Utente 440XXX
Ormai è da tre mesi che ho un fastidio persistente alle tempie. Questo fastidio cel'ho perennemente per tutto il giorno. Inizialmente si era presentato come un dolore poi con il tempo è diventato un fastidio sempre piu lieve che non va via sempre della stessa entità. Inzialmente la zona interessata era solo la tempia destra, poi mi ha preso anche a sinistra e mi va a periodi, fastidio solo a destra o fastidio solo a sinistra mai insieme. Il primo mese quando il fastidio era più intenso avevo vertigini, sbandamenti, anche per una durata di mezz'ora, e in quel periodo ho avuto la pressione arteriosa sempre piuttosto alta. Ho fatto analisi, visita neurologica, tac, visita cardiologica, visita dall'otorino, visita oculistica tutto risultato negativo! Infatti la pressione è tornata nella norma. Mi è sta diagnosticata una possibile cefalea muscolo tensiva. Ma dato che il fastidio persisteva notando che per allievarlo tendo a smandibolare ho provato con una visita gnatologica con atm, risultato una conca bullosa sulla parte sinistra e una lieve malaocclusione. Mi hanno consigliato di fare ulteriori accertamenti per poi mettere un byte, solo che mi è stato anche detto che questi fastidi non è detto che dipendano da ció, queste parole sinceramente mi hanno demoralizzato dato che ho fatto tanto visite e non è uscito fuori nulla e tutt'oggi i fastidi ancora ci sono e sono indeciso se continuare a fare questi accertamenti o meno, anche il rischio di buttate ulteriori soldi senza risolvere nulla, sinceramente dopo le parole dello gnatologo sono demoralizzato, anche perche questi fastidi mi fanno vivere un po condizionato, cerco di svolgere le mie attività giornaliere in maniera tranquilla ma a volte diventa pesante con questi fastidi persistenti, ormai sono messo l'anima in pace e ci convivo, ma prima o poi vorrei trovare soluzione!! Lei cosa mi consiglia? Di continuare gli accertamenti? Cosa potrei fare senno? Vorrei uscirne fuori da questo periodo,sinceramente la cosa mi affligge molto, la ringrazio anticipatamente per una sua risposta spero vivamente mi sappia indicare la strada giusta, magari le anche capitato un caso clincio simile

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente guardi la figura http://www.danieletonlorenzi.it/wp-content/uploads/ScreenHunter_01-Oct.-19-16.42.gif il muscolo indicato dal numero 1 si chiama muscolo temporale e serve per chiudere la mandibola (elevatore mandibolare). Se un muscolo lavora male (in questo caso per la malocclusione) ha dolore. I neurologi, talvolta, pensano che il mal di testa sia sempre di loro competenza anche se nella zona dei muscoli della masticazione. Questo quadro è spesso accompagnato da vertigini e sbandamenti come può leggere https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1466-vertigini-dise-equilibrio-postura-malocclusione-dentale.html <br />
Un consiglio se un collega Le ha detto davvero che ha una "conca bullosa sulla parte sinistra" lo lasci perdere, eviterà di spendere per nulla i suoi soldi. Non credo che il dentista abbia detto così. Mettere il bite per dei disturbi che probabilmente non passeranno perché non dipende da ciò..... se non è malocclusione (io credo di si) il bite a che serve?<br />
Mi sembra come se chi Le ha detto questa cosa mettesse le mani avanti per difendersi dal probabile insuccesso della terapia. I casi sono due o è maloccluso e il bite (se fatto bene) funziona o non è malocclusione ed allora non serve e butta i soldi. Chi l'ha informata l'ha confusa ascolti un'altra opinione.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio per la sua immediata risposta e per il servizio che svolge. Dato che vertigini e sbandamenti non ne ho più e credo che la cosa sia positiva, se fosse veramente malaocclusione e un problema gnatologico è possibile che questi fastidi persistano da tre mesi tutti i giorni? In settimana mi reco da un altro specialista per un ulteriore diagnosi, dato che come ha detto lei mi hanno solo confuso con quello che mi è stato detto. Ma se la malaocclusione non ci fosse? Il problema non è più gnatologico? O non solo la malaocclusione puó causare i mi sintomi? Se non fosse nemmeno gnatologico il problema cosa dovrei fare? La ringrazio ulteriormente per una sua eventuale risposta

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Difficile "ragionare" con i se. Se Lei cerca "funzioni muscolo temporale" troverà disegni che raffigurano il muscolo, cioè l'area dove presumibilmente sente dolore. Questo muscolo ha funzione masticatoria e francamente prima di pensare alle "cose rare" è necessario escludere quelle banali. Se si tratta di malocclusione La possiamo aiutare, nel caso che questa non sia presente (evenienza difficile) è necessario rivolgersi ad altri. Ci faccia sapere.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum