Utente 404XXX
Buongiorno, a mia figlia 28 anni durante una ecografia trasvaginale le è stato riscontrato un mioma intramurale sottomucoso di mm 5,6 x mm 10,4 (precedente trasvaginale del 2015 nulla).
Il ginecologo ci ha detto di ricontrollarla tra 18 mesi per vedere se cresce e nel caso intervenire.
Il mio dubbio è non sono troppi 18 mesi di attesa? Poi se dovesse crescere troppo l'intervento sarebbe più invasivo.
Se comunque il destino di questo mioma è l'intervento non sarebbe meglio toglierlo subito?
Oppure, per stare più tranquilli,fare altre indagini?
Gradirei un vostro parere.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per essere certi che il mioma sia sottomucoso si potrebbe eseguire una ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA e valutare una eventuale trattamento resettoscopico per via isteroscopica previo trattamento con ESMYA o analoghi gnRH per ridurre il volume dl MIOMA (FIBROMA).
Questo è l'unico trattamento all'intervento di MIOMECTOMIA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Ma anche per miomi così piccoli è necessario il trattamento?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dalla loro localizzazione . se procurano metrorragia come quelli SOTTOMUCOSI , si interviene altrimenti si tengono sotto controllo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 404XXX

Ancora non le procura metrorragia.
Secondo la sua esperienza ogni quanto è consigliato il controllo?
Grazie per le risposte:

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dai 3 ai 6 mesi
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI