Utente 127XXX
Nonna di 90 anni, prima si muoveva a fatica ma autonomamente, scendendo dal letto, camminando, passeggiando accompagnata da una badante.
Due settimane fa di notte, alzatasi per andanre in cucina è caduta su se stessa.
Da allora non cammina più. Nessuna frattura, e il neurologo ha detto che non sembrano esserci problemi: muove gambe e braccia se glielo si chiede.
Ma non riesce ad alzare il tronco e sollevandola è come un "peso morto".
Cosa può essere successo? C'è speranza di recuperare?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta

24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Tenga presente che spesso alcune fratture del bacino non vengono ben evidenziate alla radiografia.

Le cadute nell'anziano spesso scatenano una catena di eventi fortemente penalizzanti per l'autonomia del soggetto.

Suggerirei valutazione ortopedica e fisiatrica .

La speranza di recuperare è inversamente proporzionale al tempo trascorso a letto senza deambulare e alle malattie concomitanti.

In sostanza le consiglio ( dopo i consulti di cui sopra) di iniziare subito un percorso riabilitativo intensivo con un bravo fisioterapista .

Cordiali saluti
Dr. Salvatore Bartolotta