Utente 162XXX
Buongiorno
circa un anno fa in seguito a diversi mal di testa ho effettuato i seguenti esami
- RM CEREBRALE BASALE: NEGATIVA
- RM ANGIO ENCEFALO: NEGATIVA
- RM CERVICALE BASALE: Si rileva riduzione della lordosi.
- TC MANDIBOLARE: NEGATIVA

Premetto che aprendo e chiudendo la bocca, posso sentire come uno scricchiolio e se poggio il dito appena sotto l'orecchio sempre se apro e chiudo la bocca, percepisco al tatto come un "tac". (mi scuso ma non saprei come descriverlo con termini tecnici) In genere però non soffro di dolori mandibolari. Soffro anche di dolori alle spalle, e di orecchio destro che si "stappa" di frequente. Vorrei chiedere a voi un parere in quanto ultimamente mi è capitato un "nuovo" tipo di mal di testa. Mi capita di avvertire un dolore nella zona del muscolo temporale, appena sopra l'orecchio sinistro. Il dolore è localizzato a quel punto, passa con gli antidolorifici. Spesso ha insorgenza spontanea, ma toccando sulla zona, sento un indolenzimento, come se avessi una botta proprio in quel punto. Spesso avverto anche un certo calore sulla punta dell'orecchio destro, inoltre ultimamente sento un vero e proprio indolenzimento alla tempia destra, come una botta che risulta leggermente gonfia al tatto.
A vs avviso cosa potrebbe essere? Dovrei fare degli esami più specifici o alla luce di quelli fatti poco meno di un anno fa posso stare tranquilla?
Grazie mille, auguro buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Fedi

24% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
La sua sintomatologia, già sottoposta a screening strumentale con esito felice rispetto a possibili gravi cause, è compatibile con una sindrome da sovraccarico tensivo asimmetrico.
Un più preciso inquadramento diagnostico e terapeutico è da indagare con una visita diretta, in cui potranno rilevarsi anamnesi e segni.
La collocazione alta ( spalle e cranio) dei sintomi che riferisce e lea loro variabilità non stupiscono, anzi sarebbero normali.
Non limiterei comunque le indagini alla sola componente gnatologica , ma estenderei il campo allo schema posturale generale nella sua più completa accezione corpo-mente.

Un caro augurio di benessere

Alessandro Fedi
Dr.Alessandro Fedi Spec.Odontostomatologia Spec.Ortognatodonzia Gnatologo Psicoterapeuta Ipnosi www.guardachesorriso.com www.ipnosiodontoiatrica.it

[#2] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio molto per la risposta. Quindi lei ritiene che gli esami fatti, anche se risalgono ad un anno fa, siano ancora validi?? Non c'è possibilità che siano sopraggiunte problematiche diverse o nuove in questo periodo di tempo considerando che il gonfiore alla tempia è un sintomo "nuovo"? La ringrazio di nuovo se vorrà rispondere.
Buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Fedi

24% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Ma certo che le rispondo. Non potendo valutarle semeioticamente il gonfiore temporale posso cmq dirle che è probabile che si tratti di un fenomeno di ipertrofia muscolare e/o di edema concomitante dovuto al sovraccarico.
Si faccia visitare da un medico odontoiatra gnatologo o, se non ne conosce nei suoi pressi, da un osteopata o da un chiropratico che potrà sicuramente aiutarla in fase iniziale.
Gli esami le sono stati utili per escludere patologie primarie. Ora prenda la strada di una terapia olistica nella cui multifattorialità potrà eventualmente trovare posto anche un bite opportunamente integrato da una diminuzione generale delle cause di sovraccarico psiconeuromuscolare.

Ancora una volta i miei migliori auguri
Dr.Alessandro Fedi Spec.Odontostomatologia Spec.Ortognatodonzia Gnatologo Psicoterapeuta Ipnosi www.guardachesorriso.com www.ipnosiodontoiatrica.it