Utente
Salve, sono un ragazzo di 27 anni e volevo condividere la mia esperienza per avere delle risposte in merito...
Nel agosto 2016 dopo diversi mesi in cui soffrivo di eccessiva acidità, inappetenza, perdita di peso (e già sono molto magro) e altri sintomi, ho effettuato una gastroscopia con biopsie e la diagnosi fu la seguente:

Gastrite cronica atrofica lieve, lievemente attiva, dell'antro.
Mucosa fundica con edema e scarso infiltrato flogistico di tipo follicolare basale.

HP: non individuato.

Mucosa in DII con parametri nei limiti.


Ho effettuato la classica terapia con IPP e peridon per velocizzare lo svuotamento gastrico e seguito un un'alimentazione idonea al problema non ho ottenuto grandi risultati, ho sofferto tantissimo per recuperare qualche chilo e nonostante tutto sono ancora molto magro.

A distanza di quasi 3 anni ho rifatta un'altra gastroscopia con biopsie e la diagnosi è la seguente:

Gastrite cronica atrofica moderata focale inattiva, con edema ed angiectasia, in frammenti (2) di mucosa gastrica di tipo transizionale.

HP: Negativo.


Ora quello che io chiedo gentilmente è:

Si può guarire da questa patologia?
GUARIRE non tenere sotto controllo.

la seconda diagnosi rispetto alla prima evidenzia un peggioramento rispetto alla prima, dato che l atrofia era lieve e ora è moderata?


Sarò molto grato di ricevere una risposta esaustiva, ho cercato di essere abbastanza breve per non innondarvi della mia storia clinica, purtroppo ho solo 27 anni e mi ritrovo lo stomaco di un di 50
Ho paura non lo nascondo che col trascorrere del tempo le cose possano cambiare in peggio, e sapete cosa intendo.

Grazie in anticipo a chi mi risponderà.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sono molto diretto. Non vedo affatto motivi di preoccupazione per la lieve gastrite focalmente atrofica e nel suo caso può essre indicato un controllo a 5 anni.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dott. Cosentino per la celere risposta, non sono preoccupato ma è una patologia molto fastidiosa e limitante specialmente in soggetti già magri come me.
Detto questo la mia domanda è stata SI PUÒ GUARIRE DA QUESTA PATOLOGIA ???
Chiedo questo solo perché sento da chiunque in giro essendo cronica appunto che " si deve tenere a bada "...

Grazie, Attendo una vostra risposta e buon lavoro.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La gastrite cronica resta cronica. È solo un dato istologico: si invecchia all'esterno ( cute) e si invecchia all'interno (mucosa).

Non si ringiovanisce...
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Va bene Dott. Cosentino è stato chiarissimo, purtroppo è questo ciò che personalmente preme, il fatto che "invecchiando" con una condizione gastrica già compromessa diciamo si possa incorrere a complicazioni serie precocemente, mi corregga se sbaglio .
Grazie ancora per il tempo dedicatomi.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sbaglia....
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it