Utente 331XXX
buongiorno
è da anni che ho problemi alla mandibola fino ad arrivare a gennaio a contattare uno gnatologo...avevo anche altre cose da sistemare(carie, ricostruzioni ecc.)e abbiamo quindi eseguito tutti questi lavoretti per poi iniziare(fra una ventina di giorni) un trattamento con apparecchio e alla fine di questo un bite per risistemare l'ATM..il mio problema mandibolare(fino a ieri) era che avevo dalla parte sinistra il condilo bloccato e quindi questo mi comportava una laterodeviazione in cui riuscivo ad aprire tutta la bocca prima sbloccando il condilo a dx e poi successivamente si sbloccava quello a sx..
il trattamento con apparecchio non l'ho ancora iniziato ed ecco che ieri si aggiunge un ulteriore problema cioè che anche dalla parte dx si blocca cosi io ormai posso aprire la bocca solo 2 o 3 cm non di più..adesso non so cosa fare...non capisco se devo andare al pronto soccorso per farmi fare una manovra o semplicemente contattare lo gnatologo e continuare le mie cure anche con la bocca semi bloccata visto che non riesco ad aprirla più di tanto...vi chiedo un vostro parere grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Dalle numerose domande che pone sui suoi problemi riguardanti l'apparato stomatognatico sembrerebbe che non abbia un dentista di sua fiducia che la possa seguire con perizia ed a cui andrebbero posti questi suoi giusti dubbi perchè lui è l'unico a conoscere perfettamente il suo quadro clinico.

Come le era già stato suggerito su questo sito alcuni mesi fa, il suo problema di incoordinazione condilo-meniscale si sta trasformando in locking -blocco- (sembrerebbe da quello che scrive che riesca almeno a chiudere la bocca).

Lei ha urgente bisogno di un capace dentista che si occupi di gnatologia ed esperto in problemi dell'ATM, nella sua regione valenti professionisti non mancano.

Inoltre la cosa fondamentale è di NON iniziare nessun trattamento ortodontico ("il trattamento con apparecchio non l'ho ancora iniziato") prima di aver risolto i suoi problemi di ATM.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
Utente 331XXX

si ormai da gennaio ho il mio dentista-gnatologo di fiducia però essendo successo tutto questo ieri ho preso un po' di paura..
quindi una situazione di locking è comunque recuperabile secondo lei?
per quanto riguarda l'apparecchio è strano perché il mio dentista visto che comunque la mia bocca si apriva ancora anche se con un condilo che si sbloccava successivamente all'altro mi aveva proposto prima di effettuare un allineamento(con il quale secondo lui sarebbero diminuiti i problemi all'ATM)e solo successivamente se necessario un bite...ma penso che adesso ormai è tutto da rivedere

[#3] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Il locking è recuperabile ma deve farsi seguire da uno gnatologo esperto, sottolineo esperto.

Se il suo dentista di fiducia è anche lo gnatologo e le ha "proposto prima di effettuare un allineamento(con il quale secondo lui sarebbero diminuiti i problemi all'ATM)" ritengo che debba sentire un secondo parere, può essere molto problematico modificare in maniera irreversibile la sua occlusione senza aver prima diagnosticato correttamente e risolto i problemi dell'ATM.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#4] dopo  
Utente 331XXX

non è facile capire se un professionista è esperto o meno...fino ad oggi tutti i lavori che mi ha fatto mi sembravano buoni anzi anche di più e mi è piaciuto il suo modo di lavorare..d'altronde noi pazienti abbiamo solo quello su cui basarci sul resto non saprei come fare a capire se ha risolto già in precedenza molti casi di ATM
per quanto riguarda la terapia si deve procedere per forza con le famose manovre più un successivo bite o basta quest'ultimo? ho un po' il terrore di quelle manovre di riposizionamento che ho letto su alcuni siti

[#5] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Se lo gnatologo diagnostica (sottolineo il se, perchè noi possiamo solo ipotizzarlo in assenza di una visita clinica diretta) un blocco articolare questo va trattato con una manovra di sblocco da eseguirsi con perizia, per questo le ho suggerito un collega esperto.

Si ricordi però che solo una corretta diagnosi può permettere di instaurare una corretta terapia: sembra una cosa ovvia ma le assicuro che non lo è.

Poi andrà utilizzato un bite eseguito correttamente che permetterà anche di diagnosticare il suo problema e di valutare la possibile scomparsa dei sintomi.

Ma il bite non è un'aspirina e purtroppo lo si usa spesso con leggerezza e senza neanche saperlo fare, è qui che "viene fuori" la bravura dello gnatologo, inoltre anche esercizi di ginnastica muscolare (stretching) possono trovare indicazione in problemi di ATM ma, ripeto, fondamentale è l'esperienza e la diagnosi.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#6] dopo  
Utente 331XXX

spero sia esperto...io oltre a vederlo all'opera e sapere che si è specializzato con pieni voti assoluti e lode nel 2001 in gnatologia non so..speriamo bene.
Giusto per curiosità potrebbe essere successo tutto ciò in seguito a un piccolissimo tamponamento che ho avuto venerdì sera?in cui non ho preso nessun colpo di frusta perchè sono stato io a tamponare e non viceversa però magari ho pensato(da totale inesperto) che con la botta ho fatto un movimento sbagliato o non so.
Perché mi pare assurdo come tutto sia successo così d'improvviso dopo anni che ero si bloccato ma solo da un lato
Mi scusi per le continue mie domande ma è sempre un piacere poter capire le cose con un professionista

[#7] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
L'incidente potrebbe in linea teorica (dipende dalla dinamica) avere creato le condizioni per una aggravamento di un problema che lei però da tempo sta trascinando e che si sarebbe manifestato, con tutta probabilità, anche in assenza di traumi esterni.

La cosa importante è non iniziare l'ortodonzia prima di aver risolto i problemi di ATM.

In bocca al lupo.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#8] dopo  
Utente 331XXX

Buonasera
per quanto riguarda il mio blocco alla mandibola è successo tutto questo che vado a scrivere: martedi 22 ho chiamato il mio dentista il quale mi ha detto di prendere per 3 giorni il moment rosa 200mg in modo che l'infiammazione sarebbe andata via e avrei riaperto la bocca in maniera normale..ho preso questo moment ma nulla è cambiato cosi oggi mi ha detto di andare all'ospedale dove avrei trovato uno specialista di cui non posso fare il nome che si occupa di questi problemi all'ATM.
Questo dottore ha provato una specie di manovra di sblocco facendomi stringere per 5 secondi i denti e poi mollare con dentro le sue mani,cosi per più volte ma niente da fare...così dopo varie domande e tutto mi ha dato una specie di bite provvisorio da mettere la notte che si chiama aqualizer e tornare da lui il 12 maggio per un eventuale impronta e bite definitivo se mai non fosse migliorato nulla con questo aqualizer..cosa ne pensate?sto perdendo tempo?avrebbero già dovuto sbloccarmela o è la giusta strada da seguire questa dei bite e basta?

[#9] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Se il blocco mandibolare persiste evidentemente la manovra effettuata non è stata efficace: le avevo consigliato uno gnatologo esperto in problemi di ATM.

Il dispositivo di cui parla è costituito da due cuscinetti che si interpongono tra le arcate dx e sn, essi nel loro interno contengono un fluido (acqua).
Le misure del dispositivo riguardano lo spessore dei cuscinetti, basandosi sul concetto che il dispositivo deve modificare la dimensione verticale il minimo indispensabile e tra le indicazioni al suo utilizzo ci sono, ad esempio, la sindrome disfunzionale da dolore miofasciale con sintomi a base muscolare, dolore ed irrigidimento al collo e alle spalle, colpo di frusta.

Quindi è importante, come sempre, partire dalla diagnosi corretta che nel suo caso non sembra essere stata eseguita con precisione ma, non potendola visitare personalmente, non posso sapere se potrà avere beneficio.

Se c'è un blocco mandibolare (posso solo basarmi su quello che scrive) dubito che risolverà il problema (almeno in tempi brevi) e lasciarla così per altri 15 giorni mi sembra troppo.
Se invece ha qualcuna delle indicazioni di cui sopra (e non sembra il suo caso), allora un giovamento sarà possibile.

Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#10] dopo  
Utente 331XXX

Io non ho nessun tipo di dolore...per il colpo di frusta diciamo che questo blocco è avvenuto dopo un incidente(certo avevo dei problemi anche prima di questo)...comunque il dottore poi mi ha detto che io tendo a serrare i denti senza accorgermi quindi penso sia anche per quello che mi ha dato quel dispositivo no?

[#11] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

Se serra i denti vuol dire che lei è anche bruxista e il bite "morbido" non è quello adatto, sono sempre più convinto che abbia bisogna di un collega esperto.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#12] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il Dr. De Carli ha cercato di farLe capire come la specializzazione in ortognatodonzia (la laurea è quella di odontoiatria) formi spesso il professionista ad essere molto bravo nell'allineamento dei denti. Il Suo però non è un problema di allineamento, ma articolare. Già l'ha mandata da uno specialista ospedaliero che ha fatto una "manovra lampo". La mia dura ben più di 5 sec. comunque inefficace per la ricattura del disco. Ora si provano cose che non funzioneranno mai. Se gua gli ottimi consigli del collega che supporto con dei disegni e un paio di articoli. https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html
e http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=22&y=19 nel mio sito.
Aggiungono solo disegni a supporto di quanto detto dal collega De Carli
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#13] dopo  
Utente 331XXX

ho deciso infatti di lasciar stare con l'ospedale e ho preso appuntamento in un centro odontostomatologico abbastanza importante dove lavora un medico che oltre a esercitare la professione insegna anche gnatologia all'università di pavia.
Però ho parlato con l'assistente e comunque lei mi ha detto che nel momento in cui io non sono rimasto propriamente bloccato in apertura o in chiusura ma apro e chiudo la bocca anche se solo di 2,5 cm non ci sono manovre da fare....quindi penso che mi farà la visita con eventuali radiografie o cose del genere e poi penso che si passi a un bite o terapie del genere...ancora non so però

[#14] dopo  
Utente 331XXX

eccomi di nuovo a scrivere per aggiornare la situazione...premetto che non avrò termini molto tecnici perché ieri sera l'appuntamento è durato un'ora e non posso ricordarmi tutto in modo specifico...sono stato da un odontoiatra che è responsabile del reparto di gnatologia di un ospedale di milano e mi ha detto appunto che c'è quasi sicuramente un dislocamento del menisco(o disco) senza riduzione..
poi mi ha detto adesso proviamo a fare qualche esercizio che non ricordo molto bene nei dettagli come era(perché ero molto agitato) per vedere se si potesse sbloccare qualcosa..più o meno mi sembra che io dovevo cercare di spostare o meglio traslare la dentatura da una parte e poi cercare di aprire e lui forzava e mi aiutava nell'apertura..ma niente ha detto che è rigidissima
mi ha detto che proviamo a fare un recupero del menisco facendo della fisioterapia a casa da solo 3 volte al giorno e consiste in 3 esercizi diversi:il primo in cui devo cercare di portare in avanti i denti sotto come per andare superare quelli sopra e da li aprire aiutandomi con due dita dentro e poi richiudere lentamente e stesso esercizio traslando i denti una volta a dx e una sx anche se io la bocca a sx non riesco a portarla...e più mi ha detto di applicare la sera i cerotti flector per sfiammare il tutto
la prima domanda è potrebbe funzionare questo tipo di terapia?
poi se non dovesse funzionare la cosa si complica nel senso che secondo lui recuperare il menisco sarà difficilissimo e quindi se in questo mese non si risolve nulla da quanto ho capito andremmo ad annullare(non so come) la funzione del menisco e rimanere con il movimento articolazione su articolazione in pratica e buttare dentro se non sbaglio acido ianuronico per aiutare la lubrificazione..ma come è possibile dico io??possibile che niente possa andare a risistemare un menisco se neanche in questo mese di esercizi torni apposto? nemmeno la chirurgia?