Utente 909XXX
Buonasera,
invio questa richiesta per avere dei consigli su come gestire mia nonna che ha l'eta di 88 anni e soffre da piu di un anno di demenza senile,abbiamo effettuato delle visite specifiche con valutazione in data 22/08/2008 di MMSE=9/30corretto=11.2/30,,GDS punt. katona=2/4,ADL=3/6,iadl=7/19)con preiscrizione di talofen(v+v+x gtt,ore 8,14 e 20)usando in caso di fabbisogno trittico XV-XX gtt al bisogno(al massimo due volte al di).e stata eseguita TAC con referto:l'esame ha evidenziato dilatazione su base artrofica dei ventricoli e dei solchi celebrali,insieme ad una diffusa ipodensità della sostanza bianca preventricolare ed emisferica,compatibile con sofferenza ischemica diffusa.
in questo ultimo periodo dopo una bronchite asmatica che ora e quasi guarita mia nonna e peggiorata notevolmente,avendo difficoltà a camminare,rifiuta il cibo quasi sempre,ha dei scompensi molto piu frequenti dove non riconosce il luogo in cui si trova,si accanisce contro i familiari piu cari diventando ingestibile,ed essendo anche molto cattiva e nervosa.
abbiamo segnalato questa degenerazione, e tuttora somministriamo quando si presentano questi episodi violenti trittico in nr 25 gocce.altrimenti normalemnte gestivamo molto tranquillamente con talofen 8 al mattino e 8 al pomeriggio e 15 alla sera.
chiediamo un consiglio perche abbiamo visto che non troviamo ormai piu un beneficio dopo trittico e vediamo che da circa una settimana che mangia pochissimo e siamo preoccupati perche sembra che giorno per giorno le condizioni stanno degenerando.
voglio ringraziare anticipatamente per ogni consiglio che posso addottare per riuscire a migliorare anche se fosse di poco,questa situazione negativa.spero di aver riportato delle indicazioni dei referti utili non essendo un medico per avere un quadro della situazione piu chiaro possibile.
distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Arena

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Generalmente gli anziani, specie quelli con deficit cognitivi importanti, possono presentare una risposta iatrogena paradossa ai cocktail farmcologici.
Potrebbe essere utile sosotituire la precedente terapia con 10 gtt di clorpromaziana, evitando l'uso di combinazioni farmacologiche.
Dr. Maurizio Arena

[#2] dopo  
Utente 909XXX

Grazie Dr Arena per la preziosa indicazione.
volevo indicarle anche che abbiamo anche gia in casa haldol in gocce.Il quale ci dissero di non somministralo.
le gocce di clorpromazina sono analoghe alle gocce di haldol?
grazie della collaborazione.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Arena

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Tenga presente che l'Haldol è più incisivo della clorpromazina, è preferibile utilizzare quest'ultima ed adattare la posologia di volta in volta.
Dr. Maurizio Arena