Utente 132XXX
Salve io soffro di cefalea bilaterale alle tempie e dietro gli occhi da 10 anni. Nel 2006 ho provato per mesi un bite fattomi dal dott. Di Paolo del policlinico di Roma, ma nessun effetto, allora ho effettuato trattamento ortodontico terminato al policlinico di napoli nell'aprile 2010; già da qualche mese prima la mia cefalea pè diventata quotidianas ; i denti si sono riallineati. Premetto che ho tentato altre strade per la mia cefale:Settimane fa un dentista di Salerno mi ha proposto di usare l'aqualizer high volume per vedere se dopo 24 h ottenessi miglioramenti, ed infatti così è stato, subito dopo un giorno sono andata da lui e mi ha preso l'impronta, mi si è tolto il dolore per 4 5 gg., ma poi è ritornato preponderante Tuttavia l' aqualizer è utile per pochi giorni perchè poi si slarga.Prima di procedere alla spesa ho voluto fare un altro tentativo, ma il dottore mi ha dato l'aqualizer medium volume , l'unico che aveva disponibile allo studio, dicendo che la differenza era di qualche mm.più basso forse e i dolori non sono andati via. Ora sono in attesa dell'aqualizer high volume, per fare un'ulteriore prova che mi passi.so che se mi dovesse pattenuare dopo 24 h che lo porti dovrò subito andare da lui per l'impronta. Secondo lei il fatto che io la prima volta abbia avuto miglioramenti, significa che nella mia cefalea cè la componente occlusale? qual è il bite migliore da fare? In che materiale?eppure io non digrigno...Basta questo come test per procedere a farmi fare il bite?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente
"Secondo lei il fatto che io la prima volta abbia avuto miglioramenti, significa che nella mia cefalea cè la componente occlusale?"
R: é possibile, é probabile, visto che é stato il primo miglioramento da molto tempo.
"qual è il bite migliore da fare?"
R: quello che viene prescritto dal dentista-gnatologo e ottiene un buon risultato.
Purtroppo l'argomento é quasi esclusivamente clinico, e dipende pertanto sopratutto dalle capacità del curante.

Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.



• La cefalea che viene dalla bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Ho riprovato domenica a rimettere un nuovo bite aqualizer questa volta high volume e il dolore dietro la nuca si è attenuato abbastanza rimanendo concentrato agli occhi e all tempie , ma poi da ieri mattina il dolore si è esacerbato. Ora l'aqualizer l'ho tolto. Ieri sera sono andata dal tentista che mi ha preso l'impronta con la cera da alzata, subito dopo avermi fatto togliere qualche istante prima l'aqualizer, mentre le impronte superiore e inferiore sdraiata. Non mi ha fatto nessun esame particolare, anche se gli ho chiesto come mai questa volta non abbia risposto positivamente come la prima.Venerdì mi darà il bite che farà abbastanza alto, per poi limarlo al momento in base alle mie esigenze. Mi chiedo e le chiedo:
ricordo che dopo 24 h che portavo la prima volta l'aqualizer high volume e andai dal dentista lui mi disse di alcuni precontatti che avevo e che mi limò, dopodichè continuai ad indossare l'aqualizer anche se non tutta la giornata con notevoli miglioramenti. Questa volta perchè non ho notato miglioramenti se non un poco nelle immdeiate 8 ore.?
Lui parla di condili compressi, ma non mi ha dato esami per comprovarlo.
Il dolore che io provo è compatibile con disturbi dell'atm?
Nel caso non mi trovi bene mi suggerisce qualche bravo gnatologo della zona di Napoli, che magari mi faccia fare i test specific? Ricordo che al POliclinico a Roma effettuai la pedana , l'elettromiografia il test del massetere, oltre che nella mia città telecranio e stratigrafia. L'eventuale compressione del condilo con quale esame si proverebbe?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 132XXX

Dimenticavo di chiedere. Potrebbeessere una sinovite o una capsulite? E se sì quali sarebbero i sintomi?Io ho fatto una scintigrafia ossea total body da cui emerge un iperaccumulo del radiocomposto alle carpi e coxo femorali e alla caviglia da sottoporre ad un eco prossimamente, perchè è da un anno gonfia, ma non mi dà dolore . Poi ho letto sul di steching mandibolare, serve nel mio caso?

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, come le dicevo, l'argomento si affronta prevalentemente su base clinica. Varie tecnologie, fra cui la pedana, possono dare informazioni utili, ma non costituiscono un esame determinante. Anche l'uso dell' aqualizer è una scelta del Collega che la cura, e che sta seguendo correttamente la strada diagnostico-terapeutica per la quale ha optato nel suo caso. Vediamo come va.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Utente 132XXX

Grazie della celere risposta, ma dopo quanti gg di assunzione del bite , dovrei avvertire sollievo dal dolore, cosiì da accorgermi della correttezza della strada intrapresa.Che si sgnifica che l'argomento si affronta su base clinica?Forse che a parte i test classici, non c'è nesun test che dia la prova certa che si debba fare o no il bite?

[#6] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
L'esame d'elezione per visualizzare l'anatomia topografica dei condili e dell'intera atm è la risonanza magnetica. Ma anche una stratigrafia atm BEN FATTA (cosa, ahimè rara) fornisce indicazioni utili. Detto questo sono qui ad esternarle il mio scetticismo circa la risoluzione dei suoi problemi con la sola terapia gnatologica. Il fatto che abbia ottenuto un qualche risultato sintomatologico -peraltro di breve durata- è ,secondo me, più dovuto alla iniziale deprogrammazione di un'occlusione non corretta che però da sola non è responsabile della patologia che lei riferisce. Provi a consultare un osteopata.
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#7] dopo  
Utente 132XXX

Salve dottore, sto già facendo delle sedute dall'osteopata oltre che cranio sacrale.Mi diceva di un'occlusione nion corretta. Anche se sono due anni che ho smontatto l'apparecchio e i denti sono tutti allineati?Ho letto sul sito del dott. galiffa di un bite particolare e su altri siti del bite bionator. Che ne pensa?

[#8] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Ah ecco, c'è un trattamento ortodontico nell'anamnesi. Vede, un trattamento ortodontico in un adulto vuol dire - grosso modo- inserire delle modifiche in un sistema che si è abituato a funzionare secondo certi input cui seguono risposte motorie automatiche. La variazione di quegli input comporta anche la variazione delle risposte motorie che , in alcuni casi, scompensano le sinergie muscolari ben funzionanti sino a quel momento. Le finalità ( e le priorità)di un trattamento ortodontico in un adulto non dovrebbero MAI essere estetiche, ma funzionali. Ora, la prima cosa da fare nella sua bocca dovrebbe essere quella di stabilire se ha un rapporto cranio mandibolare corretto, a prescindere dall'alllineamento dei denti; i denti sono i "dittatori" della postura mandibolare e a volte succede che per allinearli a tutti i costi si altera un corretto rapporto cranio mandibolare. I bite "particolari" non servono a nulla, ce ne sono di tantissimi tipi ( l'acqualizer come un pezzo di cartone o una suola da scarpe si limita a deprogrammare un programma sbagliato, per questo da un qualche beneficio, che però è solo itemporaneo) ma quello che conta è la diagnosi corretta, il bite deve essere solo la conseguenza della diagnosi e del piano di trattamento per riportare il sistema a funzionare secondo regole fisiologiche. Non estetiche.
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
l'aqualizer è un presidio di emergenza, della durata utile di pochi giorni, per permettere di prendere tempo attenuando i sintomi e fare una diagnosi.

Senza diagnosi non è possibile fare una terapia.

Fare diagnosi significa determinare PRIMA se allestire un bite o un altro presidio gnatologico.
Significa determinare PRIMA quale altezza dare al bite se si sceglie questa strada, quale guida e dove dare le guide, se prevedere dei contatti di bilanciamento o no.

Lei deve affrontare il problema dal punto di vista gnatologico, per far cessare i sintomi.

POI, e SOLO POI, potrà valutare eventualmente un altro approccio, magari ortodontico.

Entrando invece nel merito delle sue problematiche, mi sembra che non è stato finora valutato il bruxismo come possibile origine dei suoi disturbi.
Troverà spiegazioni sull'argomento sul mio sito www.malocclusione.it
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)