Utente
salve, ieri a 29 settimane dopo la mensile visita di controllo mi è stato trovato dalla dottoressa un collo dell'utero accorciato, 34-35mm ma fortunatamente ben chiuso. ora so che non è una situazione tragica ma sono stata messa a riposo, 6 punture di lentogest, due a settimana, 2 bustine di mag 2 al giorno. vorrei sapere se la cura sia indicata, se ci sono possibilità di miglioramento o se almeno così la situazione possa rimanere stazionaria, 29 settimane mi sembrano troppo poche. inoltre non riesco a capire se fino ad oggi ho mai avuto delle contrazioni non avendo sentito particolari dolori o fastidi, la cosa mi preoccupa un po' perchè potrei averle e subire un ulteriore accorciamento del collo. a volte mi capita di sentire come dei battiti o un pulsare perfettamente regolare che si protrae per circa 5 minuti proprio all'interno della vagina, sono queste le contrazioni o come ho sentito dire è il bambino che ha il singhiozzo? vi ringrazio per l'attenzione e spero di ricevere a breve una risposta perché purtroppo per mio carattere mi agito, oserei dire quasi terrorizzo, a volte per nulla anche se in questo caso il mio bambino conta più di ogni altra cosa.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Una cervicometria longitudinale di circa 35 mm è da considerare nella norma.
Non possiamo esprimerci su terapie impostate da Colleghi che possono visitare ed ecografare di persona.
Le sensazioni da Lei descritte sono legate a movimenti fetali complessi come quelli che si verificano durante la fase REM del sonno fetale o nel periodo del post-prandium materno tardivo, in occasione di livelli glicemici più elevati.
Nessun problema, quindi, sotto ogni punto di vista.

Continui così.


Auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta incoraggiante. Credo di aver capito che lei ritenga la terapia eccessiva ma con questo non intendo in alcun modo farle esprimere un giudizio su un suo collega, cosa che potrebbe essere causa di imbarazzo, continuerò a seguirla per sicurezza e fiducia nella mia ginecologa. Volevo dirle inoltre che quando sono in piedi a volte sento "tirare" in basso, è una sensazione da ritenere nella norma o sintomo di un ulteriore accorciamento? Ho anche abbondanti perdite di muco, bianco, inodore e filante, normale leucorrea? Lei non ritiene rischioso quindi che io mi alzi per fare una doccia o una breve passeggiata o anche semplicemente stare seduta a tavola per mangiare? La ringrazio ancora per il suo tempo

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non credo che nel Suo caso, ci sia da limitare alcunchè.
ne parli, ovviamente, con la Collega curante, ma la mia sensazione è che si tratti di una banale quanto comune idrorrea gravidica, senza alcun riferimento patologico.

Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio di nuovo per la sua cortese attenzione e mi permetto di porgerle un ulteriore quesito da me già propostole nella mia replica e che forse lei non ha notato. Stando in piedi a volte sento come "tirare" all'interno della vagina (centralmente ma oserei dire un po' di più a destra), rientra nei "sintomi della gravidanza", si tratta di qualcosa che fa presumere un ulteriore accorciamento o è da imputare ad altro?
Saluti e grazie di nuovo

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sono da imputare a piccole contrazioni uterine che stirano alcuni legamenti (i rotondi) con piccole fitte di questo tipo.
Gli Antichi Ostetrici li catalogavano quali "dolori da crescita" dell'utero gravido.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio di nuovo, lei è stato ulteriormente esplicativo e rassicurante a saperlo l'avrei torturata con le mie domande dall'inizio della gravidanza. Scusi il tono scherzoso appena usato
cordiali saluti