Utente 427XXX
Salivazione post intervento maxillo facciale

Salve dottori!
Esattamente un mese fa ho fatto un intervento in Surgery First per progenismo, bimascellare, con split intermedio.
Tutto apposto l’intervento, sono ancora un po’ gonfio, e ora porto l’apparecchio per decompensare.

Va detto che fin dall’inizio ho avuto problemi con la salivazione e in generale col bere liquidi, premetto che non ho sensibilità alla parte inferiore del viso (dal labbro inferiore e per tutto il mento), ma non penso sia solo questo il problema...
Va detto che sto per cominciare con un altro dottore anche una terapia miofunzionale per usare bene la lingua, in quanto la terza classe mi aveva abituato ad usarla male e a tenerla orizzontale contro i denti anziché obliqua verso il nervo naso palatino.
Inoltre, da dopo l’intervento sono un po’ scomposto nella chiusura delle arcate: a destra chiudo più forte e tocco pienamente, a sinistra la chiusura è più debole, e questo (verificato tramite esami) mi porta piccoli problemi di postura, come nell’appoggio del piede (tutto impercettibile visivamente comunque), tutto questo mi porta qualche volta anche il bruxismo notturno, che prima non avevo.

Ok fatta questa lunga premessa: in questi giorni che sto aspettando di iniziare la terapia miofunzionale (che comincerò a metà Gennaio) sto impazzendo perché la notte, provo a mettere la lingua correttamente, questo a quanto ho verificato mi riduce/annienta il bruxismo, ma mi ritrovo durante la notte... sbavato. Ovviamente mi capita solo quando dormo di lato.
Inoltre anche quando bevo spesso mi capita che il liquido sgorghi dai lati.

Vorrei sapere: questo problema a cosa è relativo? All’intervento? All’apparecchio? Alla postura sbagliata della lingua? Al gonfiore? E soprattutto si può risolvere?
In più sono preoccupato per questo dislivello tra le arcate, che seppur minimo, lo percepisco quando chiudo la bocca e comunque influisce sulla postura.
Secondo voi si può rimediare oppure ormai l’intervento è fatto e me lo devo tenere così?
Grazie!!

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Si dia pazienza per la salivazione ora cerchi di approfondire: "a destra chiudo più forte e tocco pienamente, a sinistra la chiusura è più debole, e questo (verificato tramite esami) mi porta piccoli problemi di postura, come nell’appoggio del piede (tutto impercettibile visivamente comunque), tutto questo mi porta qualche volta anche il bruxismo notturno, che prima non avevo."

Deve recarsi da uno gnatologo che cerchi un'occlusione corretta.
Pensi che:
1) la postura sbagliata della lingua si può correggere;
2) il gonfiore è dovuto all'intervento e poi passa;
3) la masticazione si può correggere.

Per il punto 3 è necessario che Lei si rivolga ad uno gnatologo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Ah quindi riguardo la salivazione non mi devo preoccupare? Guarisce da sola?

Riguardo la masticazione, in realtà io sto già andando da due dottori diversi: l’ortodentista gnatologo che mi ha fatto l’intervento insieme al chirurgo e che ora mi sta seguendo per l’apparecchio; e poi sto andando da un ortodentista posturologo che applica la kinesiologia e la terapia miofunzionale, che sto per cominciare (a Gennaio).

Il fatto è che tutte queste cose me le ha fatte notare, anche con degli esami fisici, l’ortodentista posturologo, invece lo gnatologo non mi ha proprio accennato al lieve dislivello delle arcate (probabilmente neanche se n’è accorto).

Io spero davvero che si possa correggere, ma a questo punto dovrei farmi seguire dall’ortodentista posturologo o dallo gnatologo che neanche se ne era accorto?
Cioè, se si può correggere tramite la postura della lingua allora a questo punto meglio il primo, altrimenti se servono aggiustamenti più meccanici meglio il dottore con cui ho fatto l’intervento, no?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Lo gnatologo da cui andava non si è accorto del problema e questo non depone a suo favore, l'altro è bravo? Non è il titolo che si da a stabilirlo, domanda impossibile.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Dottore scusate se vi disturbo ancora, innanzitutto buon Natale!!

Allora è una domanda molto semplice: prima dell’intervento alla terza classe io avevo i classici click e i vari rumori ai lati della mandibola, soprattutto quando la muovevo a destra e a sinistra.
Ora, ad un mese dall’intervento, premesso che come già vi ho detto ho questo lieve scompenso a sinistra, cioè l’arcata di sinistra tocca di meno rispetto a quella di destra, beh a sinistra continuo a sentire qualche rumore, non sono click veri e propri ma quando la muovo sento ancora quei classici rumori della terza classe.
Va detto che sono solo a sinistra, mentre a destra è tutto apposto.

Vorrei sapere: è normale che ci siano ancora questi rumori e questo senso di “strusciamento” tra le ossa a sinistra? Oppure qualcosa con l’intervento non è andato bene? Che mi consigliate di fare?

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Va bene o no? La risposta è in base agli obiettivi che Lei e chi l'ha trattata vi eravate posti:
1) estetica la mandibola malposizionata era una cosa esteticamente non accettabile ed allora si è provveduto per via chirurgica a ridurre l'inestetismo. Obbiettivo centrato.
2) risolvere i problemi dei click articolari. Terapia concettualmente sbagliata che come prevedibile non ha (ma non poteva raggiungere lo scopo).
Ora deve fare quello che avrebbe dovuto fare prima, interpellare uno gnatologo perché è lui la persona competente che doveva iniziare il lavoro. A distanza è difficile affermarlo ma ho la sensazione che la Sua situazione sia peggiorata rispetto al punto di partenza. Un lato non tocca e i rumori sono rimasti invariati da un lato mentre dall'altro sono scomparsi. Temo però che potrebbe (ripeto potrebbe) avere avuto un peggioramento da quel lato. E' possibile che abbia avuto un blocco articolare legga a tal proposito http://www.danieletonlorenzi.it/atm/gnatologo-gnatologia-ovvero-studio-dell%E2%80%99articolazione-temporomandibolare-atm/ con attenzione e faccia domande se non ha capito.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
Quando cliccherà sopra il link apparirà una finestra e lei clicchi sopra "continua ed apri il sito" oppure copi il link nella barra degli strumenti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Grazie per la valutazione positiva.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Utente 427XXX

Innanzitutto la ringrazio tanto per la disponibilità, sarei venuto proprio da lei se non fosse per lo studio così lontano...

In ogni caso, mi ha fatto molto riflettere, il problema è che io dall’ortodentista gnatologo già ci vado, ma è lo stesso che insieme al chirurgo maxillo facciale mi ha operato, e quindi ho l’impressione che, anche se mi avessero fatto qualche guaio, non me lo direbbero. Infatti neanche si è accorto (o forse non lo ha detto di proposito) dello scompenso tra la parte sinistra e destra.
E per ora si sta limitando solo a farmi il lavoro ortodontico con gli apparecchi per raddrizzare i denti, perché come vi ho detto io ho fatto l’intervento in Surgery First, con uno split intermedio, quindi non ho messo l’apparecchio per decompensare, lo sto facendo adesso.

L’unico che mi sta facendo notare queste problematiche è stato l’altro ortodentista posturologo che applica la kinesiologia, con cui a breve inizierò la terapia miofunzionale per la lingua, ma non è gnatologo.

Premettiamo questo: io ho fatto l’intervento sia per motivi estetici, ma anche perché dal punto di vista funzionale voglio essere apposto!
Voi mi avete fatto capire che in effetti il fatto che senta ancora dei rumori a sinistra, e che le arcate non chiudano alla stessa maniera, significa che funzionalmente non sono ancora apposto ma forse addirittura peggiorato giusto?

Ecco, se mi confermate questo, allora valuterò se parlarne con il mio attuale gnatologo o andare direttamente da uno nuovo, ma ho bisogno solo che mi dite un’ultima cosa: questi problemi sono risolvibili? Ormai l’intervento l’ho fatto, mi hanno già rovinato oppure con qualche apparecchio c’è ancora la possibilità di mettere le cose apposto? Inoltre, sono problemi gravi?
Grazie!

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
L'approccio deve essere gnatologico e ne deve cercare uno bravo, solo chi la visita può trovare la soluzione per il Suo caso. Se qualcuno Le dice che così va bene sbaglia e anche la terapia miofunzionale può essere di aiuto ma non risolutiva, le arcate dentali alla fine devono essere a contatto (sia a destra che a sinistra) e la terapia miofunzionale non basta. Ci vuole una visita reale presso qualcuno che sia davvero bravo perché la situazione è complessa. Quanto? Dipende anche da quanti mm apre la bocca (misurare col calibro), se aprendo e chiudendo la bocca devia da una parte (penso proprio di si), dai sintomi che accompagnano il quadro. Una cosa è certa più passa il tempo e più la situazione tende a cronicizzarsi.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Utente 427XXX

Prometto che questa è l’ultima volta che la disturbo (anche perché domani ho la visita con lo gnatologo che mi ha operato, e in ogni caso la settimana prossima andrò da un altro gnatologo bravo, già deciso).
Intanto se il sito me lo permette vi lascio un’altra recensione positiva perché ve la meritate!

Voglio solo premettere una cosa, giusto per non farvi fraintendere: è vero che a sinistra tocco di meno che a destra, ma la situazione non è visibile ad occhio nudo e parlo comunque di pochissimi millimetri, quando apro e chiudo la bocca non succede assolutamente nulla di strano, e vedendomi ad occhio nudo allo specchio mentre chiudo, sembra che i denti si allineino perfettamente.
Questo scompenso lo sento solo a livello percettivo, infatti a destra sento una pressione “piena” tra i denti, mentre a sinistra sento come se in alcuni punti si toccassero pienamente, e in altri si sfiorassero, quindi l’appoggio è più leggero.
La conferma ce l’ho avuta con l’ortodentista posturologo che mi ha fatto un test che misurava la forza del morso a destra e a sinistra, se non mi sbaglio (ma potrei confondermi) a destra era circa 70 e a sinistra circa 50.

L’ho voluto specificare perché in effetti non vi avevo specificato bene la gravità della diseguaglianza... quindi non arrivo addirittura a deviare la bocca da un lato quando chiudo.

Quindi, ripeto che una diseguaglianza c’è, e la sento, ma è millimetrica.
Va detto che, da ieri sera ho anche un po’ di dolore ai premolari superiori di sinistra, forse potrebbe centrare col fatto che non chiudono bene.
Inoltre stanotte, oltre ai classici rumori (che ho solo a sinistra) c’è stato anche un click che mi ha fatto svegliare (anche questo solo a sinistra) abbastanza forte.

Con queste informazioni che vi ho dato cambia qualcosa oppure la pensate sempre allo stesso modo?
In ogni caso la ringrazio tanto per i consigli, domani sentirò lo gnatologo che mi ha operato e la settimana prossima ne andrò da uno nuovo per avere un parere diverso dal dottore che mi ha operato (che giustamente non ammetterà mai uno sbaglio).
Grazie ancora e buone feste!!

[#10] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Lo gnatologo non opera, non è un chirurgo. Si la differenza anche millimetrica è importante, presumo che quella misura della forza sia stata fatta con un elettromiografo schiacciando prima dei rulli poi senza schiacciarli. Questa differenza (in bocca si percepiscono anche decimi di millimetro) può dare molto fastidio. Non dicevo la linea tra gli incisivi superiori e inferiori deviata ma il tragitto di apertura e chiusura che non è diritto. Se ne può accorgere facendo un filmato dell'apertura e chiusra coltelefonino e poi guardandolo (se ci riesce al rallentatore). Il rumore da una parte (dall'altra non sappiamo che succede) è comunque importante.
Grazie per la stima
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum