Utente 420XXX
Salve,
Mio padre, 66 anni, da circa 4 anni soffre di questa patologia!
La geriatra della Asl ha prescritto la nuova terapia con seroquel da 25 mg due volte a di, mezza compressa di depakin da 300 due volte al dì! In più stiamo dando il talofen 400 20 gocce due volte al dì, anche se la geriatra ha detto di diminuirlo, ma come lo facciamo iniziano di nuove crisi violente contro di noi! Inoltre lui assume anche inderal 40 e zuglimet 500 tre volte al giorno, cipralex 10 gocce una volte al giorno, una di cardioaspirina, una di atovarstatina, una di miocardis! La mia domanda dopo tutta questa premessa è perché non vediamo miglioramenti colca l'onda che lui ha iniziato la terapia da 8 giorni! Potrebbe qualche farmaco andare in contrasto? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Fabio Guerriero

24% attività
0% attualità
0% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno Utente,
Purtroppo da quanto risulta Suo padre è affetto da Malattia di Alzheimer ad esordio precoce, con disturbi del comportamento solo parzialmente controllati da farmaci specifici quali neurolettici e stabilizzatori dell'umore. Controlli ravvicinati e modulazione della terapia sono indispensabili per riuscire ad ottenere una terapia quanto più adatta al contenimento dei disturbi del comportamento. In generale la risposta a questi farmaci è individuale e spesso differente da soggetto a soggetto. Le interazioni tra i farmaci invece posso aumentare certamente all'aumentare del numero dei farmaci, come è noto.
Detto questo, la condizione di Suo padre è da valutarsi approfonditamente e va seguita nel tempo.
Saluti.
Dr. Fabio Guerriero
Specialista in Geriatria
Dottore di Ricerca in Medicina Interna e Terapia Medica

[#2] dopo  
Utente 420XXX

La ringrazio per la risposta, dalla mia richiesta la geriatra già ha aumentato la dose di seroquel e sembra che va meglio!
Cordiali saluti