Utente
Buongiorno a tutti, il problema che vorrei sottoporre alla vostra attenzione è una lesione al livello del clitoride. Me la sono procurata circa 4 anni, da sola, praticando masturbazione compulsiva come reazione a frustrazione e ad altro. Ho rescisso la pelle che cingeva il clitoride ed è rimasta scoperta la parte che si interponeva tra clitoride e cappuccio, è cambiata per questo anche la fisionomia della piccola labbra, ed ho come reciso i nervi che erano presenti nelle piccole labbra. Spero di star riuscendo a spiegarmi al meglio. le conseguenze sono state un tormento, nel momento immediato della lesione ho avuto abbondanti secrezioni come reazione, immagino, all'elevata sensibilità di quella parte scoperta. così ho continuato ad avere fastidio: l'incessante sensazione mentale, ho continuato per via della sensibilità di quella parte a sentire giorno e notte nella mia mente il fastidio e questo mi ha tolto ogni briciolo di concentrazione, e persino nell'andare a dormire ha dato sempre fastidio il contatto col letto. in più ho continuato ad avere continue secrezioni e il fastidio provocato da lesione e dalla nuova fisionomia delle piccole labbra. vorrei anche far presente che dopo un po' di mesi dalla lesione sono ripresi episodi di masturbazione perchè questa non mi dava più anto fastidio da impedirmelo, tuttavia non ho più potuto raggiungere l'orgasmo, ma anzi quel piacere ( che non è l'orgasmo) si converte in senso di ottundimento della mente e in pesantezza. Sono stata da più di un ginecologo e questi mi hanno prescritto alcune creme che però non hanno risolto il problema, inoltre mi hanno detto che si esclude la possibilità di un intervento di altro tipo vista la zona delicata. Chiedo gentilmente un parere riguardo alle soluzioni, e se è possibile un intervento di tipo chirurgico. Vi prego di comprendere la mia posizione, ho sofferto molto a causa di questa lesione che a parte il risvolto psicologico mi ha sempre tolto tutta la concentrazione necessaria allo studio visto che ho ovviamente sempre percepito il fastidio anche a livello mentale, visto la sensibilità della zona, come se fosse una cosa inscindibile dalla mia mente.Spero di essere riuscita a dare un'immagine del problema. Grazie per l'ascolto, attendo le vostre risposte

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

la conformazione dei genitali è tale per cui le piccole labbra proteggono la zona, anche se il prepuzio, mi sembra di capire, è stato danneggiato.
Eventualmente farei una vulvoscopia, che è un esame dove si guarda la cute vulvare con una lente di ingrandimento, ed è fatto da un ginecologo con competenze di tipo dermatologico.
Visto il grande carico di angoscia che percepisco nelle sue parole, considererei l'idea che questi sintomi possano trovare giovamento da un supporto di tipo psicologico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
grazie per l'interessamento, proverò a fare la vulvoscopia. Ma è possibile un intervento di tipo chirurgico che mi ricopra la parte esposta?

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non ne ho mai sentito parlare, chieda a chi farà la vulvoscopia.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi