Utente 244XXX
Buongiorno,
fin da quando ero ragazzino mi sono accorto che l'articolazione temporo-mandibolare sinistra si comportava in maniera diversa da quella destra: produceva e produce rumori e fruscii praticamente per qualsiasi movimento. E qualche volta tende a bloccarsi (sebbene si sblocchi da sola nel giro di pochi minuti). Vorrei effettuare una visita da uno specialista e possibilmente presentarmi con gli tutti gli esami utili già in mio possesso. Vorrei sapere quali possono essere: RX, RM, TAC? Altri possibili esami che potrebbero essere potenzialmente utili allo specialista al momento della visita?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, se il rumore é un click, come credo, è segno di una incoordinazione condilo.maniscale: il disco (o menisco) che si interpone fra il condilo mandibolare e la fossa nella quale si muove , in chiusura non segue il tragitto del condilo ma rimane dislocato in avanti. Aprendo la bocca il condilo ricattura il menisco e genera il rumore di click.
Si tratta di una situazione instabile e potenzialmente pericolosa , perché ad un certo punto, improvvisamente il menisco si può incastrare davanti al condilo e la bocca non si può nè aprire più di un paio di centimetri , né chiudere , perché il dolore lo impedisce.
Questo quadro acuto prende il nome di Locking (blocco): é quello he le accade ("qualche volta tende a bloccarsi ") , ma per sua fortuna si sblocca spontaneamente, almeno fino ad ora .
Questo argomento prevede un approccio essenzialmente clinico (occhi e mani dell’operatore): sarà lo gnatologo a disporre eventuali esami , che , dal suo racconto , riterrei inutili, in quanto il quadro clinico e il percorso terapeutico necessari, mi risulterebbero già sufficientemente chiari, previa , ovviamente, conferma in sede di esame clinico.
L'esame che in casi dubbi viene disposto é la risonanza magnetica delle ATM, che comunque, nel suo caso, non credo richiederei.

Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 244XXX

Penso che dalle mie poche parole lei abbia comunque inquadrato perfettamente la situazione. E questo rafforza la mia convinzione che sia necessario che mi faccia seguire da uno specialista.

Ringrazio per la pronta risposta