Utente 238XXX
Gent.mi dott.ri,
vorrei un vostro parere in merito alla mia situazione. Come ho scritto in un altro messaggio, due settimane fa mi sono svegliata con orecchie "tappate" e giramenti di testa (più che altro confusione, rimbombo, senso di disequilibrio). Ho effettuato la visita dall'otorino che ha fatto esame vestibolare e audiometrico, entrambi nella norma. Con il passare dei giorni la situazione è peggiorata, a volte la pressione alle orecchie è poca, altre come oggi, mi fa impazzire, non riesco a sopportare i rumori e mi sembra di avere la testa dentro una "morza"... nei giorni peggiori il dolore prende la mandibola, il collo, la nuca e a volte anche la tempia, con una sensazione veramente fastidiosa che passa soltanto con antidolorifici. E' come se tutti i muscoli della faccia fossero tirati indietro, verso il collo. Per ulteriore chiarimento posso dirvi di avere una scoliosi piuttosto severa (schiena superiore a "S") e che da diversi mesi ormai al mattino ho molta rigidità muscolare al collo e alle braccia, tanto che per circa un'ora dopo che mi sono svegliata i movimenti del collo in avanti sono molto limitati. Aggiungo solo ora questo particolare perché fino a ieri (ho avuto un colloquio con il mio medico curante) ritenevo questo particolare di tutt'altra natura rispetto ai disturbi degli ultimi giorni, ritenendo che fosse dovuto alle contratture venute a causa del lavoro di ufficio. Ora chiedo un vostro parere, perché ieri dal mio medico, quando ho esposto tutti i sintomi e il leggero "click" che avverto alla mandibola quando apro la bocca (peraltro presente da tempo), sono stata indirizzata dallo gnatologo dopo aver effettuato RX dell'articolazione temporo-mandibolare che avrò a giorni.
Le mie perplessità rimangono le seguenti:
può la mandibola portare tutta questa situazione e soprattutto può farlo senza un evento scatenante (visto che il click è presente da sempre)?
possono i dolori al collo e alle braccia derivare da ATM o potrebbe essere il contrario, cioè che sono talmente contratta a livello del collo da sviluppare tutti i sintomi anche a livello facciale?
Vi ringrazio infinitamente.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, "può la mandibola...." : si, può
"potrebbe essere il contrario": si, potrebbe
In questi casi, però, mentre una contrattura muscolare può essere dominata da un adeguato trattamento fisioterapico, se sono la bocca e l'occlusione dentaria a sostenere il problema , il trattamento fisioterapico sarà destinato ad avere un risultato solo momentaneo.
Il clik rappresenta una aggravamento del problema disfunzionale dell'Articolazione Temporo Mandibolare, giacchè il rumore di scroscio comprova l'insorgenza di una componente meccanica, più difficile da rimuovere rispetto ad una disfunzione pura.
Il fatto che la sintomatologia, prima subclinica, sia ad un certo punto insorta in maniere percepibile, costituisce semplicemente l'esito di un progressivo peggioramento, che ad un certo punto non può essere compensato.
Sarebbe lungo esporle il razionale che può spiegare la sua sintomatologia come potenzialmente dipendente dalla sua bocca: le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, uno per ciascuno dei sintomi da lei indicati, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.


http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 238XXX

grazie dott.re, sia delle delucidazioni che degli articoli che ho letto con interesse.
Vorrei chiederle un'ultima cosa. Ho trovato un centro nella mia regione specializzato in gnatologia dove viene studiata la persona nel suo intero dalla postura in generale all'articolazione temporo-mandibolare.
Vorrei fare una visita lì, ma vorrei andare con la documentazione più completa possibile, visto che non si trova proprio vicino a casa mia.
Io a giorni ho rx dell'articolazione temporo-mandibolare e ad aprile ho fatto rx della colonna intera in due posizioni (sempre per dolori toracici). Secondo lei può bastare o dovrei sentire il mio medico se farmi fare qualcosa di specifico alla cervicale o una RMN della cervicale/tratto dorsale dove ho maggiori dolori?
Grazie mille ancora per la sua gentilezza.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, l'approccio con questi problemi , dal punto di vista gnatologico, in prima battuta è essenzialmente clinico. Sarà chi la visiterà a disporre eventuali ulteriori accertamenti, quasi sempre non necessari.
Cordiali saluti. Edoardo Bernkopf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Le considerazioni cliniche che fa lo gnatologo le può leggere su http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=-1097&y=-127
Quali sono i meccanismi con cui la malocclusione dentale fa insorgere le vertigini?
Legga (se vuole) https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1466-vertigini-dise-equilibrio-postura-malocclusione-dentale.html
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 238XXX

gent.mi dott.,
ho appena ritirato l'esito dell'rx articolazione temporo-mandibolare. Vorrei un vostro parere sul referto che indica:
"Si evidenzia asimmetria nei movimenti di apertura della bocca dovuta a eccessiva escursione anteriore del condilo di sinistra".
Nel frattempo i miei fastidi si sono un po' modificati, e questo mi porta di giorno in giorno, secondo i dolori "prevalenti" a dubitare di uno di un altro percorso diagnostico.
Gli acufeni alle orecchie sono diminuiti, non sono costanti anche se ci sono ancora (non tutti i giorni) e prevalgono nell'orecchio destro. Ho una forte sensazione di rigidità alla nuca e al collo che in alcuni giorni scaturisce in vere e proprio cefalee muscolo-tensive. Ho piccole fitte davanti e dietro l'orecchio e soprattutto ho notato di avere forte dolore alla pressione della zona dietro le orecchie (zona parotide) e questo mi fa pensare a volte di aver sbagliato strada.
Linfonodi del collo leggermente dolenti e aumentati.
Questa settimana ero stata un po' meglio, poi da ieri, l'inizio di quello penso sia un raffreddore ha acutizzato di nuovo i vecchi sintomi e il dolore nell'orecchio, nella nuca e nella mandibola prevalentemente a destra.
Ho notato soltanto in questi giorni come una piccola pallina davanti all'orecchio in corrispondenza dell'articolazione della mandibola, è normale?
Ho effettuato su consiglio medico le analisi del sangue, risultate tutte nella norma tranne la Ves di poco aumentata (valore 18 contro 12 di riferimento massimo).
Secondo voi può il referto rx spiegare i miei dolori o potrebbero derivare da infiammazioni di muscoli e/o nervi o cause virali?
Grazie mille

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Sicuramente è malocclusa ed una quota importante dei suoi dolori è su quella base, ma la rigidità al risveglio superiore alla mezz'ora e la VES un pochino aumentata andrebbero approfondite. Ne parli con il Suo medico di famiglia e non trascuri ves e rigidità di un'ora.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Utente 238XXX

gent.mi dott.ri,
sono di nuovo a chiedervi un consiglio sulla mia situazione.
Non conoscendo nella zona specialisti in gnatologia, mi sono rivolta al mio dentista per sapere dove potevo andare e mi è stato risposto che queste cose venivano tranquillamente trattate anche da loro.
Ho portato a loro i risultati degli esami fatti (rx temporo mandibolare) con il referto che vi ho postato in precedenza. Sono stata richiamata dopo qualche giorno per aggiungere una panoramica della bocca (fatta nel loro studio) perché secondo loro dovevo mettere un byte, ma erano in dubbio se i denti del giudizio che ho nell'arcata superiore (quelli inferiori li ho tolti prima che uscissero per problemi di spazio), usciti in "diagonale", potessero essere una delle cause dello spostamento... Mi hanno poi dato un altro appuntamento, in cui mi avrebbero detto cosa avevano deciso di fare.
Mi sono presentata all'ennesimo appuntamento ed un odontotecnico mi ha preso le impronte delle arcate, dicendomi che il byte serviva sicuramente ma dovevano vedere se rigido o morbido. Nello stesso appuntamento sono poi venuti i due odontoiatri (è uno studio associato) e lì è nata la confusione. Uno sostiene che non serve nessun byte, ma che vanno soltanto tolti i denti del giudizio che non hanno spazio. L'altro mi ha visitato (almeno quello!) ma senza neppure guardare la lastra dell'articolazione che avevo portato, mi ha detto che la mandibola gli sembrava a posto ed ha iniziato a chiedermi se avevo preso colpi di freddo e che comunque secondo lui il byte non serve. Mi ha detto che secondo lui la cosa è più muscolare che articolare e mi ha liquidato con una settimana di muscoril (sempre con l'idea di togliermi eventualmente i denti del giudizio in seguito)...
Scusate ma io sono un po' in confusione... è vero che con tutti gli antinfiammatori che ho preso negli ultimi due mesi la situazione è leggermente migliorata, ma non capisco come si può con un rx che indica qualcosa all'articolazione dirmi che secondo loro è solo una cosa muscolare (tipo contrattura sulla mandibola)... E il click che io sento ormai da anni all'apertura della bocca non ha significato? Sicuramente secondo me la cosa è anche muscolare, ma non potrebbe essere che il disallineamento della mandibola mi abbia portato anche problemi muscolari?
Secondo voi cosa dovrei fare? Seguire quello che decideranno o rivolgermi a qualcun altro?
Io al momento ho indolenzimento della mandibola, specialmente al mattino e fitte dentro le orecchie e sotto la mandibola con dolori che durante il giorno raggiungono anche dietro l'orecchio, la nuca e la tempia (controllabili con antinfiammatori che però ormai prendo quasi regolarmente da un mese e mezzo). La pressione alle orecchie adesso è sporadica, accompagnata da fruscii e fischi vari (raramente).
Mi sembrava di aver capito dai vostri consulti letti, che prima di tutto avrei dovuto portare un byte per stabilizzare la situazione e poi eventualmente andare a fare quello che ritenevano necessario (es. estrazione dei denti del giudizio).
Ultima cosa, la lastra indica una eccessiva escursione anteriore del condilo di sx, come mai che la maggior parte dei fastidi, pur essendo bilaterali, sono concentrati a destra? (Lo chiedo perché secondo il mio dentista è proprio il motivo per cui non pensa che sia una cosa articolare).
Vi prego, potete aiutarmi a fare un po' di chiarezza?
Cordiali saluti

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Attenzione, il click è sicuramente una compromissione dell'articolazione, del sistema disco condilo fossa. Le radiografie e gli altri esami strumentali servono a poco https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/2560/Risonanza-magnetica-e-tac-si-o-no
estrarre il dente del giudizio in questa situazione può essere pericoloso https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/988/Dolore-articolare-ed-estrazione-del-dente-del-giudizio.

ATTENZIONE i fischi sporadici possono diventare fissi ed allora è difficile fare terapia. tante cose non tornano in quello studio, visita dell'odontotecnico, il disturbo è solo muscolare, uno dice di si uno che non serve. Il bite rigido o morbido, aspettare l'ortopantomografia per la terapia. La diagnosi si fa così http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=-1097&y=-127.

Velocemente un'altra opinione (valida) prima che i fischi negli orecchi si complichino.

Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente,
"la lastra indica una eccessiva escursione anteriore del condilo di sx, come mai che la maggior parte dei fastidi, pur essendo bilaterali, sono concentrati a destra?"
Uno gnatologo non cura una radiografia, ma un paziente, e sa che in casi simili al suo , mentre il radiologo (che dentista non è) nota la maggior escursione a sinistra, in realtà va sottolineata la minor escursione controlaterale, che si nota meno , ma è più importante, soprattutto se si coniuga con i sintomi che lei riferisce.
" Ho piccole fitte davanti e dietro l'orecchio e soprattutto ho notato di avere forte dolore alla pressione della zona dietro le orecchie (zona parotide) e questo mi fa pensare a volte di aver sbagliato strada."
Potrebbe invece confermare che il suo problema sia di pertinenza gnatologica:

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf

Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#10] dopo  
Utente 238XXX

gent.mi dott.ri vi ringrazio per la sollecita risposta, anche perché va a confermare sospetti che avevo.
Sicuramente ho peccato credendo di potermi affidare a qualcuno che diceva di trattare certe patologie senza avere una specializzazione in materia.
Potete indicarmi qualcuno nella mia zona a cui rivolgermi?
Dott. Tonlorenzi, ho visto che lei è della mia regione, potrei venire a fare una visita nel suo studio?
Secondo lei devo continuare a fare la terapia con muscoril che ho iniziato ieri sera prescritta dal precedente dentista?
Grazie mille

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il dolore è un segnale di allarme di qualcosa che non funziona. Spegnerlo vuol dire lasciare quello che non funziona a continuare a far danni. Nel frattempo il dolore cronicizza, i fischi possono diventare stabili e quelli una volta instaurati difficilmente si tolgono. Veloce dallo gnatologo, se vuole una consulenza da me https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/sedi.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum