Utente
Salve dottore, ho 25 anni, e nel 2017 sono stata operata per endometriosi, fortunatamente al primo stadio.

Le scrivo sperando di non farle perdere tempo, per chiederle come mi devo comportare con la pillola "Novadien" che prendo senza interruzione, da circa 6-7 anni, nel momento in cui affronterò una gravidanza.

Io e il mio compagno ci stiamo pensando, ma, dato che viviamo in Germania non saprei come muovermi.

Avrei delle domande che spero lei possa trovare delle risposte per togliermi ogni dubbio.



- quanto tempo prima devo interrompere la pillola, e quanti cicli di mestruazioni devo avere?

(Se devo averli)

- Interrompendo la pillola, con il ritorno delle mestruazioni ci saranno i classici dolori assurdi (io ricordo solo quelli con l'endometriosi) oppure posso stare tranquilla per quanto riguarda, appunto l'endometriosi?

(Non ritorna vero?)

- Mi hanno parlato di acido folico (quatrefolic) e integratori.

Quanto tempo prima alla gravidanza devo assumerli?

(O anche durante?)

- Mi hanno anche detto che è meglio andare dal dentista prima della gravidanza, perchè durante o dopo è sconsigliato.

È vero?


-

L'ultimo pap-test l' ho fatto il 6/08/19 ed era tutto nella norma.


Le ultime analisi del sangue le ho fatte in ospedale in Germania 12/09/19 (per via di una gastroenterite) e anche quest'ultime dopo averle ripetute come da prassi erano buone.


- Dopo quanto tempo aver partorito dovrò riprendere la pillola?
Si può assumere durante l'allattamento?



- Vorrei escludere la possibilità di malattie genetiche e/o malattie ereditarie tipo diabete, anemia mediterranea, e quant'altro.

Devo fare delle analisi del sangue o altro, particolari?



Mi scuso per queste domande, per lei forse banali, ma ho bisogno di sapere.

Il mio ginecologo non risponde alle email e da qui è impossibile telefonare in studio.

Non mi sono rivolta a nessun altro ginecologo, anche perché qui in Germania non ne conosco nessuno bravo, e non conosco ancora bene la lingua.

Vorrei evitare di cercare in internet per non leggere false notizie; mi rivolgo a lei sperando in un aiuto.


Grazie.



Cordiali Saluti.



P.
s. per cortesia rispondete a tutte le mie domande, non voglio creare disturbo scrivendo tanti messaggi o essere ripetitiva.

[#1]  
Dr.ssa Daniela Pelotti

24% attività
8% attualità
12% socialità
ABBADIA CERRETO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Carissima prima di tutto devi sapere che la causa
dell’endometriosi è una celiachia non diagnosticata o GLUTEN SENSITIVITY, se non elimini la causa avrai sempre problemi al di fuori della gravidanza ed in gravidanza . Quindi il rimedio è in te. Il glutine ti sta causando colon irritabile infiammazione cioè dell’intestino che diventa permeabile e batteri e sostanze infiammatorie intestinali anzichè essere eliminate tramite le feci, dall’intestino diventato permeabile invadono l’utero e le ovaia causandoti dolori, contrazioni anomale dell Utero per cui l’è detti anzichè essere eliminato tramite la vagina, attraverso le tube invade la pelvi dove batteri intestinali appunto trovano un buon terreno di coltura. Perchè non ti si accorta che quando mangi cibi con glutine e cibi ad alto indice glicemico il tuo intestino si infiamma? Cerca la correlazione tra intolleranza ai cibi con glutine e carboidrati ed endometriosi e glutine e malassorbimento di acido folico e sostanze necessarie al benessere del corpo. cerca inoltre la correlazione tra glutine e problemi in gravidanza. Avrai la risposta a tutti i tuoi dubbi, la natura è meravigliosa ma ha delle regole che sono semplici e vanno osservate ! se non elimini la causa avrai sempre rischi di sviluppo di patologie, tutto dipende da quello che si mangia!
Dr.ssa Daniela  Pelotti

[#2] dopo  
Utente
Dottoressa, mi scusi, ma le pare che io in tutti questi anni non abbia mai fatto ogni tipo di controllo ? Non sono allergica né intollerante a nulla per fortuna! Il glutine non centra assolutamente niente con l endometriosi ! Anche in famiglia ci sono stati dei casi di endometriosi molto più grave del mio. Aspettavo risposta da uno specialista in endometriosi che sa di cosa si tratta, non da una semplice ostetrica/ginecologa che, come molti, ahimé sottovalutano o non sanno proprio di cosa si tratti... mi scusi, ma non prenderò in considerazione la sua risposta in quanto inappropriata e insensata. Tra l altro, non ha neanche risposto a mezza domanda che io ho posto. La prossima volta si adegui a rispondere a ciò che le persone chiedono e non scriva cose dandole per scontato o facendo passare chi ha rischiato sotto i ferri, chi ci ha sofferto e ci soffre da anni prendendolo in giro.... si informi meglio lei sull endometriosi e sui suoi danni. Le auguro una buona giornata!