Utente 310XXX
Buongiorno, sono la figlia di un padre che da circa 10 giorni ha iniziato ad avere
problemi di memoria .. ripetere le spesse cose ... è debole ... Abbiamo fatto gli esami del sangue e risulta carenza di vitamina B12 e ferro ... (ha subito un intervento circa 10 anni fa alla valvola mitralica - attualmente ha 83 anni). prende da dieci anni appunto medicinali per la coagulazione (Tipo cumadin)
Pero' sembra piu' che altro sia in uno stato molto ansioso e depressivo .. attualmente fra geriatra, cardiologo e medico di famiglia sta facendo una cura di fiale per la vitamina B12 ed il ferro ... gocciole CIPRALEX .. ha fatto anche la tac
e questo di seguito è il referto:
DISCRETO AMPLIAMENTO SU BASE ATROFICA DEL COMPLESSO VENTRICOLARE E DEGLI SPAZI LIQUORALI PERIENCEFALICI
SONO PRESENTI SFUMATE NOTE VASCULOPATICHE SOTTOCURTICALI DEGENARTIVO CRONICHE
SFUMATI SEGNI DI SOFFERENZA ISCHEMICA SONO PRESENTI NEL TERRITORIO GIUNZIONALE POSTERIORE DI DESTRA
NON ALTERAZIONI DI RILIEVO PER QUANTO VALUTABILE CON LA METODICA A CARICO DEL TRONCO ENCEFALICO E DEL CERVELLETTO.

Forse ancora è troppo presto per qualsiasi esito alle medicine. Pero' è sempre debole ma anche molto ansioso e depresso ... non si ricorda le cose è vero pero' quando poi gli passa l'ansia .. si ricorda di tutto !!
Mi potete dare un Vostro parere e consulto ? Grazie molte
Donatella

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Donatella,

alla TC cranio-encefalica è stato riscontrato un duplice problema che potrebbe giustificare la sintomatologia descritta, un problema neuronale con danni cellulari ed un problema circolatorio con ridotta ossigenazione cerebrale. Come Le dicevo, entrambi i reperti possono giustificare la sintomatologia ma se, come Lei sostiene, tale condizione si riscontra solo durante episodi ansiosi è possibile pure che possa essere determinata dal disturbo ansioso-depressivo.
Le ricordo pure che, anche in caso di origine organica del problema, questa sintomatologia a "tratti" è spesso frequente.
Comunque veda se la terapia in atto darà dei benefici.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 310XXX

Dottore buongiorno,
La ringrazio veramente tanto per quanto mi ha scritto ...
Oggi - insieme a mia madre - andavano a prendere l'appuntamento per una "valutazione memo-psicologica per deficit memoria" ... Purtroppo pero' continua a non dormire la notte (sono 3 giorni che prende 20 goccioline di Trittico)...
La sua ansia è quella di non ricordarsi di prendere le medicine per la coagulazione (sintrom) dice sempre ... " ma io non prendo piu' le medicine .. anche se cinque minuti prima le prepara ..." dice spesso .. " ma come sono ridotto , ma perchè sono diventato cosi' .., - per me è anche come Le dicevo depressione ..
Non so se voglio che sia cosi' o non voglio accettare quello che gli sta capitando.
Ma il risultato della TAC per Lei è molto negativo ? .. oppure per l'eta' e quello che ha passato è "abbastanza nornale" ? Secondo Lei potrà migliorare ? o meglio stabilizzarsi e - per lo meno - non peggiorare ? ...

Grazie mille ancora
Donatella

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le possibilità di miglioramento dipendono dalla causa, se questa è di tipo ansioso-depressivo è certamente più affrontabile e le possibilità di miglioramento sono concrete, se invece la causa è organica, cellulare o vascolare, le possibilità di miglioramento sono minori. Comunque con alcune terapie si può rallentare il processo di "invecchiamento" cerebrale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 310XXX

Grazie Dottore
speriamo davvero sia per la prima causa .. e anche se fosse per la seconda
speriamo che sia piu' indolore possibile (specialmente per il Babbo - creda che
è un vero colpo al cuore vederlo cosi' triste e depresso e non rendersi conto il
perchè del suo comportamento ) ..
Mi permettero' di contattarLa nuovamente per riferirLe degli esiti delle visite
e dell'andamento ...

Grazie davvero tanto per la Sua consulenza
La saluto cordialmente
Donatella

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

può contattarmi quando vuole, a disposizione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 310XXX

Buongiorno dottore, sono di nuovo a disturbarla .... mi rendo conto di "stressarla" ...
Purtroppo mio padre non da segni di miglioramento. Ad oggi la sua cura (oltre agli
anticoaugulanti SINTROM) per l'attuale condizione è CIPRALEX (per l'ansia) e DONOPEZIL .. siamo in attesa di (credo si dica cosi') entrare nel Protocollo sanitario.
Mio padre si sente sempre piu' debole, demotivato ed io penso che , a parte le dimenticanze dovute sicuramente alla demenza senile, non riesco a "togliergli questa depressione che l'ha colpito" ... continua sempre a dire "guarda cosa mi è successo, ma perchè a me, non sono piu' capace a fare nulla.. "
Vorrei cercare di fargli superare questa situazione; a me sembra anche che abbia perso qualche kilo!! (anche se mangiucchia !) Cosa mi consiglia dottore ? ... cosa mi devo aspettare ?
grazie e scusi ancora
Donatella

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

da quanto tempo Suo padre assume i farmaci citati sopra?
Stia tranquilla che non mi stressa certamente!

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 310XXX

Gentilissimo Dottore
mio padre assume i farmaci anticoagulanti da circa 10-12 anni dopo aver effettuato un intervento alla valvola mitralica (e gia' questo evento secondo me gli ha causato un "trauma" che si porta dietro .. infatti ha sempre detto "eh ... voi non sapete quello che ho subito io .. mi hanno tolto il cuore ... etc. etc. !!) pero l'intervento è andato bene e anche secondo il cardiologo che lo segue è tutto regolare ....
Credo che lui abbia paura e di conseguenza si comporta cosi' - naturalmente come anche riporta il referto della tac - ha qualcosa di degenerativo .. Ma io pensavo (forse lo speravo) che soprattutto fosse una forte depressione ...
Grazie per quanto mi consigliera' ...
Cordialità
Donatella

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

mi riferivo principalmente al cipralex e al donepezil.
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 310XXX

Dottor Ferraloro buongiorno

avevo frainteso mi scusi .. il cipralex è circa 20 giorni (ora sono 10 gocce il giorno)
e il donepezil sono circa 7/8 giorni (1 comp. 5 mg. / giorno)
come Le ho detto in precedenza siamo in attesa di "entrare nel protocollo sanitario" e dobbiamo prendere l'appuntamento per la "valutazione memo-psicologica per deficit memoria" ...
si aggiunga anche la notte non dorme (nonostante 20/25 gocce di Trittico !) e quindi svegliandosi ... ripensa che ripensa ... entra in crisi ... Non so se la circolazione e l'ossigenazione in questi momenti è peggiore !!
Ancora grazie per quanto potra' dirmi ... Creda mi è di grande supporto !!
Donatella

[#11] dopo  
Utente 310XXX

Le volevo aggiungere che proprio oggi, parlando con la dottoressa che lo ha in cura, vista la sua continua debolezza, stanchezza mi ha consigliato di dargli anche 1 fiala (puntura) di SAMYR 400 ...
Le dico questo non per sfiducia sulla dottoressa che lo segue, assolutamente... ma per avere dei pareri diversi e dei consigli ulteriori ... capisco che le cure devono avere tempo per eventualmente funzionare .. pero' mi capisce, vorrei fare di tutto per farlo stare il meglio possibile ...
Grazie
Donatella

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

per vedere gli effetti antidepressivi del cipralex necessitano 3-4 settimane, a volte anche di più, per cui ancora è prematuro attendersi benefici. Se la depressione invece di essere funzionale fosse di origine organica (cioè dovuta a deterioramento neuronale) gli effetti dell'antidepressivo potrebbero non essere brillanti.
Per quanto riguarda il donepezil, a volte i risultati non sono evidenti in quanto il miglioramento sulle funzioni cognitive può essere lieve, tale da non essere ben percepito dai familiari, a volte invece viene rallentato il processo regressivo cerebrale.
In altre parole l'effetto di un farmaco è fortemente individuale.
Probabilmente a Suo padre verranno effettuati alcuni test neuropsicologici, il più comune dei quali è l'MMSE (Mini Mental State Examination), in base ai valori riscontrati è possibile avere delle idee più chiare sul suo stato cognitivo attuale.
Ok per il samyr.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 310XXX

grazie mille !!!

Donatella

[#14] dopo  
Utente 310XXX

grazie mille !!!

Donatella

[#15] dopo  
Utente 310XXX

Dottore Buongiorno,
mi permettevo di aggiornarLa sulla malattia di mio padre ... siamo in attesa di fare quei test di cui parlava anche Lei per vedere l'effettivo stato cognitivo.
Sembrerebbe essere un po' piu' calmo rispetto all'inizio pero' purtroppo ... diciamo che si vedere che "la malattia c'è" ...
una cosa in aggiunta gliela posso dire .. dice sempre che ha paura ha paura ... allora mia madre gli ha chiesto di cosa hai paura ? e lui dopo un po' ha confermato "ho paura di morire" ... lui si rende conto di avere qualcosa .. di non ricordare .. di fare delle cose che non vorrebbe fare .. ma non riesce ...
Amplifica le paure che ha sempre avuto .. la paura di non ricordarsi di prendere le medicine anticoagulanti .. di farsi le solite visite per il prelievo ... e quando si fissa è difficilissimo distorglierlo ...
Un consiglio ? o meglio un altro consiglio ? Lei si è dimostato sempre molto gentile ...
Grazie mille
Donatella

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

il consiglio che Vi posso dare è di mantenerlo tranquillo e di non fargli pesare questi problemi, sorvolando su alcune incongruenze che potrebbero esserci, rassicurandolo e dando tanto affetto ma quest'ultimo non gli manca davvero, ne sono certo in base alla lettura dei Suoi post.
Le ricordo inoltre, considerato il gran caldo di questi giorni, di tenerlo in ambiente possibilmente fresco e soprattutto di farlo bere tanto per evitare che si disidrati.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 310XXX

Buongiorno dottore,
volevo aggiornarLa - visto la Sua veramente gradita cortesia - sullo stato di mio padre. Circa una settimana fa ha effettuato i test psico .... e purtroppo non è andata bene .. anche se poi nella successiva visita con la geriatra è andata meglio e quindi - anche secondo lei - la "verità" sta un po' nel mezzo ... I test erano difficili anche per me !!! il piano terapeutico preparato è quello attuale con la differenza che dovrà prendere una compressa da 10 mg (invece che da 5) di DONEPEZIL (per 4 mesi !) a fine settembre rifare gli esami del sangue per vedere la vitamina B12 ed il ferro (sta continuando la cura di ferro e vitamina ..) lui è sempre lo stesso ... triste ... dice sempre che è "rintronato .. che ha 83 anni e che non si credeva mai di ridursi cosi ... !! .. ripete le stesse cose dopo pochi minuti e non si ricorda le cose .. (purtroppo !) ...
Speriamo che il dosaggio riesca a rallentare questa malattia ... Grazie ancora per la Sua collaborazione...
Donatella

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

La ringrazio per l'aggiornamento. Purtroppo era nelle previsioni questo possibile risultato, speriamo che la terapia in atto riesca a rallentare il processo (assume anche il cipralex?).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 310XXX

si continua a prendere anche il CIPRALEX (10 gocce il giorno) ...
Mi auguro davvero che la terapia possa fare qualche effetto - positivo -
E' un po' difficile abituarsi ad accettare questo tipo di malattia ...
Grazie ancora

Cordialità
Donatella

[#20] dopo  
Utente 310XXX

Buonasera, si ricorda di me ? ... volevo ragguagliarLa un attimo sulla situazione di mio padre e chiederLe i soliti consigli preziosi. Purtroppo con la "testa" giorno dopo giorno sta poco alla volta peggiorando (nel senso che si dimentica le cose, le perde, ripete contiuamente e fa le cose cosi' per farle .. p.e.: ora ha prese a "tagliuzzare le piante" o meglio levare le foglie secche ... ma va bene !! - il problema sta inziando mia mamma che non riesce ad accettare la cosa ... ma anche questa cerchiamo di farla andare ... !!)
Tornando a babbo. Ha rifatto gli esami del sangue e questi sono i risultati: FERRO : 52 era 47 - VITAMINA B12 :Superiore 1500 - era 81 e GAMMA GT : era 143 ora 152.
i medicinali sono sempre gli stessi... CIPRALEX - DOBETIN - FERRO - DONEPEZIL 10mg.
Cosa ne pensa ?
Per mia mamma sono ad insistere che prenda almeno i fiori di bach (anche se .... !) perchè lei si ostina a non voler nulla ...

Grazie mille di tutto
Donatella

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

certo che ricordo Lei e il caso di Suo padre.
Il farmaco che dovrebbe aiutare nel deterioramento cognitivo è il donepezil ma non sempre produce i risultati sperati. Innanzitutto Le dico che non è un farmaco che risolve il problema e quindi non ci si deve aspettare un miglioramento importante. Già è tanto se riesce a rallentare il processo di invecchiamento patologico del cervello. Le ricordo che non esistono ancora farmaci risolutivi.
Oltre l'aumento della gamma-GT gli altri enzimi epatici sono nella norma, per es. GOT e GPT?

Per la Mamma, considerato che rifiuta i farmaci classici, potrebbero essere di aiuto alcuni integratori o prodotti a base di erbe consigliati però dal medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 310XXX

Buongiorno dottore,
scusi innanzitutto il ritardo con cui Le rispondo...
purtroppo i risultati che Lei richiede non ci sono perchè non sono stati richiesti. Suppongo perchè in precedenza rientravano nella norma ...
Vedo solo ora che sono "sballati" i risultati degli ERITROCITI nelle urine (38 - mentre i riferimenti sono fino a 18) ma credo che nel risultato complessivo ci possano stare:
Il dottore di base ha fatto interrompere la somministrazione di DOBETIN (vitamina B12) e continuare la cura del FERRO (dopo una pausa di 10 giorni).
In questi giorni sembra sia stabilizzato, soprattutto perchè ho consigliato a mia madre di lasciargli fare tutto quello che vuole (nei limiti ovviamente) controllandolo solo per quanto concerne le medicine (anche perchè da solo non riuscirebbe piu' a prenderle !) e cercando di non fargli prendere l'auto (cosa che gli è ancora rimasta e che vorrebbe contiuare ad utilizzarla !)
Trovandosi occupato - senza che mamma gli stia addosso dicendogli fai questo fai quello sembra sia piu' tranquillo !!
Speriamo bene ...
Grazie ancora per l'aiuto che mi ha dato e mi permettero' di disturbarLa fra un paio di mesi quanto ci sara' il controllo dalla Geriatra (sperando che nel frattempo tutto proceda almeno cosi !)
Donatella

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

mi fa piacere apprendere che Suo padre stia meglio, Le auguro che continui così! Positivo è anche il desiderio dell'automobile, nel senso che provare piacere per qualcosa o desiderarla è un fatto assolutamente positivo. Se ha altre passioni o hobby è giusto che li segua.
La saluto cordialmente ricordandoLe che non disturba certamente.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 310XXX

Dott. Ferraloro buongiorno, si ricorda ? ...
ogni tanto sono a disturbarla ma se mi consente ... mi fa piacere riuscire a parlare cosi' .. apertamente !! spero di non seccarla piu' di tanto !.
Volevo chiederLe un parere ...
Mio padre diciamo che si è un po' "stabilizzato" .. nel senso - come Le dicevo nella precedente mail - che anche se ovviamente si scorda di moltissime cose e quindi ha bisogno che mia madre lo "assista" .. per il resto diciamo che possiamo accontentarci. Una cosa che abbiamo riscontrato è che sembra "sovra eccitato" .. nel senso che si arrabbia molto facilmente .. anche quando cerchiamo di "riprenderlo" in qualcosa sempre con calma .. facendogli vedere che magari una cosa che fa è sbagliata (perchè è sbagliata) o fa qualcosa di pericoloso (tipo salire sulla scala per tagliare i rami di un ulivo .. ora gli è preso che vuole potare l'unico ulivo in giardino .. !) sembra che ce l'abbia con mia mamma perchè sta sempre in casa a fare le pulizie etc ... insomma un po' troppo eccitato ... completamente l'opposto di quanto gli succedeva 4 mesi fa circa che era veramente troppo depresso.
Lui al momento continua a prendere il CIPRALEX (10 gocce da Giugno - prima 3 poi 5 ora a regime 10 ... ) e punture di SAMYR400 (da luglio . prima 1 per 5 giorni consecutivi .. ora due volte alla settimana) e so che entrambi erano per la depressione (anche per quella !)
Mi domandavo: sarebbe il caso di rallentare .. tipo : Cipralex 5 gocce e le punture magari
solo una a settimana .. ?
La visita dalla dottoressa che lo ha in cura è prevista per Dicembre pero' pensavo prima di arrivare a tale data ...
Lei cosa ne pensa ? ...

Grazie mille per i suoi consigli ..
Donatella


[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Donatella,

bentornata! Certo che ricordo.
E allora, considerata la sintomatologia che riferisce una riduzione del dosaggio dell'antidepressivo potrebbe essere presa in considerazione, ovviamente deve essere il medico che segue Suo padre a prendere questa decisione.
Il samyr ha un'azione molto blanda per cui la somministrazione settimanale o la sua sospensione non sarebbe un problema, per il cipralex invece deve chiedere al medico.
Mi pare però di capire che tutto sommato la situazione sia sotto controllo e che le condizioni di Suo padre siano buone.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro