Fibroma uterini

Salve ho 41 anni. TEmpo fa mi è stato diagnosticato la presenza di fibroma uterini ed ho subito un intervento chirurgico di rimozione dei medesimi, che purtroppo non è stato risolutivo.
Da quel momento il mio ciclo è divenuto irregolare ed il flusso molto abbondante.
Oggi la situazione è la seguente: il tasso di ferratina è pari a 3 e la sideremia è di 26.
Dall'esame ecografico "l'utero appare aumentato di volume (143x121x120mm)per la presenza di formazioni fibromiomatose multiple, alcune sottosierose ed altre intramurali. Le maggiori misurano 42,30,24 e 29mm. Rima endometriale di tipo secretivo di 9mm du spessore. Nella norma gli annessi. Ovaio da 32x13mm,sn28x17mm".
E' necessario intervenire di nuovo? Se si, nel mio caso è possibile praticare l'emboiizzazione o la medesima è ancora una tecnica sperimentale?
Premetto che se è possibile chiaramente vorrei evitare l'asportazione dell'utero e non vorrei escludere in futuro una gravidanza
grazie.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Ha accertato la presenza di MIOMI SOTTOMUCOSI con un'esame ISTEROSCOPICO?L'anemia secondaria va trattata oltre che con terapia marziale anche riducendo la quantità dei flussi mestruali.Si potrebbe prendere in considerazione l'uso dello IUD (spirale) al progesterone MIRENA,escludendo la presenza di fibromiomi sottomucosi.SALUTI!

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test