Utente 583XXX
Gent.mi dott.ri,

Sono un ragazzo di 28 anni che da tanti anni soffre di problemi alla mandibola. Questo problema credo che sia dovuto ad una disfunzione temporo-mandibolare.
Il fastidio, che può essere descritto come una sorta di nodo, di blocco nella parte destra della mandibola, si manifesta la mattina appena mi alzo e si interrompe non appena utilizzo lo spazzolino da denti come mezzo per sbloccare la mandibola stessa. Lo sblocco comporta uno schiocco, come se qualcosa si stesse rimettendo a posto, questa procedura è all'ordine del giorno e non posso farne a meno. E' come se avessi una lussazione ma non ne sono sicuro.
Secondo voi il bite potrebbe essere la soluzione a questo problema ?
attendo risposte
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, molto probabilmente nel suo caso è presente una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Nel normale, i condili mandibolari di entrambi i lati sono in rapporto con la parete antero superiore della cavità articolare ( Cavità Glenoide) ; fra le superfici articolari è interposto un menisco . Condilo e menisco dovrebbero muoversi in sinergia ogni volta che muoviamo la bocca, come , ad esempio , nella masticazione: se questa situazione viene mantenuta, non ci sono rumori particolari.
Accade però che, per vari motivi, in parte congeniti, in parte per un anomalo sviluppo scheletrico, per la irregolare eruzione degli elementi dentari decidui e permanenti (malocclusione), alle quali cause è bene aggiungere anche la mano non sempre riguardosa del dentista ed i traumi che il soggetto può subire, i condili possono dislocarsi in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore di schiocco (click), più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti, per cui il click si percepisce praticamente ad ogni movimento.
Se invece, la mandibola viene mantenuta in posizione avanzata, la dislocazione non avviene , e il rumore non si sente.
Sul funzionamento dell''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classic
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Le consiglio pertanto di chiedere un consulto ad un dentista-gnatologo, esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), che probabilmente , come primo step terapeutico, le proporrà un bite.
Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 583XXX

Dr. Edoardo Bernkopf,

La ringrazio per la risposta. Cercherò un dentista-gnatologo nella mia zona.
Cordialmente.