Utente 320XXX

Gentili dottori, di seguito riassumo i miei sintomi. Da circa 2 anni e e mezzo ho artralgie diffuse, principalmente alle ginocchia. Per questi sintomi 2 anni fa ho fatto visite reumatologiche e relativi esami, il risultato è che non avevo infiammazione alle articolazioni, anche se avevo ANA positivi con pattern omogeneo prima a 640 e poi a 160 (le analisi ematiche che hanno rilevato ANA 160 sono risultate però negative agli ENA). Lo specialista ha concluso che non c'erano segni di malattia reumatologica, che la positività agli ANA poteva essere un falso positivo da monitorare nel tempo (cosa che non ho fatto) e che i miei sintomi potevano essere inquadrabili in una lieve sindrome fibromialgica da trattare sintomatologicamente. A distanza di 2 anni dalla visita (e di 2 anni e mezzo dall'insorgere delle artralgie) la situazione non è cambiata: le artralgie sono sempre sopportabili, non ho mai avuto bisogno di farmaci per trattarle, non ho limitazioni funzionali che possano far sospettare la presenza di infiammazioni. In questo periodo inoltre ho notato che le artralgie sono collegate alla qualità del sonno (in genere il mio sonno è poco ristoratore: ho cercato di migliorare l'alimentazione, ho evitato il riposino pomeridiano, ho aumentato le ore di sonno, tuttavia mi sento sempre piuttosto stanco durante la giornata; preciso che non sono sovrappeso e che non ho fatto visite per verificare se soffro di apnee notturne). Da qualche mese ho mal di testa e cervicalgia frequenti. Qualche giorno fa è emerso un nuovo sintomo: dopo uno sbadiglio ho sentito scrocchiare la mandibola, e questo scrocchio da quel giorno è presente ogni volta che apro la bocca per masticare. Il tutto in assenza di dolore. Il dentista che ho consultato ha detto che si tratta di disturbo cranico mandibolare, un problema frequente per chi come me soffre di malocclusione dentale; inoltre mi ha detto che la malocclusione può produrre anche una psotura scorretta e sintomi algici in altri distretti del corpo. Da quando è presente questo schiocco mandibolare ho fatto caso al fatto che anche i piedi e le ginocchia a volte schioccano, soprattutto al risveglio o quando riprendo a muovermi dopo essere stato seduto per tanto tempo. Lo schiocco non è accompagnato da dolori o da limitazioni funzionali. E' possibile che tutti i miei sintomi possano essere collegati alla malocclusione e alla postura? Forse piuttosto che andare da un reumatologo dovrei rivolgermi ad un fisioterapista o ad uno gnatologo? Gli schiocchi articolari sono normali? Grazi.e

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
" ho notato che le artralgie sono collegate alla qualità del sonno"...
" non ho fatto visite per verificare se soffro di apnee notturne".
Potrebbe essere la strada giusta, visto che i disturbi respiratori ostruttivi nel sonno sono spesso collegati sia con la fibromialgia che con i problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
La diagnosi più sicura si ottiene con la Polisonnografia, un esame che comporta l’applicazione di sensori che registrano vari parametri durante la notte: numero e gravità delle apnee, tempo di russa mento , attività cardiaca ecc.
Non è facilissima da effettuarsi nel pubblico, ma ormai , privatamente, a domicilio, nella sua forma semplificata di Monitoraggio Cardiorespiratorio, ha una costo relativamente abbordabile , attorno ai 160 euro.
.Tuttavia un primo orientamento diagnostico si ottiene con semplici domande al paziente e al partner: il paziente russa abitualmente? arresta il suo respiro anche per una decina di secondi almeno? riferisce bruschi risvegli notturni?, al mattino si alza stanco? di giorno é stanco e sonnolento? In caso di risposte positive il quadro va approfondito per la conferma diagnostica e per la scelta della più adeguata terapia.
Dia un’occhiata all'articolo linkato qui sotto, e veda se il suo caso può rientrare nella problematica descritta.

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni%20e%20patologie%20respiratorie%20ostruttive.pdf

Sul funzionamento dell''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link.Cordiali saluti ed auguri.

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classic
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com