Utente 484XXX
Gentili specialisti,
Sono una ragazza di 22 anni. Da circa un anno ho problemi all'articolazione temporo-mandibolare: i problemi sono cominciati con piccoli click per poi finire due volte, di cui una ieri, con l'articolazione bloccata, appena sveglia, risoltesi entrambe naturalmente dopo pochi minuti. Ho fatto diversi consulti e tutti convergono che mi serva un bite. Il problema è questo: da un settimana circa ho un dente del giudizio infiammato, sto prendendo l'antibiotico, ma il mio dentista mi ha anticipato che non può toglierlo poiché per la mia disfunzione potrebbe esserci il rischio che l'articolazione si blocchi durante l'estrazione e mi ha consigliato di affidarmi a uno gnatologo o un chirurgo maxillo facciale per effettuare in sicurezza la manovra. La mia domanda è questa: premettendo che, stupidamente, non mi farei mai estrarre un dente sapendo che ci sia l'eventualità che si blocchi la mascella perché mi fa di una paura che non so spiegarvi a parole, in quanto specialisti, di solito come si procede in questi casi? Ad esempio, c'è possibilità che si metta prima un bite per stabilizzare l'articolazione e solo dopo si proceda con l'estrazione?
Vi ringrazio anticipatamente per eventuali risposte.
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Si procede così:
Si fa l'anestesia, si fa il lembo gengivale se necessario, si prende una leva e una pinza, eventualmente una fresa per separare il dente e si toglie.
Disfunzione dell'ATM o no, si fa nello stesso modo.
Non serve né uno gnatologo né necessariamente un chirurgo maxillo-facciale per togliere un dente del giudizio; basta un dentista capace nelle estrazioni.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)