Utente 161XXX
Gentile dottore le vorrei esporre un mio dubbio,sperando qualche chiarimento:cmq un paio di giorni fà sono andato al pronto soccorso per abrasioni e graffi al petto,procurati con una rete metallica un po'arrugginita,poichè non conosco con precisione il mio stato vaccinale e presumo che le ultime vaccinazioni me le sono fatte piu di 10 anni fà, il dottore del pronto soccorso mi ha prescritto una dose di immunoglobuline antitetaniche umane (pastorizate).
Fatta la dose,ho letto per caso il foglio illustrativo notando con mio stupore, poichè questa cosa non mi era stata riferita nè dal dottore del pronto soccorso e nè dal farmacista,che queste immunoglobuline possono portare vari virus tra cui l'Hiv.
Ora le domando ma questo rischio è realmente, anzi abbastanza fattibile da fare il test hiv tra 100 giorni,o è stato scritto nel foglio illustrativo giusto per... e quindi posso evitare di fare il test a 100 giorni, poichè proprio la settimana scorsa lo ho fatto risultando negativo e non vorrei vivere altri tre mesi con l'ansia.
Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

le immunoglobuline, in quanto emoderivati e come tutti gli emoderivati, non sono esenti del tutto da rischio di trasmissione di malattie infettive
ma si tratta di un rischio assai scarso, quasi teorico

per quanto riguarda l'HIV, poi, non ritengo assolutamente necessario effettuare il test

piuttosto, le consiglio il vaccino antitetanico (non è un emoderivato)

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 161XXX

Grazie Dottore della vostra chiarezza, e sopratutto di avermi dato una certa serenità.
Cordiali saluti.