumore, occlusione intestinale, ecc
Grazie mille
Buone feste

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita direi che si tratta di una riacutizzazione del Crohn.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia