Utente 490XXX
Salve, scrivo qui per sapere se ci sono ulteriori soluzioni per quanto riguarda la mia asimmetria mandibolare.
A Maggio 2017 sono stata sottoposta a una risonanza magnetica A.T.M bilaterale (senza contrasto) in apertura e chiusura della bocca.
Il referto ha riportato il seguente testo:
Indagine eseguita con sequenze TSE DP sagittali- in occlusione e nei vari gradi di apertura della bocca consentiti (interposizione di spessori occlusali di 1 cm, 2 cm)- e coronale oblique e STIR sagittale obliqua.
ATM SINISTRA regolare rapporto condilomeniscale in occlusione, con cranializzazione del condilo mandibolare
Ridotta escursione del condilo mandibolare - il condilo si porta a ore 12 rispetto al tubercolo del temporale- nella massima apertura della bocca consentita (interposizione di spessore occlusale di 2 cm).
ATM DESTRA lussazione anteriore del menisco in occlusione, con sclerosi ed osteofitosi marginale della testa condilare ipoplastica. In apertura della bocca permane la lussazione del menisco con ridotta escursione del condilo mandibolare - il condilo si porta a ore 12 rispetto al tubercolo del temporale- nella massima apertura della bocca consentita (interposizione di spessore occlusale di 2 cm).


Dopo questa risonanza il dentista mi ha consigliato di mettere una sorta di bite ancora in fase di sperimentazione. E' un bite in gomma che fa in modo di "indirizzare la lingua verso il palato". Devo dire che ho notato qualche miglioramento in questi mesi, adesso i miei muscoli facciali sono più rilassati, riesco a dormire meglio... faccio anche degli esercizi con questo bite. Per il resto oltre ad alleviare un po' i miei fastidi, non ho notato un miglioramento estetico... ( quando mi capita di dimeniticare il bite e la mattina mi sveglio, guardandomi allo specchio ed è come se non avessi mai fatto la terapia...asimettrica come prima di indossare per la prima volta il bite ).
Proprio oggi ho effettuato l'ultima visita (aprile 2018 ) e il dottore mi ha ribadito che per quanto riguarda la questione estetica non possiamo fare nulla... posso solo continuare a tenere questa sorta di bite che in generale almeno un po' mi da sollievo... essendo una violinista, durante le ore di studio a quanto pare la mia impostazione per suonare fa il lavoro contrario del bite. ( al momento mi è stato sconsigliato di usare il bite durante lo studio dello strumento)
vorrei tanto sentirmi meglio, studiare con tranquillità senza sentire la tensione muscolare facciale e tutto il resto dei sintomi...
Il dottore che mi segue sospetta un artrosi facciale/ generale..è possibile ?
Avete dei consigli da darmi ?
ps : per quanto riguarda la questione estetica devo rassegnarmi ?

Saluti,

Elena

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
A destra e a sinistra ha una ridotta escursione del condilo quindi dalla descrizione che fa (in gnatologia termini come cranializzazione del condilo sono desueti).
Aveva una ridotta apertura della bocca e sarebbe interessante sapere quanti mm apriva prima e quanto apre ora. Parlano di "massima apertura consentita" quanti mm di apertura della bocca aveva prima? Quanti ne ha ora? Da quanto tempo porta il bite? Una sorta di bite sperimentale...... difficile dare indicazioni senza vederlo. Io direi di mettere un bite che va portato per un tempo variabile da tecnica a tecnica, per qualcuno 24 ore al giorno, per altri solo la notte. Un bite già sperimentato che nel caso le desse fastidio potrebbe comunque togliere quando suona. Poi risolto (con bite già sperimentato) il problema può correggere con metodi più o meno invasivi. Una proposta cerchi online "allungare i denti per stare meglio"
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum