Reflusso gastroesofageo

Buon pomeriggio,

Sono una ragazza di 23 anni, ieri sono andata al pronto soccorso per effettuare un ECG prescritto dal dottore che ha ritrovato delle anomalie nel mio battito cardiaco che appariva più accelerato rispetto agli standard (ultimamente soffro di ansia ma si è voluto accertare che non fosse tachicardia dovuta ad altro).
Dopo averla fatta, i battiti risultavano 124 e la pressione 130/75, i dottori al pronto soccorso non si sono dimostrati preoccupati e mi hanno sottoposta ad analisi del sangue dalle quali è risultato essere tutto nella norma.
Comunque continuo ad avere bruciori di stomaco, facoltà di digestione, fastidi al braccio sinistro e una fastidiosissima sensazione di nodo alla gola.
Riferito ciò al mio medico di base mi è stata sottoposta una cura di 10 giorni di Pantorc.

È davvero possibile che il reflusso gastroesofageo mi dia tutti questi fastidì o mi consigliate di agire con ulteriori controlli?
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 24k 939 12
Molto verosimile che sia un problema gastrico.
Però prolungherei la terapia per 4 settimane.
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Non essendo parecchio esperta di problemi riguardanti l’apparato digerente preferisco informarmi prima di creare allarmismi... dunque è normale anche avere sensazioni di svenimento e/o vertigini? Entro quanto dovrei migliorare portando avanti la terapia?
La ringrazio per la risposta

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio