Utente 426XXX
Buongiorno!

In data 6 settembre ho effettuato i seguenti esami del sangue (fra parentesi metto i valori di riferimento)

Globuli bianchi 9.68 (4.00 - 11.00)
Globuli rossi 4.88 (3.80-5.80)
Emoglobina 12.9 (11.5-16.5)
Ematocrito 40.1 (37.0-47.0)
Mcv 82.2 (76.0-96.0)
Mch 26.4 (27.0-32.0)
Mchc 32.2 (32.0-36.0)
Rdw 14.0 (11.0-16.0)
Piastrine 424 (150-400)
Mpv 9.7 (7.0-13.0)
Neutrofili % 60.6
Linfociti % 30.8
Monociti % 5.2
Eosinofili % 3.1
Basofili % 0.3
Neutrofili 5.87 (2.00-7.50)
Linfociti 2.98 (1.50-4.00)
Monociti 0.50 (0.20-0.80)
Eosinofili 0.30 (< 0.40)
Basofili 0.03 (< 0.30)
Ves 50 (< 32)

Ast (Got) 23 (10-33)
Alt (Gpt) 60 (5-37)
Ldh 258 (150-450)
Bilirubina totale 0.64 (0.20-1.10)
Bilirubina diretta 0.13 (0.10-0.40)
Bilirubina indiretta 0.51 (0.00-0.80)
GammaGT 74 (< 33)
Amilasi 30 (30-110)
Proteina C Reattiva 19 (< 5.0)

Idrossiprogesterone 1.04 (0.23-4.28)

HBs-Ag < 0.05 (< 0.05)
HAV-Ab IgM Negativo
HAV-Ab IgG Negativo
HCV-Ab Negativo


Queste analisi sono state fatte in seguito a quelle fatte in data 30 agosto poichè c'erano alcuni valori fuori norma. Questi sono

Globuli bianchi 11.88 (4.00-11.00)
Mch 26.6 (27.0-32.0)
Piastrine 516 (150-400)
Monociti 0.92 (0.20-0.80)
Eosinofili 0.42 (< 0.40)
Ves 45 (< 32)
Urea 11 (17-49)
Ast (Got) 92 (10-33)
Alt (Gpt) 219 (5-37)
GammaGT 181 (< 33)
Proteina C reattiva 75 (< 5.0)

Esterasi leucocitaria delle urine 1+ (Assente)

Il resto era tutto nella norma, tra cui glicemia, colesterolo, tiroide.
Queste prime analisi erano state effettuate in seguito a un mese in cui ho avuto febbricola costante, vomito, diarrea, cefalea, dolori alle braccia e alle gambe, senso di debolezza e spossatezza, sudori freddi e difficoltà di concentrazione. A questo si è aggiunta anche una lombalgia acuta dolorosissima curata a suon di punture di Bentelan e Artrosilene associati spesso ad antidolorifici (Toradol). Ho anche effettuato una ecografia addominale: risulta tutto nella norma tranne la colecisti litiasica con calcolo di 1.7 cm (che però a detta di tutti non è la causa del problema). Il mio medico ha quindi ipotizzato un'epatite ma i marker risultano negativi. Dopo le seconde analisi, i cui valori sono migliorati rispetto alla settimana prima, il mio medico mi ha detto semplicemente di rifare le analisi a fine ottobre per vedere se i valori sono rientrati del tutto nella norma. Io ora mi sento bene, fisicamente parlando, ma mi infastidisce il fatto che il medico non abbia voluto indagare oltre su quello che ho avuto e sul perchè dei valori così sballati, ipotizzando solo l'epatite. Secondo voi cosa può essere (stato)? E' ipotizzabile pensare a un virus che ha avuto il suo "picco" a fine agosto e che pian piano sta andando via?
Aggiungo che ho 22 anni, sono gravemente obesa ma tra malanni e dieta che sto cercando di seguire in 3 mesi ho perso 17 chili (8 dei quali persi praticamente in due settimane ad agosto per il vomito e per il digiuno).

Vi ringrazio moltissimo.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissima paziente, è molto difficile orientarsi in ciò che riferisce senza sapere con maggiore precisione i suoi sintomi, le sue abitudini di vita e eventuali fattori di rischio infettivo. Diciamo che i suoi esami sono compatibili con un fatto virale, ma anche con altre sindromi di varia natura. In prima istanza farei IgM e IgG per VCA, EBNA, e CMV,esame urine chimico fisico e colturale. Ripeterei markers per epatite B e C, e farei valutare la colecisti allo specialista, poichè la sua giovane età pone di per se un'indicazione chirurgica, anche con molta calma al problema.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD