Utente
Salve, da quasi un mese accuso un dolore sordo e a fitte a destra, immediatamente sotto il seno dx.
Ne ho quindi parlato con il medico che mi ha fatto eseguire un'eco addominale completo.
Con mio stupore è stato trovata una "macchia" non bene identificata di dimensioni pari a 61x44mm di cui sono state formulate tre ipotesi, angioma, adenoma o fnh.
Parlando con il dottore che mi ha fatto l'ecografia lui pensa possa essere un'angioma ma non si è voluto sbilanciare, mi ha caldamente consigliato di fare una tac con e senza contrasto che dovrei fare la prossima settimana.

Ora potete immaginare il mio stato di preoccupazione, specialmente perché io purtroppo sento dolore.
Non è un dolore forte ma pulsante e lo sento molte volte al giorno ormai.
Non ho altri sintomi particolari.
Il mese scorso ho fatto pure le analisi del sangue con emocromo, ves, pcr ma il quadro era invariato.

Insomma vi scrivo semplicemente per darmi informazioni più dettagliate, nonostante io lunedì debba comunque andare da una specialista.
Mi sareste comunque sia di aiuto.

Grazie.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il fegato non duole.
Probabilmente il dolore origina dall'intestino.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, la ringrazio per la pronta risposta. Il problema è che quando mi ha fatto l'ecografia in quel punto purtroppo mi faceva molto male (come se avessi un livido).

Tuttavia posso completare dicendole che io stessa (ovviamente da ignorante) fin da subito pensavo fosse di origine intestinale perché a volte il dolore migra e lo sento in tutto l'addome (piccole fitte che migrano davanti e dietro la schiena), poi il fatto anche che a volte inchinandomi senta un dolore sopra il petto, insomma pensavo fosse reflusso.

Comunque preciso che il fegato non era ingrossato e per il resto il mio addome nell'ecografia non presentava altri problemi se non un principio di renella.

Quello che mi sta tormentando ora è il dolore che proprio in questo preciso momento lo sento nella schiena a quell'altezza.

Ahimè capisco di essere preoccupata e cercherò di tranquillizzarmi, intanto grazie.

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno. Scusate se continuo a scrivere ma mi sto parecchio agitando.
Ora ho una tremenda paura che questa macchia sia una metastasi al fegato partita dall’intestino o stomaco.
Non trovo pace.
Ho letto i sintomi e a parte il dolore all’addome e il fatto che qualche mese fa riscontravo del sangue rosso vivo nelle feci da presunte emorroidi o ragadi non ho avuto nient’altro ma questo pensiero mi sta gettando nel panico.
Potete darmi un aiuto? Secondo voi si potrebbe già escludere? L’ecografia all’addome ovviamente non menziona questi organi giusto? Però posso dirvi che i linfonodi non sono gonfi in tutta la regione.
Non so, se potete darmi un consiglio ve ne sarei molto grata.
Inoltre vi ripeto che analisi del sangue che ho fatto un mese fa erano nella norma consueta mia, ovvero emocromo ok pcr ok r ves leggermente sballata ma la ho così da 10 anni dovuta dalle mie malattie autoimmuni.
Grazie

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza, senza visita e senza vedere le immagini, non si può dire di più.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, torno con alcuni aggiornamenti.
Ho fatto la tac con e senza mdc e viene riportato quanto segue al iv-ii segmento epatico e al v si osserva la presenza di due aree con disomogeneo enhacement in fase arteriosa e portale, che mostrano ring periferico iperdenso in fase tardiva con scar centrale, rispettivamente di 56x44mm e 31x25mm reperti suggestivi per fnh da correlarsi con i dati clinici. Poi mi hanno scritto che è presente una ciste splenica di 27 mm e un linfonodo al Ilo epatico di 20mm il resto è a posto.
Il mio dottore di base mi ha caldamente consigliato una visita da uno specialista epatologo per capire se si può parlare anche di intervento. Inoltre domani chiamerò la mia ginecologa per interrompere la pillola anticoncezionale che prendo da 10 anni.
Io continuo ad essere molto preoccupata per alcuni motivi: 1) continuo ad avere un dolore al lato destra dell’addome
2) la presenza di quel linfonodo


Mi potete consigliare qualcosa? Purtroppo mi sto facendo prendere dal panico per tutto.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il dolore è intestinale probabilmente per eccesso di gas.
Il linfonodo non credo abbia relazione con i due noduli.
Si affidi ad un buon reparto di epatologia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia