Ragazza di 24 anni che da circa 4 anni convive con candida e gardnerella

Salve a tutti. Sono una ragazza di 24 anni che da circa 4 anni convive con Candida e Gardnerella. Mi sono documentata, so i sintomi e mi sono rassegnata al fatto di avere dei disturbi qualche giorno prima del ciclo (gardnerella) e qualche giorno dopo il ciclo (candida). E' così tutti i mesi e questo crea un po' di disagio sia nella vita sessuale col mio partner che comunque è comprensivo e non mi fa alcun tipo di pressione, che in quella di tutti i giorni. Da quando ho avvertito i primi disturbi ho consultato il mio ginecologo il quale mi ha consigliato inizialmente l'uso di saponi neutri e di ovuli ma senza risultato, poi ho fatto un tampone vaginale e un pap-test che hanno confermato le infezioni. Il ginecologo ha prescritto una cura che abbiamo fatto sia io che il mio ragazzo. Meclon, Triasporin (che è abbastanza forte), Pevaril da usare prima e dopo ogni rapporto. Ho dovuto anche usare fermenti lattici, somministrandoli per via vaginale prima di coricarmi, e Pevaril a sere alterne. Per circa 3 o 4 mesi tutto sembrava risolto ma poi, di nuovo! Stessa cura con l'aggiunta della crema Vagisil e l'utilizzo di assorbenti e salvaslip in cotone, ho abolito microfibra per quanto riguarda la biancheria intima! Risolto ma ancora per poco! Nel frattempo ho fatto e rifatto tamponi e pap-test ma tutto ha confermato quello che già sapevamo. Adesso, dopo 4 anni, la situazione inizia ad essere insopportabile. Il ginecologo ha detto che smettendo la pillola (che prendo dal 2001 ma l'ho interrotta nel 2005 per 6 mesi) potrebbe migliorare qualcosa in quanto la pillola tende a trattenere i batteri! è vero? Ha anche detto che probabilmente con una gravidanza il problema potrebbe sparire, è vero? Non so più cosa fare e poi non voglio che in un futuro questi disturbi creino problemi per quanto riguarda un concepimento!
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
Secondo il mio parere deve fare una valutazione del pH vaginale ed eventualmente riportarlo alla sua naturale acidità(3,5-4).
Escludere una Vulvovaginite Micotica ricorrente o persistente,completando il tutto con un ANTIMICOGRAMMA,E una valutazione con esame a fresco del secreto vaginale.
In questi casi si esegue un trattamento preventivo con dei farmaci appropriati.
Inoltre deve escludere dei fattori predisponenti,quali:uso di cortisonici,diabete o intolleranza agli zuccheri,frequente uso di antibiotici,alterazioni del sistema immunitario.
SALUTI!

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Grazie per aver risposto.
Per quanto riguarda diabete, uso d cortisonici e antibiotici e intolleranza agli zuccheri posso dire che, per fortuna, sono fattori che non mi riguardano.
Allora dice che dovrei fare L'ANTIMICOGRAMMA?
Il mio ginecologo aveva già fatto analizzare il secreto vaginale ma i risultati sono appunto state quelle 2 infezioni.

Grazie ancora
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
Mi faccia sapere!
[#4]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Sarà fatto, grazie ancora.
[#5]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 22k 464 367
Consideri, nel bailàmme di situazioni che possono condurre a perduratio di queste fenomenologie anche una misdiagnosticata "vulvo-vaginite batterica" spesso sovrapposta con quadri candidosici che solo secondariamente sovrappongono questo problema.

cari saluti

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#6]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
E per verificarlo come faccio? con quali esami?
Grazie anche a lei e a tutti i medici che possono darmi consigli.
[#7]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 22k 464 367
Solitamentem il consiglio che dò in questo caso (e mi scuso se non fatto subito) è sempre lo stesso, anche se in realtà poco considerato dal sesso femminile:

procedere con una visita specialsitica Venereologica. (Venereologica : da Venere..quindi adatto anche e soprattutto al Gentil Sesso) non troverà difficoltà nella sua città a reperire lo/la Specialista in oggetto.

cari saluti
[#8]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
E in cosa consiste tutto questo?
[#9]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
Se il collega dermatologo,associa un esame speculare con le varie indagini correlate(tamponevaginale,esame batteriologico a fresco ect..)si può fare.
[#10]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Ok, comunque andrò a fare al più presto L'Antimicogramma poi le riporterò l'esito. Grazie ancora per ora.
[#11]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
SALUTI!
[#12]
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Salve è da un po' che non scrivo ma ci sono novità! Avevo il problema di Candida e Gardnerella...ho smesso la pillola e come per incanto quei problemi non ci sono più o almeno, non come prima. Adesso i fastidi sono molto meno frequenti e quando ci sono sono minimi. Grazie comunque a tutti i medici che hanno fornito un consulto.
[#13]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
Sono contento per risoluzione del problema,ringrazio a nome dei Colleghi.
Vaginite

La vaginite è un'infiammazione della vagina che spesso può colpire anche la vulva (vulvo-vaginite). Le principali cause, i sintomi, cura e prevenzione.

Leggi tutto