Utente
Salve dottori, spero di essere nella sezione giusta.
Sono una donna di 36 anni senza particolari problemi di salute fortunatamente.
Alla mia età ho voluto però mettere l'apparecchio classico ortodontico, per sistemare un affollamento dentale di cui mi vergognavo un po'.
Ho iniziato a settembre 2020 con l'arcata superiore, e a parte qualche fastidio di afte nulla di rilevante, mi sono abituata benissimo all'apparecchio.
Nei due mesi dopo i denti si erano molto spostati, e questo mi motivava molto.
Avvertivo sporadicamente, dolori al collo e orecchie ma ho associato il tutto ai primi freddi.
Ogni tanto, veniva anche un leggero acufene che durava qualche secondo e spariva.

A dicembre 2020 metto l'apparecchio anche sotto e appena due giorni dopo ho iniziato ad accusare disturbi che non ho associato all'apparecchio stesso: dolore orecchi, collo, mandibola contratta, mascelle doloranti e talvolta zigomi, inoltre l'acufene diventa fisso, soprattutto notturno, anzi da sdraiata mi sembra anche di avvertirlo di più.
Vado subito dall'otorino che mi esclude dopo un accurata visita tappi di cerume o patologie infiammatorie alle orecchie.
I sintomi intanto peggiorano, ma non so a chi rivolgermi non capendo.
Prendo antinfiammatori senza successo, vivendo di giorno con la tensione mandibolare costante e di notte con l'acufene.
Inoltre, inizio a notare che i denti combaciano solo al lato destro, e pochissimo al lato sinistro (da supina, per assurdo, i denti combaciano un po' di più anche a sinistra).
Vado al controllo mensile dal mio dentista che mi tranquillizza, mi dice che sono sintomi normali e transitori e che probabilmente si è infiammato il tratto atm.
Mi prescrive Flaminase compresse per una settimana, e mi dice di stare tranquilla.
Inoltre, aggiunge, il fatto bruxismo (di cui soffro) con l'apparecchio probabilmente si è acutizzato e da qui pure tutti i sintomi.
A fine cura ortodontica mi dice che mi darà un byte così andrà meglio.

Io ora inizio a viverla molto male questa cura ortodontica e non so proprio che fare.
Per assurdo i denti non mi fanno male ma ho questi sintomi al dir poco fastidiosi! Ho iniziato l'antinfiammatorio da due giorni e non mi aspetto il miracolo, ma la situazione non è migliorata per il momento.
Sono molto sfiduciata, confusa e non so che fare! Com'è possibile che mi siano venuti tutti questi sintomi per un apparecchio ortodontico?
Io oltretutto sono sorda dalla nascita all'orecchio destro, pertanto l'acufene all'orecchio sinistro mi invalida non poco! Sono sempre stata molto attenta al mio udito, eseguo visite annuali dal mio otorino e va tutto benissimo! Sono arrabbiata con me stessa, perché per un vezzo estetico ho disturbi di natura fisica molto fastidiosi! Come devo fare?
A chi posso rivolgermi?
I sintomi sono davvero riconducibili ad una infiammazione dell'atm?
Si risolveranno?
Sono molto amareggiata.
Grazie e mi scuso per essere stata prolissa.

[#1]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Deve fare una valutazione gnatologica che Le darà di sicuro delle indicazioni per cosa fare. I dolori sono verosimilmente legati a disordine temporomandibolare https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html
e il tipo di terapia sarà deciso in visita diretta. Non aspetti molto perché il dolore potrebbe cronicizzarsi, più passa il tempo e più difficile è da trattare.
Saluti e ci faccia sapere.
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore.
Crede sia opportuno sospendere la cura ortodontica ? Mi è stato detto di avere un morso aperto e che il tipo di approccio usato con me è stato fatto in modo sbagliato ( detto da un altro specialista e non il mio ) io non so che pensare! Grazie.