Utente 157XXX
Salve sono un ragazzo di 20 anni e sono in preda al panico.domenica 18 aprile è accaduto un fatto che mi sta facendo morire.dopo essermi baciato con un mio amico lui ha ieaculato sulla mia mano.purtroppo la mia mano aveva un piccolo taglietto e credo che dello sperma sia finito proprio li.il giorno dopo dell'accaduto mi è venuta una nausea che si ostina a rimanere fino ad oggi e da 3 giorni si è aggiunto un cerchio alla testa alternato al giramento di testa.non ho febbre e credo che i linfonodi non siano gonfi ma non riesco più nemmeno a mangiare.la mia paura è quella di aver contratto il virus.per cortesia aiutatemi!
grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

in teoria un taglietto "fresco" nella mano può essere una porta d'ingresso per il virus, ammesso che il suo amico sia sieropositivo e che abbia avuto, in quel momento, una carica virale nel sangue idoneo a contagiarla.

Capisco il suo attuale stato d'ansia, ma rimuginandoci su non cambia la realtà.
Secondo me, IL RISCHIO DA LEI CORSO NON E' STATO MOLTO ALTO, in ogni caso assai più basso di quello che si corre con un rapporto anale o vaginale non protetto.

Ad ogni buon conto, le suggerisco di sottoporsi al test a 30 e a 90 giorni da questo episodio; quasi certamente risulteranno negativi.


Storia dell'AIDS
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=119197

modalità trasmissione HIV
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=58099

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Il taglietto non era fresco poichè risaliva a 2 giorni e non sanguinava anche se era leggermente aperto.per quanto riguarda i sintomi devo preoccuparmi?
Farò comunque il test il 18 maggio per poi rifarlo a luglio.
grazie veramente

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
i sintomi che lei ha non c'entrano per niente con l'HIV
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it