Utente 372XXX
Buongiorno, sono Silvia e ho 35 anni.
Da circa 3 settimane soffro di un forte mal di testa, o meglio di una forte pressione dietro la nuca e al viso SOLO se mi chino in avanti o lateralmente (es. mi stendo sul divano). La sensazione e' come quella che si ha quando si tiene per molto tempo la testa in giu' e il sangue defluisce, solo che io lo sento immediatamente. Risollevando la testa passa tutto.
Mi sento anche un po' "rimbambita" durante il giorno ma se non mi chino non provo dolori.
Ho provato a prenotare una visita almeno dal mio medico ma tra i suoi impegni e i miei che lavoro e ho 3 figli non riusciamo proprio a conciliarci.
Grazie per il vs.aiuto

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, nell’epidemiologia delle cefalee (ma preferisco dire nel complesso delle diagnosi formulate in ambito specialistico, che riverbera necessariamente nei numeri della letteratura), Emicrania e Cefalea di Tipo Tensivo (classificate appunto fra le "primarie", cioé prive di una causa alla quale poterle riferire) fanno la parte del leone: si trovano ai punti 1 e 2 della classificazione internazionalmente riconosciuta., e costituiscono, appunto, la stragrande maggioranza delle diagnosi.
Al punto 11 (quindi molto molto in la) fra le 9 cefalee "secondarie", ci sono quelle che derivano ANCHE dalla bocca (sottolineo: non solo dall’ATM): dico anche perché vanno insieme ad altri 6 capitoli classificatori (“resto del mondo”), il che incide sulla già scarsa considerazione dell’argomento. Raramente il sospetto diagnostico di uno specialista in cefalee arriva li' senza fermarsi prima, anche perché non è facile orientarsi in una materia abbastanza complicata anche per gli specialisti direttamente interessati, cioe' i dentisti: in questo capitolo rientrano anche le cefalee legate alle disfunzioni dell'ATM.
Per tutto quanto sopra, le suggerirei l’opportunità di chiedere un consulto ad un dentista-gnatologo, esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare, e di rapporti fra questa e la cefalea: non tutti i dentisti amano trattare questi problemi.
Le suggerirei anche di leggere gli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.


http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 372XXX

grazie per la celere risposta! Non avevo mai pensato fin'ora che il mio disturbo potesse in qualche modo essere legato alla bocca, ma leggendo i sintomi che hanno riscontrato altri pazienti mi accorgo che forse potrebbe essere una causa. Ho letto anche dai link collegati che spesso l'occlusione delle orecchie porta a questo. Non avevo collegato fin'ora le due cose, perche' soffro di "otite" (o almeno questa la diagnosi secondo me poco realista che mi hanno saputo dare diversi specialisti) da circa 9 anni, ininterrottamente. Questo mi costringe ad assumere per orecchie gocce di cortisone quotidianamente per limitarne i sintomi, ma soffrendone da cosi' tanto tempo ho pensato che il mal di testa non potesse dipendere dalle orecchie. Questa otite si riassume in perdite di liquido e prurito notturno dalle orecchie. Ora sono un po' confusa. Mi scusi se le faccio un'ultima domanda. Sulla base di tutti questi sintomi secondo lei dovrei rivolgermi per prima cosa a un dentista o a qualche altro specialista?

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, come avrà letto nell'articolo lnkato, spesso le orecchie sono coinvolte nel quadro clinico complessivo di una disfunzione delle Articolazioni Temporo Mandibolari (ATM).
Come già le dissi, dovrebbe rivolgersi ad un dentista-gnatologo, esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare, e di rapporti fra questa, cefalea e disturbi alle orecchie: non tutti i dentisti amano trattare questi problemi.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com