Utente 168XXX
Salve dottori,vi porgo il mio problema.
2 giorni fa mi sono svegliato di notte con forti dolori ai muscoli e ai nervi (almeno credo) che poi sono spariti appena mi sono alzato dal letto.Ieri ho cominciato ad avere dei sintomi febbrili e poco dopo la mia temperatura è arrivata a 38 e mezzo e quindi ho preso la Tachipirina fin qui tutto apposto.Questa mattina mi sono sveglito e la febbre non c'era ma sentivo un fastidio in gola e specchiandomi vedo una placca sulla tonsilla sinistra,non fa male riesco a mangiare e bere per ora,ma palpando il collo sento dei linfonodi mobili, non gonfi,ma semplicemente palpabili,assolutamente non dolenti,parlando con mia madre ma ha detto che ce3 li ho dalla nascita,che ha suo tempo feci tutti i controlli per le malattie infettive,tutti negativi,alla fine mi "diagnosticarono" un linfatismo .Di solito ho la temperatura corporea che oscilla tra 1 36,5 e i 37 gradi di norma la febbre a 38 e mezzo non mi da spossatezza o dolori mi sento abbastanza bene.
Voi cosa ne pensate,grazie e scusate la mia ipocondria

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dell'ipocondria, della febbre o dei linfonodi che ovviamente sono reattivi(=reagiscono ingrossandosi) ?

https://www.medicitalia.it/minforma/Oncologia-medica/63/I-linfonodi-o-linfoghiandole-ed-il-sistema-linfatico
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 168XXX

Lasciamo perdere l'ipocondria,è possibile veramente che i mii linfonodi siano gonfi da sempre?Sono gia stato dall'infettologo nel 97/98 quando accidentalmente venni a contatto con del sangue sul posto di lavoro,il sangue era di una persona sieropositiva ,e l'infettologo mi disse di non preoccuparmi perchè una o due gocce di sangue non bastavano per trasmettere il virus e che il sangue (in quantità cospicua)doveva venire in contatto con una ferita aperta e profonda e in modo diretto quindi cancellai del tutto quel giorno fino a pochi mesi fa,quando girando per la rete,mi trovai a farmi autodiagnosi naturalmente dannose,in quanto portarono solo ansia,e quindi tornai a distanza di tanti anni dall'infettologo,che mi riempi di domande,del tipo,in questo lungo periodo a mai fatto avanti e indietro per ospedali con qualche tipo di infezione?Hai mai rischiato la vita per infezioni o malattie che in nessun altro caso avrebbero colpito il tuo corpo... ecc...
io in tutta sincerità risposi di no e dopo aver controllato il mio stato di salute e fisico mi ha ripetuto di vivere sereno e di tornare a casa.Sinceramente non so cosa pensare,lei che ne dice?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive ripeto la stessa cosa "di stare tranquillo" !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 168XXX

Ammiro la sua professionalità e il suo modo di mettersi a disposizione degli utenti rilasciando un servizio completamente gratuitoe in un modo cosi veloce.Quindi anche per lei come per l'infettologo se avessi riscontrato il virus più di 12 anni fa me ne sarei accorto,e il mio fisico ne avrebbe risentito e la perdità di peso e infezioni varie ne avrebbe fatto da padrone in un sistema immunodepresso,io sono alto 1,80 per 80 chili e il mio allenarmi quotidianamente è segno di integrità?E' vero che una o due gocce di sangue non bastano per rimanere infetti?
Grazie ancora