Utente 317XXX
Salve
è da circa un anno che ho questo problema, e siccome il mio dentista è un pò superficiale, vorrei avere qualche rassicurazione in più.

Un anno fa, dopo un'otturazione di un molare superiore destro, ho iniziato ad avere un fastidio a livello dell'articolazione temporo mandibolare destra. La causa (secondo me) è molto banale: durante il trattamento sono rimasto troppo tempo con la bocca "troppo" aperta, tanto che dopo la cura ricordo un senso di pesantezza (come quando si hanno i muscoli stanchi) in sede atm. Non ho mai sofferto di disturbi di questo tipo, e il rumore è comparso dopo quel trattamento.

Non ci ho fatto molto caso, anche perchè è capitato un altra volta ed in genere non ho avuto problemi, fino a quando dopo che la stanchezza in quel punto è passata, sono comparsi rumori ad ogni movimento della mandibola che faccio (apertura bocca, movimento in avanti o indietro della mandibola). Il rumore interessa solo l'articolazione.

Il dentista che mi ha visitato, ha prima imputato il problema ad una malocclusione, poi a bruxismo e ad altre cose che io non ho mai avuto (visto che il mio problema è nato solo dopo quell'otturazione), fino a dire che poteva essere un problema di legamenti, da qui mi ha messo in attesa ogni volta che vado. Alla visita, non ha rilevato nessun click alla palpazione dell'articolazione.

Tuttavia io continuo a sentire questi rumori fastidiosi. A volte, per un giorno o due massimo, ho anche una lieve dolorabilità (infiammazione?)

Pochissime volte, tipo 3-4 in un anno che io ricordi, è capitato che al mattino mi sveglio e come muovo la bocca sento un portentoso "scatto" articolare, fa un pò male ma il rumore scompare totalmente per qualche ora.

A parte il fastidioso rumore, che è variabile (a volte c'è molto, a volte di meno, per qualche ore scompare, forse in base ai movimenti), non ho nessun altro sintomo.

Inizialmente il rumore era tipo "sfregamento", come ci fosse sabbia, poi si è evoluto nello stato attuale, uno schiocco dal suono ottuso più che acuto come quello descritto in precedenza.

Vorrei sapere se è una cosa grave, che merita un consulto più serio, oppure se posso stare tranquillo.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, i rumori articolari possono avere varia natura, e , di conseguenza, diversi approcci terapeutici. Il rumore "tipo sfregamento" potrebbe far pensare ad un problema artrosico, lo "scatto" ad una incoordinazione condilo meniscale: i condili mandibolari possono essersi dislocati in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il loro menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore di schiocco, più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti.
E' necessario chiarire il tipo di problema effettivamente in essere, cosa impossibile via rete.
Le suggerirei pertanto l’opportunità di chiedere un consulto anche ad un dentista-gnatologo, esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano trattare questi problemi.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 317XXX

grazie della risposta dottore!
farò come dice

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere stata "l'ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso", per una stancehzza dell'articolazione e/o un cambiamento, anche se piccolo, dei punti di contatto delle arcate dentali fra di loro, in più o più spesso in meno.

Fatto sta che l'articolazione temporo-mandibolare era già compromessa anche prima, sono che non le stava dando APPARENTEMENTE problemi.

PUO' ESSERE che lei sia bruxista; ma il bruxismo si MISURA.
www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html

Il cattivo funzionamento della bocca si può verificare; se c'è ci si può porre rimedio, se non c'è, non è questo il problema.

Altre possibilità non ce ne sono.

Il rumore che lei sente è quello che fa il disco cartilagineo, che ha assunto una cattiva posizione nell'articolazione, durante i movimenti della bocca, e il dolore è la conseguenza della tensione muscolare che si verifica per bruxismo, o per instabilità della mandibola chiudendo la bocca, o per perdita della dimensione verticale e conseguente affossamento dei condili della mandibola nella cavità alla base del cranio.

Deve andare da uno gnatologo.

Impossibile dirle di più on-line.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)