Utente 128XXX
Buongiorno.Sono un ragazzo di 22 anni e ormai vivo nel panico da piu di un anno.In passato ho avuto diversi rapporti a pagamento che si sono limitati alla masturbazione reciproca,ed un rapporto sempre a pagamento che si è limitato ad un rapporto orale ricevuto con preservativo.Da un anno a questa parte vivo nella paura di aver contratto l'HIV in quanto ho dei linfonodi latero cervicali posteriori palpabili.Non sono doloranti ne si vedono ad occhio nudo ma se vado a palparli si sentono.A volte sono piu grandi,a volte piu piccoli e non superano il centimetro di grandezza.Inoltre sotto l'ascella destra,verso l'esterno,è un po piu gonfio rispetto all'ascella sinistra.Da ieri mattina invece sento dei muchi in gola che mi fanno venire da vomitare(ieri sera ho vomitato).Non ho nausea ne altri sintomi a parte qualche afte che è uscita sporadicamente fino ad un paio di mesi fa (mai prima ad ora ho avuto afte).Posso aver contratto l'hiv?PEr favore siate sinceri perchè non vivo veramente piu.Almeno se c'è una possibilità di averlo contratto vedo un po di fare un test.Le mie paure sono queste : quando ho ricevuto il rapporto orale con preservativo,al termine del apporto me lo sono sfilato ed ho paura che della saliva presente sulle mie mani o sul preservativo potesse essere entrata in contatto con il glande.Invece per quanto riguarda la masturbazione reciproca ho paura del fatto che magari alla fine quando mi pulivo il pene col fazzoletto qualche goccia di secreto vaginale possa essere finita sul mio glande(anche se non mi pare,ma non c'è nulla da escludere).Altri rapporti li ho avuti con contatto glande seno,ma glande capezzolo.Aspetto al piu presto vostre risposte.Se non è hiv,a cosa sono dovuti questi linfonodi gonfi(anche se in maniera non eccesiva e non doloranti)da quasi un anno?Vi prego datemi risposte dettagliate e non abbiate paura di dirmi che posso aver contratto HIV.Non ho mai avuto ne rapporti anali ne rapporti vaginali.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
non capisco il perchè della sua preoccupazione nei riguardi dell'HIV.; da quanto ci racconta le possibilità di avere contratto tale sindrome sono pressochè nulle. I problemi che accusa vanno vagliati con l'aiuto di un buon medico interbnista che tenga conto di tutte le possibili patologie sottese.
saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 128XXX

Grazie mille per la risposta.Lei è sicuro che non c'è stato rischio di contrarre l'HIV?La mia paura è questa :
1)nel primo caso ho avuto un rapporto orale passivo con preservativo.Ho sfilato il preservativo a mani nude alla fine dell'atto per poi pulire il mio glande con un fazzoletto.Le mie mani quindi si sono sporcate della saliva che c'era intorno al preservativo(non credo che la ragazza avesse ferite in bocca)e con le stesse mani ho pulito il mio glande con un fazzoletto.Posso aver corso rischio per questo?
2)Nella masturbazione reciproca ho indossato guanti in lattice e dopo esserci masturbati a vicenda io senza togliermi i guanti(sporchi di liquido vaginale) ho preso un fazzoletto e mi sono pulito il glande.Potrei aver contratto l'HIV ammettendo che la partner fosse sieropositiva e ammettendo che il liquido (anche se poco) possa essere entrato in contatto col glande?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora,
per concludere,se si vuole preoccupare e struggere lo faccia pure, ma non posso avvallare le sue paure che, a mio parere, sono alimentate solo da probabili sensi di colpa ma non certo da un reale rischio

saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#4] dopo  
Utente 128XXX

Buonasera dottore.Grazie mille per le risposte che mi ha dato e grazie per avermi tranquillizzato.Quindi è inutile fare il test?Posso stare tranquillo al 100%?

[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Stia tranqiuillo e sempre vigile per il futuro.

saluti
Luigi Mocci MD