Utente 108XXX
Buongiorno dottori,

ieri mi sono punto il polpastrello di un dito con una piccolissima spina di un cactus da vaso. La spina in questione è di tipo morbido, quasi trasparente. E' rimasta nel dito perchè con la pinzetta non c'è stato verso di toglierla. Non è uscito sangue. Ho disinfettato la zona più volte con spray ossigenato (anche se non c'erano ferite aperte).

Al momento non vedo più la piccola spina (dallo spessore di un capello), potrebbe essere uscita o addirittura rimasta nel dito. A occhio nudo non vedo "forellini" o punti scuri, al tatto non sento male.

Ho fatto il ciclo completo obbligatorio di antitetanica da piccolo, e un solo richiamo nel 1990. Sono a rischio per questa situazione? Cosa dovrei fare?
Il cactus è stato interrato nel vaso da un giardino, ma la spina era sulla testa alta del cactus e non alla base, e dovrebbe essersi pulito spesso con acqua piovana essendo su un balcone aperto.

Grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
212828

Cancellato nel 2013
Gent.mo Utente,

per quanto riguarda la ferita non dovrebbero esserci problemi.

Inoltre, data la sua situazione vaccinale, l'occasione è quella giusta per praticare la dose di richiamo che, comunque, andrebbe fatta circa ogni 10 anni. I servizi vaccinali propongono la trivalente dTpa (anti-difterote-tetano- pertosse).

Buona giornata e cordiali saluti
Dott. Michele Balsamo

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Buongiorno,

grazie per la celere risposta.
Non avevo più ripreso l'antitetanica per una semplice paura delle vaccinazioni e dell'ago. Capisco però che sia importante, quindi al rientro dalle ferie prenderò un appuntamento.

Spero solo che il caso di ieri non dia alcun problema. E' necessario che cerchi di asportare la piccola spina o di capire almeno se è ancora presente nel dito o lascio perdere? (non si vede nulla, come dicevo).

Grazie.

[#3] dopo  
212828

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,


sulla base di ciò che riferisce circa l'accaduto e le misure adottate, credo che possa stare tranquillo. Molto probabilmente la spina sarà già fuoriuscita.

Invece, mi preme sottolineare l'importanza di praticare la dose di richiamo e rispettare il calendario vaccinale.

Cordialmente.
Dott. Michele Balsamo

[#4] dopo  
Utente 108XXX

Buongiorno,

grazie per la celere risposta.
Non avevo più ripreso l'antitetanica per una semplice paura delle vaccinazioni e dell'ago. Capisco però che sia importante, quindi al rientro dalle ferie prenderò un appuntamento.

Spero solo che il caso di ieri non dia alcun problema. E' necessario che cerchi di asportare la piccola spina o di capire almeno se è ancora presente nel dito o lascio perdere? (non si vede nulla, come dicevo).

Grazie.

[#5] dopo  
Utente 108XXX

Mi scusi il doppio messaggio.
Grazie per la risposta, tengo monitorato eventualmente in questi giorni, ma sono decisamente più tranquillo.

[#6] dopo  
Utente 108XXX

Buongiorno,

vi disturbo nuovamente per aggiornamenti. Purtroppo soffro di ansia specialmente quando si tratta della salute e ora capisco l'errore di non aver fatto il richiamo a tempo debito.

La "ferita" (che poi non c'è mai stata una vera e propria ferita perchè la piccola spina è entrata senza alcune fuoriuscita di sangue) a occhio nudo non presenta segni strani. Non si vedono forellini, la pelle è forse un po' irritata dal continuo "tastare" e tentare di percepire la spina. Non sento nulla di particolare, nessun dolore, ma non l'ho mai vista uscire. Il dito è normalissimo.
Piuttosto, è possibile sia penetrata completamente. In questo caso, è pericoloso lasciarla dov'è, per il rischio del tetano?

Grazie nuovamente.

[#7] dopo  
212828

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,

fortunatamente siamo dotati di un sistema immunitario capace di proteggerci.

Cordiali saluti.
Dott. Michele Balsamo