Utente 184XXX
Gentili dottori, da due mesi soffro di debilitanti fitte dolorose al collo e alla testa (zona parieto-occipitale) che si irradiano anche alle tempie e alla mandibola, sempre al lato destro. La rx cervicale ha evidenziato una lieve rettilineizzazione della fisiologica lordosi cervicale e note di spondilosi. Il dolore mi compare soprattutto quando mi trovo sdraiata in posizione supina e si accentua con i movimenti della testa e del collo. Ho fatto due cicli di fisioterapia che mi procura un blando sollievo momentaneo. Due settimane fa ho avuto delle crisi dolorose talmente acute che sono finita al pronto soccorso dove mi hanno fatto una flebo di toradol. Il neurologo che mi ha visitato ha constatato un forte stato di tensione e mi ha prescritto Lyrica 25 mg che sto assumendo tre volte al giorno. Per escludere eventuali ernie cervicali sono andata da un neurochirurgo che mi ha prescritto una risonanza magnetica e ha a sua volta constatato un forte stato di tensione, ipotizzando una nevralgia di Arnold. Dalla rmn è emerso solo un"accenno di bulging posteriore del disco di c5-c6".
La mia fisiatra intanto ha riscontrato una malocclusione e mi ha suggerito una visita gnatologica. Aggiungo che ho portato per 14 anni diverse tipologie di apparecchio ortodontico (dal mobile al fisso fino al baffo) per affollamento dentale. In più ho scoperto che in questi due mesi, coincidente con queste fitte dolorose, mi è spuntato un dente del giudizio parzialmente incluso. Un mese prima che iniziasse questo calvario, in effetti, avevo avvertito lievi fitte alla mandibola proprio nel punto in cui sarebbe spuntato il dente. Attualmente solo un dente del giudizio mi è spuntato integralmente. Uno è incluso, l'altro non è mai spuntato e l'altro ancora (quello che mi è spuntato in questi due mesi) è parzialmente incluso.
Potrebbe essere il dente una concausa o addirittura l'origine dei miei problemi? Il nervo è terribilmente infiammato e le fitte sono davvero dolorose, vi prego di aiutarmi e grazie per la pazienza nel leggere il mio scritto. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, "La mia fisiatra intanto ha riscontrato una malocclusione e mi ha suggerito una visita gnatologica."
E' possibile che i suoi sintomi derivino dalla riscontrata malocclusione, per cui concordo pienamente con il consiglio della Fisiatra.
La cosa importante é che il dentista-gnatologo sia veramente esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), e soprattutto nei rapporti fra Occlusione e postura: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Le suggerirei anche di dare un'occhiata all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buonasera.
I denti del giudizio possono avere indicazioni a se stanti per la loro estrazione, ma raramente, sono responsabili di problemi come quelli di cui lei cerca la soluzione.
Tuttavia, nell'ambito della terapia gnatologica che probabilmente le verrà proposta, la loro estrazione può essere uno scrupolo aggiuntivo.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it