Utente 385XXX
Salve,
vorrei delucidazioni sul cosiddetto conflitto tra condilo e orecchio e se questo può rientrare nella sintomatologia che ho riscontrato, poiché avevo letto, tempo fa, un articolo del Dr. Edoardo Bernkopf che ne parlava.
Mi è capitato di avere come 'movimenti' e sentire come 'colpi ' spontanei ( nel senso che non sembrano provocati da movimenti ) in prossimità dell'articolazione temporo-mandibolare e dell'orecchio, come quando si fa 'scrocchiare ' un dito, per intenderci, ma non sembrano venire dall'interno dell'orecchio, come fosse uno spostamento di aria. A ciò è seguito, questa volta, un forte dolore che direi in prossimità dell'orecchio , internamente, che ora è rimasto da tre giorni, ( mi era già capitato, anche all'altro orecchio, il dolore andava e veniva), ma dalla visita e dall'esame dal medico con l'otoscopio non risulta niente all'orecchio, fino alla membrana timpanica, non otite , niente.
Potrebbe essere, quindi, l'aritcolazione? Il condilo ? Il dolore da dove origina? Muscolo o orecchio? Ho chiesto al medico citandogli l'articolo ma non conosce questo 'conflitto', e dice che potrebbe essere l'articolazione ma è infrequente, ovvero non l'ha osservata.
Ho trovato questo articolo perché supponevo che dipendesse da un discorso relativo al fatto che mi accorgo di 'serrare' i denti. ( ho anche fitte, i denti non hanno nulla, ho fatto visite).
Ho fatto il 'test' che era proposto nell'articolo di inserire le dita nell'orecchio e aprire e chiudere la mandibola per verificare quanto intervenisse il condilo , e direi che lo sento vicinissimo proprio rispetto all'orecchio in cui ho dolore questa volta.
Cosa devo fare, quindi? Occorre uno gnatologo , un otorino che lo sappia ? Potrei andare da uno gnatologo dopo le feste , che è a un'ora da me, qui non c'è, e va solo poche volte al mese dal mio dentista.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una malposizione mandibolare , indotta da una malocclusione dentaria, può provocare anche un traumatismo cronico sull'orecchio da parte del condilo mandibolare, come ha potuto lei stessa chiaramente apprezzare con la palpazione endoauricolare, infilando cioè i propri mignoli nelle orecchie e aprendo/chiudendo la bocca ("Ho fatto il 'test' che era proposto nell'articolo di inserire le dita nell'orecchio e aprire e chiudere la mandibola per verificare quanto intervenisse il condilo , e direi che lo sento vicinissimo proprio rispetto all'orecchio in cui ho dolore questa volta"). Il continuo stimolo nocivo nei confronti dell'orecchio, che si ripropone ogni volta che lei deglutisce, mastica o chiude comunque la bocca, può provocare dolore (otalgia).
Questo conflitto, se presente, può interessare non solo il Condotto Uditivo Esterno (CUE), ma anche la tuba (quel tubicino che mette in comunicazione l'orecchio medio con il retrobocca), posto che nel cattivo funzionamento della tuba c'é la chiave interpretativa della maggior parte delle otiti, come anche della predisposizione di alcuni pazienti a soffrire periodicamente di vari disturbi all'orecchio.
IL Collega ORL che l'ha visitata "dice che potrebbe essere l'articolazione ma è infrequente, ovvero non l'ha osservata. Saprebbe osservarla?"
Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici o non se ne trova la soluzione, è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione. Il dolore inspiegabile all’orecchio di questi sintomi è fra i più tipici.
Per meglio comprendere le dinamiche descritte, può aprire questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Per tutto ciò le confermo l'opportunità di consultare anche un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e di rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità .
Le suggerirei anche di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, che forse , da quel che scrive, ha già letti.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 385XXX

Perfetto, mi ha risposto proprio Lei :)
La ringrazio infinitamente, sto leggendo anche il PDF che non avevo e salvando tutto il materiale.
Il medico che mi ha visitata con l'otoscopio è quello di base ed evidentemente non conosce questa 'parte 'della letteratura e, vedendo che non ho niente all'orecchio, non mi ha indirizzata però come ha fatto lei.
Mi ricordavo della prova della palpazione e ho provato prima di farmi visitare e sento chiaramente che all'orecchio a cui ho dolore il condilo 'è vicino' e sembra 'premere' sull'orecchio, sento proprio il rumore, anche questo fatto presente al medico , compreso questo scricchiolare nella sede, mi sembra, tra l'articolazione e l'orecchio, come fossero colpi spontanei , ma mi è stato riferito che possa essere aria nell'orecchio o acufene, ma non viene da qui e non c'entra con gli acufeni, è esterno..
Non ho mai avuto malocclusione ( in effetti conosco chi l'ha ma non ha i sintomi) ma ho notato che da mesi tendo a serrare i denti anche di giorno e l'occlusione mi sembra spostata e ho come un precontatto che riguarda gli incisivi a cui ho anche fitte.
Ma come si può fare, in genere, affinché cessi il conflitto sopraggiunto ?
Visto che mi conferma il tutto ovviamente non mi resta che rivolgermi a chi conosce la questione non appena riprenderanno i giorni lavorativi e intanto le auguro, appunto, buoni giorni... :)