Utente
Salve Dottori! Sono una ragazza di 27 anni.
Da più di 2 settimane sto avendo difficoltà durante la deglutizione.
In parole povere sento che il cibo non riesce a scendere del tutto, e rimangono dei resti anche per ore intere.
Mi sono recata al pronto soccorso dove mi hanno fatto una visita otorinolaringoiatra (risultata negativa) e visita gastroenterologica con gastroscopia.
Dalla gastro è risultata una esofagite causata dal reflusso (che a sua volta è causato da incontinenza cardiale).
Ho fatto anche eco tiroidea, negativa anche essa.
Mi hanno prescritto un ipp e faringel bustine dopo i pasti.
Dopo una settimana di terapia il problema sembra aumentato, con difficoltà anche con i liquidi.
Ho perso 5kg perché praticamente non mi sto nutrendo e non riesco davvero a fare più nulla.
Il mio quesito è: c’è qualche altro esame che potrei fare?
Non sarà forse sbagliata la terapia?
E soprattutto... può una esofagite creare così tanto disagio?
Vi ringrazio davvero tanto per l’attenzione.
Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di esofagite eosinofila.

Occorrerebbe ripetere la gastroscopia con biopsie esofago.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia