Utente 106XXX
Egregi dottori vi scrivo in seguito ad un problema che mi affligge da più di un mese,ho scelto di scrivere alla vostra categoria medica perchè i miei problemi riguardano forse disfunzioni cranio facciali.
E' iniziato tutto con una tensione muscolare a livello cranico,nella fronte e a volte alla nuca che si accentuava se camminavo causandomi lieve sbandamenti(a volte non avevo una traiettoria dritta) e tale tensione si accentuava anche se stavo seduto a lungo davanti al pc,a riposo si attenuava tutto e ricordo che a volte stranamente si attenuava se in giro con gli amici mi bevevo qualche birra.
Invece da quasi 10 giorni a questa parte,sempre assumendo tali posizioni e camminando per strada oltre alla fronte e alla nuca sento tirarmi in corrispondenza del collo,della mandibola dei denti frontali e al torace e a volte mi tirano o addormentano le braccia,a volte tali fastidi li avverto tutti assieme mentre altre volte solo una di tali parti del corpo citate prima.
Vi do alcuni elementi riguardo il mio stato:
_sono monocolo,vedo solo con occhio sinistro da ormai 6 anni a causa di un osteoma della coroide che ha danneggiato retina e nervo ottico dell'occhio destro.
_causa rinite allergica,ho un infiammazione cronica dei seni paranasali,con uno stato mucoso che riempie le fosse mascellari naso ed orecchio soprattutto quello destro.(riscontrato da risonanza magnetica).
-in questi ultimi 4 anni ho passato ogni giorno ore della giornata davanti al pc,assumendo posizioni errate col capo e forse anche con le spalle dovute allo sforzo di dover vedere solo col mio occhio sano(quello sinistro)
_nell'arcata inferiore frontale ho dei denti storti,e sempre nell'arcata inferiore ho un ex molare cariato venuto totalmente via,credo sia rimasta solo la radice.
_ho un lieve rettificazone della colonna vertebrale riscontrata dai raggi e a volte soffro di lombo-sciatalgia.
_da quasi 2 anni soffro di ansia e attacchi di panico,mai curati totalmente.

Io so solo che se cammino od assumo quelle posizioni mi partono quei tiramenti/compressioni muscolari,ripeto per fortuna non sono dolori.A chi dovrei rivolgermi?
In attesa di vostre risposte,cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
gent paziente
probabilmente dovrà essere valutato da diverse figure professionali
per l'odontoiatria sicuramente necessita la valutazione di un collega medico chirurgo odontoiatra che recuperi un corretto piano ocllusale e se gnatologo sarà anche in grado, di valutare il suo equilibrio muscolare per quel che riguarda sia i muscoli masticatori che paravertebrali. probabilmente una valutazione da un osteopata potrà integrare il quadro clinico muscolo-scheletrico
un otorino per i disturbi sinusali
una valutazione psichiatrica per gli attacchi di panico
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 106XXX

Grazie per la sua risposta,tutt ora questi miei fastidi continuano a manifestarsi.e fin ora non c'è nessun miglioramento,avverto solo che alcuni giorni sono più pesanti ed altri giorni sono più leggeri questi fastidi,poi di sicuro c'è anche la componente psicologica.
Sono stato dal dentista il quale mi ha confermato una maloclussione abbastanza importante,ma non ha imputato necessariamente questi miei disturbi alla malocliusione,lui infatti mi ha detto che ha curato denti a tantissimi pazienti con malocclusioni ma privi di qualsiasi disturbo.Mi ha prenotato una visita a fine mese con un odontoiatra per valutare l'opportunità di portare un bite dentale.
Inoltre volevo aggiungerle che riguardo il mio stato visivo,ovvero il fatto di essere monocolo e vedente solo con l occhio sinistro,l'occhio destro,quello non vedente,ha subito uno strabismo divergente ormai da 5 anni.Quindi come vede ho tantissimi problemi messi assieme ed ormai sono rassegnato al peggio!
Tra denti storti,occhio strabico,orecchie affette da sinusite ,postura sbagliata ecc ecc non so dove sbattere la testa!
Cordiali Saluti e Buon Lavoro

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
esistono pazienti che con importanti malocclusioni non hanno alcun disturbo ed altri che con minime malocclusioni hanno notevoli disturbi quindi non è la gravità della malocclusione che giustifica o meno la necessità di trattamento
completi, se possibile, quindi i consulti
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Un buon psicologo (o se crede un neuropsichiatra) avrebbe un'importanza fondamentale nel Suo caso. Anche una valutazione posturologica non sarebbe affatto male. Per sapere quanto una terapia sarà difficile bisognere conoscere il "breve questionario per la validazione del dolore". Depressione, qualità del sonno, capacità lavorative, gusto di vivere, ecc. Tutti questi sono cose da prendere in considerazione.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 106XXX

Dr. Tonlorenzi,grazie per la sua risposta,ormai gli amici,i miei genitori e persino il mio medico di famiglia mi considerano un'ipocondriaco,infatti il medico di famiglia mi ha prescritto un'antidepressivo che sto assumendo da alcuni giorni.
Nei giorni scorsi sono stato visitato da un ortodontista che mi ha confermato una malocclusione dentale,però non mi ha confermato che i miei disturbi derivino necessariamente dalla malocclusione.
Il mio problema è sempre quello,quando cammino avverto tensioni/compressioni/schiacciamenti alla testa alle tempie al torace alla mandibola al naso ai denti alle spalle dietro la colonna vertebrale,un giorno si accentuano su certi punti un altro giorno su altri punti.Ripeto non sono dolori,anche perchè ho fatto cure di miorilassanti di antidolorifici e persino di cortisone,ma non hanno migliorato per niente la situazione.
Se aumento il passo,se cammino veloce,si accentuano ancora di più ed iniziano a darmi senso di sbandamento,capogiro e incordinazione motoria,fascicolazioni e devo necessariamente camminare a passo lento.
Ecco la mia situazione,tutti mi dicono che è agorafobia,tensione muscolare e paranoia,perchè tali fastidi cessano se sono fermo,seduto o meglio a riposo.
Io invece credo che ci sia una questione meccanica,e non so se dipenda dalla colonna vertebrale,dalla schiena,dai piedi,o dalla malocclusione,cioè il camminare sollecita qualche parte scheletrica/muscolare del mio corpo che causa quei fastidi,poi certo c'è anche il mio stato d ansia che ne amplifica la gravità.
Se l'antidepressivo non fa nulla,mi vado a ricoverare perchè non so dove sbattere la testa!
Cordiali Saluti.

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
[#7] dopo  
Utente 106XXX

Sereupin 20 mg al giorno,accompagnato da 5 gocce di Alprazolam alla mattina e 10 alla sera.
In pratica sto riprendendo una cura dello psichiatra che mi ha prescritto l'anno scorso per curare l'ansia e gli attacchi di panico,che in seguito ho interrotto precocemente in quanto iniziavo a star meglio.
Spero che facciano qualcosa.
Cordiali Saluti

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente, se non fa terapia corretta dei suoi attacchi di panico la soluzione del dolore sarà di sicuro più difficile. Ritorni dal medicoche aveva prescritto la terapia seguendo le Sue indicazioni con precisione.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum