Utente 307XXX
Sono un ragazzo e da anni soffro di click mandibolare asintomatico, a seguito di questo di ho iniziato una terapia gnatologica con bite da portare 24h24 (credo placca di svincolo). Secondo il dottore il problema era che avevo una malocclussione e la mandibola arretrata e doveva questa avanzare un pio' cosa che è successo ma il click è peggiorato e ho avvertito dei dolori mai provati prima per questo dopo qualche mese di uso intermittente del bite ho interrotto la terapia.
Dopo qualche mese ho notato tuttavia (e dopo che da mesi avevo interrotto la terapia col bite) che la parte destra della mandibola si è spostata da sola. il mento ha cambiato forma e si è stortato e mi è venuta la fossetta al centro cosa che prima non avevo. al tatto sento pure nel mento come se ci fosse una specie di callo osseo.
la domanda che vi pengo è,. può il bite avermi portato tutti questi problemi? se rieffettuo una terapia gnatologica e ortodontica corretta il mento si raddrizza oppure rimarrà così per sempre? esiste ad esempio un bite che porta la mandibola indietro e quindi al mio stato iniziale ad esempio? il callo osseo si può rimuovere solo tramite chirurgia?
Grazie mille a chi vorrà rispondere e chiedo scusa se non ho usato una terminologia corretta

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, Il click è segno di una incoordinazione condilo.maniscale: il disco (o menisco) che si interpone fra il condilo mandibolare e la fossa nella quale si muove , in chiusura non segue il tragitto del condilo ma rimane dislocato in avanti. Aprendo la bocca il condilo ricattura il menisco e genera il rumore di click.Si tratta di una situazione instabile e, anche se giudicata imprudentemente asintomatica, potenzialmente pericolosa , perché ad un certo punto, improvvisamente il menisco si può incastrare davanti al condilo e la bocca non si può nè aprire più di un paio di centimetri , né chiudere , perché il dolore lo impedisce. La prescrizione di un bite, in un caso come il suo è corretta, ma dire "bite" é come dire "pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale, e , come una pillola consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche La modalità di assunzione, (e solo a queste condizioni la pillola può risolvere la patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l'oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un'ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
Ovviamente il bite costituisce solo una terapia iniziale di una disfunzione cranio-mandibolare , una via di mezzo fra la conferma diagnostica e una prima terapia. E' del tutto evidente che, rimosso il bite , di giorno se prescritto per la sola notte, come anche rimosso definitivamente dopo mesi, il paziente é esattamente come quando ha cominciato: il bite costituisce solo una terapia iniziale di una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM). Successivamente si dovrà provvedere ad una riabilitazione ortodontica, protesica o mista che confermi il risultato ottenuto con il bite, oppure proseguire, come compromesso, con il bite a vita.
A mio parere, se non si ottiene un risultato adeguato con il bite , non é prudente proseguire con trattamenti irreversibili: la terapia con bite , invece é per sua natura totalmente reversibile: rimosso il bie il aziente é identico a com'era prima di cominciare a portarlo.
Se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l'una: o i suoi problemi non dipendono dall'occlusione e dall'ATM, oppure il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso, forse perché i suoi problemi non rientravano negli obiettivi.
E' molto importante che il Collega sia esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell'ATM.
Le suggerirei di dare un'occhiata all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 307XXX

Dottore la ringrazio, la mia domanda è la seguente, può il bruxismo spostare la mandibola? la mattina mi alzavo con la mascella contratta e i denti di sotto di notte spingevano su quelli di sopra.
la fossetta sul mento mi è comparsa adesso, prima non ce l'avevo affatto.
vorrei che il mento tornasse quello di prima questa cosa è possibile realisticamente?
aggiungo che adesso quando deglutisco sento un crepitio ai condili.
grazie

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Quello che il collega Le ha ben descritto lo trova nei disegni di questo articolo http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
La spiegazione del crepitio la trova https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html
Per quello che riguarda l'asimmetria del volto (lo spostamento) legga https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/1010/Asimmetria-mandibolare
buona lettura
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 307XXX

Grazie, vorrei sapere anche se il bruxismo può spostare la mandibola?
grazie

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il bruxismo può aggravare i problemi, la mandibola storta nel suo caso è dovuta ad un precontatto.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 307XXX

Dottori grazie, ma non capisco il fatto della fossetta sul mento? è possibile che si formi nel tempo?
grazie

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il bruxismo aggrava i suoi problemi.

E' i mpossibile fare una diagnosi on-line, occorrerebbe la visita.

Qui le do invece delle informazioni sul bruxismo:

www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1363/Bruxismo-diagnosi-e-terapia

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)