Utente 140XXX
Salve,
mia suocera, 87 anni a Marzo, in data 30.01 è caduta accidentalmente da uno sgabello (50/60 cm). In seguito alle RX eseguite dai medici del Pronto Soccorso, la diagnosi dell'ortopedico recita "frattura composta del trocantere sinistro. Si consiglia riposo a letto per tre settimane."
Le sono stati prescritti i seguenti medicinali:
- Clexane 400 u.i. soluzione iniettabile ( per tutto il tempo della degenza a letto);
- Optinate cpr 35 mg.
- In aggiunta, è stato consigliato un antidolorifico all'occorrenza.
I quesiti che pongo sono:
-Quali saranno, approssimativamente, i tempi di recupero (che le consentano, per lo meno, di effettuare movimenti in totale autonomia)?
-E' controproducente consentirle di stare seduta?
-Al termine della convalescenza è prevedibile una piena riacquisizione della abilità motoria?
Grazie mille alla cortesia di chi vorrà rispondermi.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signora
ogni valutazionea distanza è impossibile.

Solo come informazione posso dirle che una frattura del gran trocantere, per quanto composta, non guarisce in 20 gg. (periodo di formazione del solo callo fibroso) , ma richiede un periodo di almeno 60 gg a seconda dei casi (a volte anche 90..).
Ergo è impossibile fare valutazioni senza una valutazione clinica e la visione diretta degli esami.
I tempi di recupero nell'anziano inoltre sono piuttosto lunghi per via dell'insufficienza rapida dei mm. glutei che si instaura.

La gestione della posizione seduta spetta al medico curante in relazione al tipo di frattura.

Sempr ein via generale a frattura guarita e dopo riabilitazione adeguata l'abilità motoria potrà ritornare quo ante.

Cordialità
dr A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante