Utente 465XXX
Salve. Premetto che ho giá chiesto una consultazione su questo problema circa un paio di mesi fa, ma da allora i sintomi sono cambiati e di conseguenza anche le mie preoccupazioni. Ho prenotato una visite da gnatologo e neurologo che avverranno tra un mese, nel frattempo mi chiedo ho pensato di scrivere qui per avere un parere dagli esperti dato che l'attesa é dura e lunga.
Circa quattro mesi fa ho iniziato a accusare un dolore nervale (quasi come una piccola scossetta) sul collo dietro il lobo dell'orecchio e dove inizia la mandibola. Recatami dal dentista mi viene detto che il dente del giudizio inferiore lato sinistro ha la radice che tocca il nervo alveolare e questo potrebbe causarmi il dolore nervale. Di conseguenza estraggono il dente cosí su due piedi. Durante l'estrazione (abbastanza complicata) il dente viene tagliato in due, e noto in due occasioni che il nervo viene toccato (sento una sensazione di spruzzi d'acqua all'altezza del mento). Infatti ancora oggi ho una parestesia al mento. Dopo l'estrazione seguo una cura antibiotica per 10 giorni. Il dolore nervale scompare per circa 5 giorni ma poi ritorna e poi scompare di nuove, e poi ritorna. Mi viene prescritta cura di antiffiammatori (Naproxen) per due settimane. E dopo un pó questo dolore scompare del tutto. Nel frattempo mi viene prescritto anche Amitriptilina (Saroten) 10 mg al giorno, che prendo per circa un mese dal momento che questa scossetta non si presenta piú. Noto peró che ho dei nuovi sintomi come di pesantezza sul lato sinistro e di pressione che in alcuni giorni é costante ma si presenta in forma di "contrazioni" cioé mi sento il visto comprimere come quando si hanno delle contrazione, con fase di rlasso, seguita nuovamente da compressione. questa sensazione colpisce zigomi, naso, orecchie e a volte anche tempie. Sembra quasi la stessa sensazione che si prova quando si decolla, con la pressione alle orecchie fortissima (ho prenotato anche un otorino infatti), Non c'é nulla che azione questa pressione (nessun trigger) viene e va all'improvviso senza una causa. Il dottore mi ha prescritto Gabapentin 3 volte al giorno x 300 mg, ma non sembra servire molto. Io adesso mi chiedo:
- è possibile che durante estrazione mi abbiano danneggiato tanto il nervo tanto da causare una disestesia con dolore? E se fosse il caso, quale sarebbe la cura? Il danno c'é stato sicuro vista la parestesia, ma mi chiedo se questo danno puó causare anche sti dolori.
- potrebbe trattarsi di una nevralgia atipica?
- é possibile che prendere Saroten abbia peggiorato la mia situazione, visto che la maggior parte dei suddetti sintomi sono aumentati dopo aver preso amitriptilina?
- potrebbe essere un problema di male occlusione? mancando un dente é possibile che tutto l'equilibrio orale si sia sconvolto?
- infine, sapreste consigliarmi gli esami che dovrebbero effettuarmi per avere una situazione piú chiara? Ho giá effettuato una risonanza magnetica che risulatava pulita senza alcun riscontro.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
" ..... Recatami dal dentista mi viene detto che il dente del giudizio inferiore lato sinistro ha la radice che tocca il nervo alveolare e questo potrebbe causarmi il dolore nervale....."

-Non esistono riscontri in letteratura,casomai è l'avulsione
che puo' creare problemi di anestesia-disestesia per lo pìù
transitori

"......Nel frattempo mi viene prescritto anche Amitriptilina (Saroten) 10 mg al giorno, che prendo per circa un mese dal momento che questa scossetta non si presenta piú. Noto peró che ho dei nuovi sintomi come di pesantezza sul lato sinistro e di pressione che in alcuni giorni é costante ma si presenta in forma di "contrazioni" cioé mi sento il visto comprimere come quando si hanno delle contrazione..."

E' noto che tale categoria di farmaci possa aumentare le contrazioni muscolari ( masseteri,temporali,ecc) per cui sono
controindicati nel serramento e nel bruxismo ( ma lei ne soffre? ha avuto riscontri diagnostici?
Legga eventualmente il link :

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html


"....... è possibile che durante estrazione mi abbiano danneggiato tanto il nervo tanto da causare una disestesia con dolore? E se fosse il caso, quale sarebbe la cura? Il danno c'é stato sicuro vista la parestesia, ma mi chiedo se questo danno puó causare anche sti dolori....."

La parestesia,per lo piu' transitoria ,colpisce meta' labbro,
metà mento omolateralmente,per sofferenza assonale del NAI,e si associa a disestesia sempre nella zona indicata.
La remissione puo'richiedere periodi lunghi,a seconda di come è stato lesionato il nervo.




" .....potrebbe trattarsi di una nevralgia atipica?...."

la escluderei,peraltro sono forme rare,ma sia per tale quesito
che per il persistere dei sintomi labbro-mento,chieda al neurologo,ed eventualmente si chiarisca con la dentista
che ha effettuato d'embleè l'estrazione....


".... potrebbe essere un problema di male occlusione?
mancando un dente é possibile che tutto l'equilibrio orale si sia sconvolto? ....."

Potrebbe,ma questo lo vedra' lo Gnatologo,visitandola

Legga altro link

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1492-dolore-facciale-ad-origine-neuromuscolare.html




- infine, sapreste consigliarmi gli esami che dovrebbero effettuarmi per avere una situazione piú chiara?


Sono quelli che riterranno opportuno i
colleghi che la visiteranno,deve solo attendere in tranquillità il momento della visita......


Cordialmente
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 465XXX

La ringrazio