Utente 537XXX
Salve, ho avuto domenica scorsa un rapporto orale non protetto con una sconosciuta (lei ha preso in bocca il mio pene). Cosa rischio e quanto rischio? E soprattutto cosa devo fare per vedere se mi sono preso qualcosa?

Già il solo fatto che sto così in ansia è indice che non lo rifarò mai più.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si rischia, perchè il rapporto che riferisce è promiscuo e non protetto:

le malattie seussali più comuni a questo tipo di rapporto sono:

- sifilide
- gonorrea
- uretriti non gonococciche
- condilomatosi
- hepres genitalis

Se avverte un qualche nuovo segno o una secrezione dall'uretra, non tardi a riferissi allo specialista in malattie sessualmente trasmissibili quale il dermatologo venereologo.

saluti a lei e nel frattempo mi raccomando, rapporti protetti! Veda nel mio Blog questa news:

https://www.medicitalia.it/luigilaino/news/1259/Estate-Stagione-ad-alta-Promiscuita-sessuale
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 537XXX

Grazie mille.

Finora non ho riscontrato nessun sintomo.

Quello che mi preoccupa di più è la possibilità di contrarre l'hiv.

Sono molto attento in genere perché ho la pelle intorno alle dita che spesso sanguina e si rompe. Ricordo che il dermatologo mi disse che non ci sono cure e mi diede una crema (non so se posso fare il nome qua e quindi non lo farò) e un preparato a base di urea che mi aiuta a far chiudere le piccole ferite che si formano da sole, quindi in genere tengo le mani a posto onde evitare problemi.

Non so perché mi sono lasciato trasportare stavolta. Forse perché mi ricordavo che nella saliva la carica del virus non è tale da essere contagiosa.... o mi sbaglio?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
l'HIV sebbene non impossibile da trasmettere è la malattia meno frequente per questo tipo di rapporti.

saluti a lei
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it